Bentornato. Accedi all'area riservata







Non ti ricordi i dati di accesso?Recupera i tuoi dati

Crea il tuo account

2 SHARES

Fumetti d’Arte: Garcia Seijas

06/05/2008 25637 lettori
4 minuti

 

Se pensiamo al variegato mondo dell’illustrazione che sa strizzare abilmente l’occhio alle sfumature dell’erotismo, si possono stabilire due nette classificazioni impartite dal lettore e da chi sa sapientemente dosare capacità e comunicativa, nelle doti proprie del fumettista. Qualità che diventano quella atipica frangia di pittori meno declamati dalla celebrità, ma che sanno conservare quei canoni essenziali per elargire doti grafiche riversate in nudi e fisicità velate di buon glamour e verve ironica, più tipici del fumetto non esclusivamente erotico, ma dai temi che si prestano a dosare l’essenza della sensualità e di un sesso non scontato, necessario nella dinamicità narrativa dei testi stessi. In questa maniera si vedono nascere diverse scuole di autori talentuosi che hanno saputo deliziare le fantasie, non solo adolescenziali, degli estimatori del buon fumetto "godereccio" e di quello tradizionale: Garcia Seijas diventa uno dei più estimati rappresentanti di un ottimo midley di entrambi gli stili.

Ernesto Rudesindo Garcia Seijas (cognome materno), nato a Buenos Aires e classe ’41, ha mosso i primi passi filtrando una formazione accademica di Belle Arti, rivalutati successivamente dai testi formativi di Andrew Loomis, per diventare quell’abile capacità di tratto che ha reso merito alle chine e al colore nelle tavole di numerosi personaggi nati in collaborazioni valenti con molti degli autori argentini più declamati nel panorama mondiale del fumetto d’autore, vedi Carlos Trillo, autore dei testi delle celebri Le Streghe, Flopi e Bruno Bianco, accostato allo stesso Robin Wood, iniziatore di uno dei personaggi più celebri di Seijas, Helena, seguito da Kevin, illustrato circa un paio di anni dopo. Una personale rivisitazione del culto di Corto Maltese di Hugo Pratt, reinterpretato nello stile moderno intriso di quella sapiente New Age, caratterisitica di un neoclassicismo impegnato del disegnatore.

Un mondo giornalistico caro, quindi, al talento dell’illustratore, distillando sapientemente l’intimo di due personalità distinte e simili dei protagonisti, non proprio maschilista per quanto concerne il voyeurismo di Bruno Bianco (El Negro Blanco, in originale), celebrato nella più accostabile Flopi, che ha visto il proprio battesimo in una personale incursione in PlayBoy, e più velato di glamour per le problematiche sentimentali intrise di rosa e romanticismo nel personaggio di Helena, icona inimitabile di quella femminilità che ha saputo diventare vero culto d’autore. Una maestria di matite e chine, capaci di dispensare bianchi e neri di elevata qualità, caratterizzati da quella pulizia di tratto che ha saputo diventare maestria plasmata dalle abili doti di sceneggiatori (H.G. Oesterheld tra le primissime collaborazioni del giovane Seijas) che hanno accompagnato l’estro del disegnatore, tra drammaticità e spessore di storie che hanno sapientemente equilibrato un panorama letterario variegato e sempre intriso di omaggi al tradizionalismo impegnato della letteratura, vedi un Mandy Riley d’autore, sui testi di Ray Collins, devoto al Tom Sawyer di Mark Twain, in uno stile plagiato dalla spensierata poeticità infantile del personaggio originale.

Storie devote a quell'universo popolato di riferimenti in equilibrio tra vita di frontiera e esotismo, nel realismo velato di quella rigidità educativa che non ha mai deluso il lettore, dove il tratto di Garcia Seijas ha sempre sapientemente reso merito a una qualità di testi fedeli al culto del fumetto. Una capacità di sintesi nata dal patrimonio emotivo dell'illustratore, intriso di quell’universo emozionale che ha saputo attingere dalle programmazioni televisive care all'illustratore stesso, da Bonanza, Bat Masterson o Gunsmoke, per poter redigere uno stile narrativo meritevole di un risultato sempre all'altezza del soggetto.

