• Log In
  • Recupera la password
Trueid_art=3560&id_area=166&sarea=165&mac=3

Premio speciale "Euromediterraneo 2007" a Igor Righetti per il programma di infotainment Il ComuniCattivo

Un riconoscimento speciale del premio internazionale Euromediterraneo 2007 destinato ai migliori progetti nazionali e internazionali di comunicazione per lo sviluppo nell'area del Mediterraneo, che da sette anni viene consegnato a Bologna in occasione del Com.P.A., il salone della comunicazione pubblica, è stato assegnato oggi al giornalista-massmediologo Igor Righetti, autore e conduttore da cinque anni del ComuniCattivo, il primo programma sui linguaggi della comunicazione in onda su Radio 1 Rai. "Il ComuniCattivo", che a tutt'oggi ha avuto sette tesi di laurea sulla trasmissione, nel 2005 è stato premiato per il suo linguaggio innovativo con il premio nazionale di cultura nel giornalismo “Penna d’oro” nella sezione arte e la letteratura e nel 2006 ha ricevuto il “Grand Prix Corallo Città di Alghero” per aver sperimentato un linguaggio moderno dove l’informazione e la cultura vanno di pari passo con l’ironia e l’intrattenimento.

La motivazione del premio recita: “Come esempio originale di infotainment”.


Dopo 1.100 puntate complessive andate in onda tutti i giorni per 11 mesi all’anno per oltre quattro anni, Igor Righetti ha deciso di concentrare la trasmissione nel fine settimana (il sabato alle 11 e la domenica alle 10.30) per poter continuare a sperimentare nuovi generi e nuovi modi di espressione nel cinema (attualmente è sul set del nuovo film di Pupi Avati "Il papà di Giovanna") e nelle fiction televisive ("Distretto di Polizia 7" e "RIS 4-Delitti imperfetti"). "Il ComuniCattivo", data la sua veste di sperimentatore di nuovi linguaggi e di nuovi modi di comunicare, è stato uno dei primi a dare la possibilità di scaricare le puntate attraverso il podcasting di Radio 1.


Dice Igor Righetti: "'Il ComuniCattivo' è un progetto crossmediale, diffuso cioè attraverso più mezzi di comunicazione (radio, tv, Internet, editoria, carta stampata, audiolibri) seguito da un pubblico variegato che va dai 14 agli 80 anni. Il programma è divenuto ormai un vero e proprio marchio riconosciuto dal grande pubblico e si caratterizza per il linguaggio creativo e ironico con cui analizza temi complessi. Non suddivide gli ascoltatori per target ma per stili di vita. Un cinquantenne di oggi non ha nulla a che vedere con un suo coetaneo di 10 o 20 anni fa. Il programma dà risalto alle grandi trasformazioni dell’Italia che cambia portando alla luce mediatica attività curiose e bizzarre, i nuovi linguaggi giovanili, i nuovi media, le strategie di comunicazione innovative e tradizionali italiane ed estere, vincenti e perdenti. È una formula, questa del ComuniCattivo, molto amata dai giovani che riscontra grande successo anche all'estero dove il programma è particolarmente seguito dagli italiani che lo ascoltano attraverso il sito del programma e grazie a Rai International. E-mail arrivano da Germania, Francia, Svizzera, Gran Bretagna, Spagna, Sud America, Stati Uniti e Canada. Dal laboratorio sperimentale del ComuniCattivo è nato nel 2004 il primo radio reality "In radio veritas, la parola alla parola" (parteciparono Mario Monicelli, Renzo Arbore, Giorgio Albertazzi, Carlo Rossella ed altri trenta personaggi) ed è stato rilanciato l'aforisma, questo antico modo letterario di espressione in sintesi poi ripresa da tutti i media.

Tag dell'articolo ricavati in automatico: linguaggi | linguaggio | premio |