Bentornato. Accedi all'area riservata







Non ti ricordi i dati di accesso?Recupera i tuoi dati

Crea il tuo account

756 SHARES

Scorreggiamo in allegria con Dolce e Gabbana

10/12/2004 98971 lettori
5 minuti

Va bene che la pubblicità debba essere in continua evoluzione. Va bene che debba rinnovarsi. Va bene che debba sempre stupire i consumatori. Però, francamente, l’ultimo spot di Dolce & Gabbana, ideato per reclamizzare gli orologi firmati dai due stilisti, appare di cattivo gusto. Per non dire schifoso. Cosa si vede nel promo? Due ragazzi che, dopo una romantica cenetta e tutta una serie di altri “convenevoli” tipici della vita di coppia, si ritrovano seduti sul letto a scambiarsi i regali. Cosa dona lui a lei? Un orologio di Dolce & Gabbana.

Fin qui tutto a posto, se non fosse che a un certo punto a lei scappa una “puzzetta”, e l’imbarazzo a quel punto è tangibile. Anche perché si tratta, citando i Gem Boy, di “Quello che le donne non fanno”: ragione ulteriore per cui, essendo invece capitato il contrario, la ragazza non sa proprio che pesci prendere. Ci pensa il suo premuroso e amorevole fidanzato a toglierla d’impaccio, sparando un peto ancora più rumoroso di quello della sua gentile donzella. Il senso dello spot, non molto chiaro in verità, potrebbe essere che, in amore, non debbano esserci inibizioni, e questa spiegazione sembrerebbe essere confermata dal claim: “For real lovers”, cioè “per veri amanti”.

Peccato che questa scritta, a coronare l’inguardabilità dello spot, sia affiancata da un cuore formato dai gas dei due fidanzati. Un po’ troppo, forse, non vi pare? Immaginate di imbattervi in questo spot ad ora di cena, mentre state gustando un buon piatto di quello che più vi piace: non provereste disgusto di fronte a una simile visione? Probabilmente sì, considerando che già di suo questa pubblicità provoca ribrezzo.

Se l’intento dei suoi creatori era quello di dare vita a uno spot trasgressivo, ci sono riusciti. Se poi, oltre a ciò, si voleva mettere in piedi qualcosa di innovativo, ok, anche in questo caso l’obiettivo è stato raggiunto. Ma se invece si voleva proporre al pubblico qualcosa di carino e simpatico… beh, è stato fatto un bel buco nell’acqua.

Massimo Giuliano
Massimo Giuliano
Blogger | Mobile Application Developer

Ho collaborato con varie testate cartacee, tra cui Il Tempo e Intercity. La musica è il mio interesse principale: ho recensito cd e concerti per vari siti Internet (NotizieNazionali.net, L'isola che non c'era, Musicalnews.com) mentre oggi sono redattore di IlPescara.it, gruppo editoriale Citynews-Today. Mi sono occupato per anni anche di uffici stampa e comunicazione, collaborando inoltre da esterno con agenzie ed emittenti tv per realizzare servizi ad hoc.

Tag dell'articolo ricavati in automatico: lo spot | gabbana | orologi | spot | dolce e gabbana |