Tre diversi punti di vista sul retail innovativo all'Icat ComMeet del 7 settembre

Il ruolo della cultura nei consumi e le nuove sfide per il retail                                                                  

È la cultura di consumo creatasi negli ultimi anni, secondo Daniele Tirelli, a definire l’individuo come un consumatore di esperienze prima che un consumatore di beni. Le persone sono infatti ogni giorno in cerca di sensazioni. Conoscenza, relazione, innovazione, sono queste le vere sfide del retailer: fornire al cliente un’esperienza a 360 gradi, capace di creare preferenze e abitudini. Un altro punto di vista sulla cultura del consumatore è quello di Fabio Brescacin, che ha sottolineato il bisogno di informare il cliente e di trasmettere i valori aziendali, al fine di creare una sana cultura di consumo e una relazione cosciente e responsabile tra produttore e consumatore. Una parte importante del ComMeet è stata riservata anche all’innovazione tecnologica e al retail online, sicuramente una delle forme più innovative di vendita. Da questi temi parte l’analisi di Antonio Canovese, che ha dato una panoramica su come il digital sia in grado di generare relazione e fornire un servizio al cliente estremamente personalizzato attraverso il marketing “one to one”. Un’alchimia capace di unire esperienza online e offline.

Prossimo appuntamento: Come valorizzare il prodotto italiano e quali sono le sue enormi potenzialità nei mercati esteri? Eusebio Gualino, AD Gessi Spa, e Augusto Cremonini, AD Inalca Spa e Inalca Food & Beverage, parleranno del Made in Italy al prossimo appuntamento Icat ComMeet del 15 novembre.

http://www.commeet.it