• Log In
  • Recupera la password

Intranet o Internet: l’importante in azienda è condividere la conoscenza - terza parte

In questa terza e ultima parte veniamo ad analizzare i metodi di gestione e i flussi di una di una community.

Che sia raggiungibile da internet o che sia una sezione dell’intranet aziendale, una community professionale è sempre un modello ottimale di workflow, ossia un’ideale insieme di attori e procedure che potrebbero essere assimilato da quasi tutte le funzioni aziendali.

Un ipotetico schema di flusso dei contenuti si potrebbe così sintetizzare

Le parti attive sono quindi tre:
due di queste, uno steering commette delegato e la community di utenti necessariamente legati da obiettivi comuni, identificabili e raggiungibili.

In ultimo, uno staff redazionale dedicato allo sviluppo applicativo, generalmente esterno alla realtà aziendale e completamente dedicato allo sviluppo e gestione del servizio.

Esternalizzare il nucleo operativo offre due vantaggi vitali e immediati:

1) gli utenti non dialogano solo con la dirigenza, ma con un gruppo di specialisti che vivono professionalmente la variazioni e i picchi del clima aziendale. Non vivono la scelta aziendale come impositiva ma come propositiva (feedback bottom-up)

2) l’indirizzo del servizio viene deciso senza impattare sulla struttura aziendale e può essere armonizzato più velocemente

Lo Staff redazionale e i Membri sono in realtà il nucleo vitale della community in quanto solo la loro migliore interazione permette di innescare i quattro passaggi tipici di ogni community

1) lo startup
2) la crescita
3) la crisi
4) l’assestamento

Queste quattro fasi, in realtà, le possiamo ritrovare in ogni processo aziendale sano e ben impostato e quindi è ancora più essenziale che si rivelino in un processo di Knowledge management.

Possiamo sintetizzare nel grafico che segue il modello ideale del processo interattivo tra redazione e membri

E’ evidente che il processo vede un impegno iniziale alto della Redazione, che cresce con costanza, mentre è interessante notare come il coinvolgimento dei Membri, attraverso le fasi accennate, finisce col diventare sempre più importante e determinante con apporti di contenuti e idee.

La Redazione

1) Elabora i contenuti
2) Propone nuovi temi
3) Invita alla partecipazione
4) Risponde ad ognuno dei membri
5) Prepara speciali approfondimenti
6) Modera la community

I Membri della Community

1) Partecipano, discutono spiegano
2) Introducono a loro volta nuovi argomenti
3) Diventano riferimento

SONO I PROTAGONISTI

Se tutto si attiva come deve, il processo ideale di questa attività e le sue benefiche ricadute sono così rappresentabili:

Dove identifichiamo chiaramente il vero obiettivo di una community professionale:

LA RICADUTA POSITIVA VERSO I CLIENTI

Tag dell'articolo ricavati in automatico: redazione | community | aziendale | condividere la conoscenza | azienda |