Trueid_art=8866&id_area=166&id_macro=3

#LOTTACOIFIOCCHI: Durex e Cesvi insieme contro l'AIDS

Il 1° dicembre si celebra la Giornata mondiale contro l’AIDS e Durex si impegna a fianco di Cesvi in una campagna il cui nome dichiara già l’intento: #LottaCoiFiocchi. Una lotta contro l’Aids attraverso i fiocchi rossi come simbolo iconico del World Aids Day e, contemporaneamente, un impegno concreto per “sistemare coi fiocchi” la diffusione della malattia attraverso la prevenzione e l’utilizzo del preservativo.

Oggi l’AIDS fa ancora paura, ma la sua diff­usione è sempre più sottovalutata. Eppure i dati parlano di 3.444 nuove diagnosi* di infezione da HIV ogni anno in Italia (pari a un’incidenza di 5,7 nuovi casi di infezione da HIV ogni 100.000 residenti). L’85,5% di queste è attribuibile a rapporti sessuali non protetti.
La prevenzione con l’informazione e l’uso del preservativo è il primo modo di combattere questa malattia. Per questo Durex ha deciso di sostenere Cesvi, organizzazione umanitaria da sempre impegnata a fermare la di­ffusione dell'AIDS nei Paesi più poveri del mondo, ad esempio lo Zimbabwe, attraverso attività di prevenzione e sensibilizzazione, oltre che di assistenza ai bambini orfani a causa dell'HIV.
Due i modi attraverso i quali si può supportare la causa: acquistando una confezione di preservativi Durex – dal 1 al 31 di dicembre** - in una delle oltre 3.000 farmacie italiane aderenti all’iniziativa, si riceverà in regalo una bustina con i tre sticker del progetto (il logo Durex, il logo #Lottacoifiocchi e l’iconico nastro rosso); oppure online su Comodo.it, Groupon.it ed E-bay.it con l’acquisto di una confezione da 12 o più preservativi Durex si potrà avere invece una tazza coi fiocchi.
Attraverso questi omaggi Durex e Cesvi vogliono invitare i consumatori a farsi portavoce di questa battaglia, dimostrando il loro sostegno alla #LottaCoiFiocchi anche semplicemente con una tazza da conservare sulla scrivania, da usare per un bel tè caldo o semplicemente da collezionare o con uno sticker da attaccare sul laptop o sullo smartphone.
Alcuni altri dati in merito alla diffusione dell’Aids in Italia*:
Tra le nazioni dell’Unione Europea, l’Italia si colloca al 13° posto in termini di incidenza delle nuove diagnosi da HIV.
Nel 2015, le regioni con l’incidenza più alta sono state il Lazio, la Lombardia, la Liguria e l’Emilia-Romagna. Milano la città più colpita.
Le persone che hanno scoperto di essere positive all’HIV nel 2015 sono di sesso maschile nel 77,4% dei casi. L’età media è di 39 anni per il genere maschile e di 36 anni per quello femminile. L’incidenza più alta è stata osservata tra le persone tra i 25 e i 29 anni (15,4 nuovi casi ogni 100.000 persone).
 
     
 
*Dati 2015, Fonte Istituto Superiore di Sanità
**fino ad esaurimento scorte

La nostra community

    Salvatore Pipero
    Luca Oliverio
    Claudio Capovilla
    Paolo Arfelli
    IQUII srl
    Francesca Sanguineti
    Gianluigi Zarantonello
    Jerome Sicard
    Emanuele Tolomei
    Roberto Marsicano
    Fabio Fiori
    Alessandro Prunesti
    alessia de leonardis
    pasquale romano
    Luigi De Luca
    Eidos Communication
    Michele Schisa
    Alessandro Mirri
    Roberta Fabiani
    Michele Rinaldi
    Simona Ibba
    Riccarda Patelli Linari
    Nona Stanciu
    Fabrizio Senici
    daniele vinci
    Alessandra Campanile
    Elena Ianeselli
    Luciano Saltarelli
    Anna Torcoletti
    Sara Caminati
    Nicola Ferrari
    Maresa Baur
    Alt Design Web Agency
    Giovanni Ciardulli
    Giovanni Cappellotto
    Ateneo Impresa

I nostri autori

Job Board

Cernuto Pizzigoni & Partners
cerca Art director Digital
inserita il 20/01/2015 19:09:22
Posytron Engineering s.r.l.
cerca Programmatore Java/WEB
inserita il 12/11/2010 15:45:28
Puoi farlo seguendo queste semplici istruzioni

Latest Posts