Bentornato. Accedi all'area riservata







Non ti ricordi i dati di accesso?Recupera i tuoi dati

Crea il tuo account

2 SHARES

“Restart!” (2011-2013): ricette anti-crisi per la ripresa del Paese.

02/07/2013 3065 lettori
4 minuti

Il progetto “Restart!”, targato Filmare GroUP, nasce nel maggio del 2011 per una grande multinazionale americana indirettamente coinvolta nel disastro di Fukushima. Il progetto è stato poi, nel settembre 2011, personalizzato su misura per il mercato italiano. Intervista con Giuseppe Mascitelli, ad Filmare GroUP e founder del progetto

La crisi rappresenta veramente un'opportunità per esprimere al massimo le proprie potenzialità, trasformando le debolezze in punti di forza” dichiara Giuseppe Mascitelli. E il driver di questo progetto è ‘Experience Makers’, ripartire cioè dalle emozioni e dai valori.

Jonas Ridderstrale, autore di 'Funky Business', afferma: 'la ricerche neuroscientifiche affermano che il sistema limbico celebrale, che governa i nostri sentimenti ed emozioni, è molto più potente della neo-corteccia che controlla l'intelletto. Che vi piaccia o meno, le regole stradali con cui Dio o l'Evoluzione hanno equipaggiato i nostri cervelli sono abbastanza chiare: le emozioni hanno sempre il diritto di precedenza’. Bisogna però risvegliarsi in fretta e ripartire subito”. Continua Mascitelli: “non c’è tempo, la situazione si può ulteriormente deteriorare e nuovi player concorrenziali stanno arrivando sul nostro mercato”.

Restart!”, progetto targato Filmare GroUP, nasce nel maggio del 2011 per una grande multinazionale americana che era stata indirettamente coinvolta nel disastro di Fukushima. E’ stato poi, nel settembre 2011, personalizzato su misura per il mercato italiano. "Restart!” è un progetto che vuole dare voce al forte desiderio di molte aziende di ‘ripartire’: un modo diverso di vedere e vivere, a sostegno della rinascita per cui tutte le aziende sono chiamate a ricoprire un ruolo di riferimento anche valoriale.

Ed evidenzia Mascitelli, founder del progetto 'RESTART!': “l'Italia è un Paese ricco. E' ricco di storia e di cultura, elementi dai quali possiamo attingere a piene mani e continuare a stupire il mondo ma anche di denaro e patrimoni, poichè le famiglie, a differenza del mondo anglosassone, sono state molto oculate e hanno creato un volume di risparmio fra i più consistenti del mondo. Ora la crisi e la paura, spesso indotte da una narrazione mediatica volta al catastrofismo, ci terrorizzano e ci bloccano.

La crisi è l'opportunità di rifondare un modo nuovo di concepire il business. Abbiamo organizzato lo scorso anno diversi incontri ‘Restart’ nella nostra sede nel centro di Milano, 'incontri' in cui abbiamo condiviso una nuova vision, trattando di episodi significativi per la nostra storia, di ricerche di mercato sui cluster emozionali degli Italiani (grazie alla presenza di Gianandrea Abbate, Emotional Marketing) e di opportunità dell'opzione digitale (insieme a Fabrizio Bellavista, new media specialist). La risposta è stata immediata. Ora, sull'onda del progetto partito nel 2011, siamo in dirittura d'arrivo con due grandi progetti che coinvolgono decine di medie e grandi imprese” conclude Mascitelli.

http://www.filmaregroup.com