...

Gli iPhones sono buoni canali per investire in pubblicità?

Gli iPhones sono buoni canali per investire in pubblicità?

 

Chi legge il mio blog può immaginare come il tema dell’internet mobile mi stia particolarmente a cuore, perché ritengo che su di esso ci sono margini di sviluppo molto rilevanti.

 Questa riflessione vale non solo per ideare e sviluppare strategie di mobile marketing, ma anche per offrire sul mercato servizi di georeferenziazione compatibili con i nuovi smartphone dotati di interfaccia GPS.

Oggi mi concentro sull’iPhone. Sappiamo ovviamente tutti cosa sia e come funzioni, ma sappiamo ancora poco se questo sia uno strumento adatto a rendere profittevoli le attività di comunicazione pubblicitaria.

In particolare, una ricerca pubblicata da eMarketer il 26 maggio 2009 afferma che gli utenti dell’iPhone tendono ad essere più reattivi ai messaggi pubblicitari rispetto a coloro che utilizzano smartphone di altre società.

La ricerca evidenzia come i messaggi pubblicitari veicolati sull’iPhone siano più efficaci (realizzino, cioè, una redemption maggiore) rispetto a chi utilizza un cellulare diverso. In particolare, la redemption sembra essere più alta per tutti i tipi di messaggi utilizzati: SMS, MMS, immagini o video trasmessi tramite bluetooth, ecc.

Sarà forse merito dell’entusiasmo generato dal successo delle interfacce touch-screen, ora presenti anche sul BlackBerry Storm, sui nuovi Palm eccetera eccetera……

 C’è da dire, tuttavia, che gli iPhone non sono ancora così diffusi presso il pubblico. Negli Stati Uniti, ad esempio, Nielsen stima che solo il 5,9% degli utenti di telefonia mobile sia entrato in possesso di questo smartphone nell’ultimo trimestre del 2008.

 Si tratta di numeri che sono destinati a crescere; c’è tuttavia da notare come, secondo una ricerca commissionata da Skype e condotta da Zogby International, il Blackberry continui ad essere primo nell’indice di gradimento tra gli utenti di smartphone (35%), seguito dall’iPhone (26,4%) e dal Palm Treo (11,3%).

 Infine, sempre restando ai numeri e ai dati (sempre fondamentali per chi si occupa di marketing strategico e comunicazione), la Rubicon Consulting afferma che i possessori di iPhone sono prevalentemente giovani sotto i 30 anni, molto esperti di tecnologia e propensi ad acquistare gadget e programmi per il loro telefonino sugli store online.

 

 Tornando alla domanda iniziale, ritengo che gli iPhone possano essere un buon canale per fare comunicazione pubblicitaria, purché questa rientri in una strategia di pianificazione integrata che preveda ovviamente l’uso concomitante di altri mezzi.
Tag dell'articolo ricavati in automatico: comunicazione pubblicitaria | mobile | marketing |

La nostra community

    Luca Oliverio
    Claudio Capovilla
    Angelo Schillaci
    Gianluigi Zarantonello
    Salvatore Pipero
    adolfo tasinato
    Paolo Arfelli
    IQUII srl
    Francesca Sanguineti
    Jerome Sicard
    Emanuele Tolomei
    Roberto Marsicano
    Fabio Fiori
    Alessandro Prunesti
    alessia de leonardis
    pasquale romano
    Luigi De Luca
    Eidos Communication
    Michele Schisa
    Alessandro Mirri
    Roberta Fabiani
    Michele Rinaldi
    Simona Ibba
    Riccarda Patelli Linari
    Nona Stanciu
    Fabrizio Senici
    daniele vinci
    Alessandra Campanile
    Elena Ianeselli
    Luciano Saltarelli
    Anna Torcoletti
    Sara Caminati
    Nicola Ferrari
    Maresa Baur
    Alt Design Web Agency
    Giovanni Ciardulli

I nostri autori

Job Board

Cernuto Pizzigoni & Partners
cerca Art director Digital
inserita il 20/01/2015 19:09:22
Posytron Engineering s.r.l.
cerca Programmatore Java/WEB
inserita il 12/11/2010 15:45:28
Puoi farlo seguendo queste semplici istruzioni

Latest Posts