Una capacità di tratto che ha attinto nelle letture a fumetti del giovane Garcia, ricercando nello stile di Alex Raymond un valente tutore, accostabile, come nota personale, allo stile di un ottimo Russ Manning d’annata, celebre illustratore di Tarzan di Burroughs. Qualità indiscusse che lo hanno portato ad unire la propria produzione di personaggi tipicamente sudamericani, ad uno dei più cari dogmi del patrimonio fumettistico italiano: Tex Willer di Sergio Bonelli.

Un talento seguito dallo stesso Bonelli, che lo ha portato, quindi, ad offrire un’inedita collaborazione, nel poter devolvere ciò che Galep aveva reso in dure fisionomie al celebre pistolero del fumetto nazionale, in una inedita interpretazione. Proposta andata a buon fine, visto che lo stesso Seijas era stato plasmato, nelle proprie letture giovanili, in quelle piccole strisce a fumetti economiche, nella stessa versione argentina di Tex, Colt Miller.

Una carriera, dunque, di ottimo fumetto, dove la maturazione del segno ha sempre stabilito il sottile equilibrio dato dall’originalità stessa delle storie e dei protagonisti., dove arte e fumetto devono rimanere vincolati ad una salda formazione forgiata, inequivocabilmente, dal talento dell’illustratore.

Di seguito, tutte le opere a fumetti del disegnatore argentino, pubblicate in italia dai periodici dell’Eura editoriale, Lanciostory e Skorpio:

Los Aventureros (testi di CARLOS ALBIAC-1975)

Pubblicato per: Editoriale RECORD (Rivista SKORPIO) - Argentina

El pequenio Rey (testi di CARLOS TRILLO-1978)

Pubblicato per: Editoriale RECORD - Argentina

Helena (testi di ROBIN WOOD-1979)

Pubblicato per: Editoriale COLUMBA - Argentina

Mandy Riley (testi di RAY COLLINS-1979)

Pubblicato per Editoriale RECORD (Rivista SKORPIO) - Argentina

La estirpe de Josh (testi di ALFREDO GRASSI-1979)

Pubblicato per Editoriale RECORD - Argentina

Kevin (testi di ROBIN WOOD-1981)

Pubblicato per: Editoriale COLUMBA - Argentina

Flopi (testi di CARLOS TRILLO-1987)

Pubblicato per: CLARÍN - Argentina - EURA Editoriale - Italia -

El Negro Blanco (testi di CARLOS TRILLO-1987)

Pubblicato per Diario CLARÍN - Argentina - Ed. EURA - Italia

Piel de lobo (testi di CARLOS TRILLO-1996)

Pubblicato per: Editoriale EURA - Italia

Sangre de brujas (testi di CARLOS TRILLO-1997)

Pubblicato per: Editoriale EURA - Italia - Ed. PERFIL - Argentina

Radzel (testi di EDUARDO MAZZITELLI-1999)

Pubblicato per: Editoriale EURA - Italia

Especies en Peligro (testi di VIVIANA CENTOL-2000)

Pubblicato per: Diario LA NACIÓN - Argentina

Skorpio (testi di RAY COLLINS)

Pubblicato per: Editoriale RECORD - Argentina

 

Paolo Arfelli
Paolo Arfelli
Blogger | Mobile Application Developer

Nato a Ravenna; ho avuto il piacere di aver frequentato un corso di grafica pubblicitaria tenuto da Umberto Giovannini, presso la T. Minardi di Faenza, dopo il quale intendo affrontare un discorso editoriale che possa completare il cammino professionale che voglio realizzare.

E' da qualche anno che ho il piacere di legare la mia capacità a Comunitàzione, in una collaborazione di testi e argomenti che valorizzano la serietà riposta da Luca Oliverio e il contesto in cui questo portale opera, tra pubblicità, marketing, informazione e tanto altro.

Ho in preparazione alcuni cortometraggi e la realizzazione di un magazine (DC DIRECTOR'S CUT) all'interno di Alphabet&Type®.