ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
Massimiliano Hangler | altri suoi testi nel blog
I migliori modi per ottenere clienti spontanei

Nel web l’80% delle ricerche sono a carattere informativo (Fonte: Advanced Google Adwords, di Brad Geddes): a ciò si aggiunge un 10% di ricerche rivolte ad un sito web specifico. In altre parole solo il 10% delle persone naviga in internet con il chiaro intento di acquistare qualcosa. Una brutta notizia? Non proprio… Dipende dall’uso che stai facendo del tuo sito web e del tuo blog aziendale (se ne hai uno). Infatti questi due, e soprattutto il secondo, possono essere il ponte tra la tua attività e migliaia di persone potenziali clienti (anche in ambiti tecnici e B2B). Il segreto, se così possiamo dire, è quello di mettersi nell’ottica dei clienti piuttosto che dare continue informazioni sui tuoi prodotti o sul tuo mercato. Se il tuo sito parla solo della tua azienda e se pensi che un blog aziendale sia inutile, è megli che tu continui a leggere; tratti dall’esperienza di Marcus Sheridan (autore del blog Social Media Examiner), punto di riferimento per la gestione del Social Media Marketing aziendale, ecco 5 metodi pratici per cogliere i pensieri dei tuoi clienti potenziali, e trasformare la loro visita sul tuo sito (blog o portale che sia) in una richiesta di contatto/offerta. 1 Fare dei confronti Nel percorso di valutazione di un prodotto o di un servizio uno dei primi processi mentali che sorgono è la necessità di confrontare razionalmente le diverse possibilità e le loro caratteristiche, per convincerci che la scelta che stiamo facendo sia la migliore. Per questo scrivere opinioni e valutazioni sincere ed oneste per indicare le caratteristiche e i benefici di una soluzione verso un’altra è un ottimo modo per salire i risultati organici di ricerca in Google, oltre che essere un vero e proprio “servizio” nei confronti del mercato. La maggior parte delle aziende descrive solo il proprio prodotto/servizio con tono commerciale, ma la strategia giusta è quella di essere disposti ad aiutare nella scelta piuttosto che voler persuadere verso una direzione. Pensaci: i siti che aggiungi ai preferiti sono quelli di cui ti fidi perché ti hanno dimostrato di essere una fonte affidabile. 2 Le persone vogliono “il meglio” per loro Un secondo atteggiamento diffuso nella ricerca di informazioni prima di un acquisto è l’utilizzo della parola “migliore” associata al prodotto/servizio, oppure alla soluzione che si sta cercando. Ad esempio “miglior modo di riparare le gomme bucate per la bicicletta” può essere il titolo per un ottimo post che attirerà senza dubbio traffico qualificato sul sito web di una catena di negozi di biciclette. Basta applicare lo spunto al proprio settore, e i click spontanei non tarderanno ad arrivare. 3 Porre l’attenzione sui problemi Se una persona sta valutando di acquistare uno dei tuoi prodotti o servizi, valuterà sicuramente i pro e i contro della tua offerta rispetto a quella dei concorrenti. In questo momento del processo di informazione un articolo/post che parla in modo chiaro dei problemi più comuni relativi al tuo prodotto/servizio, dei problemi comuni ai principali prodotti/servizi concorrenti, e delle soluzioni di entrambi, è un ottimo modo per creare una relazione di fiducia con le persone. Otterrai anche una grande quantità di traffico spontaneo dai motori di ricerca e le tue pagine saliranno inesorabilmente nel ranking (la posizione) di Google. 4 Rivelare il prezzo Pensaci: il prezzo è uno dei primi aspetti ai quali pensi quando stai valutando un prodotto. Se non lo trovi su di un sito web cosa fai? Nella maggior parte dei casi lo abbandoni e cerchi questa informazione su di un altro sito. In più pochi rendono noti i propri prezzi in chiaro, e questo ti permette di approfittare ancora una volta del favore di Google, che riverserà sui tuoi contenuti il traffico qualificato dal web in cerca di questa informazione. Non è necessario sempre comunicare il prezzo esatto: può bastare un range o un paragone per farne comprendere l’entità, o almeno devi indicare i fattori che lo compongono. 5 Notizie importanti In ogni settore ci sono momenti nei quali alcuni eventi hanno un tale interesse per le persone da prendere il dominio sul resto per qualche giorno, se non per qualche settimana. Se ad esempio una grossa azienda del tuo settore fallisce, una tua valutazione in un post dedicato che analizza il contesto di mercato può attirare una quantità molto alta di traffico, poiché i mezzi di comunicazione on-line e off-line ti aiuteranno indirettamente ad avere notorietà facendo da eco alla notizia, se non addirittura riprendendo il tuo post come fonte informativa (anche tramite link). IN CONCLUSIONE Le idee sopra riportate sono spunti utili per immedesimarsi nei pensieri che un possibile cliente sviluppa nel momento informativo: attirare queste persone è il primo passo per una strategia di Social Media Marketing. Successivamente è bene non sprecare questo traffico e cercare di avere dei contatti spontanei, ad esempio con dei box di contatto o con documenti informativi come nel sito seguente: L’ultimo aspetto da curare nella strategia di web marketing è il rilancio dei tuoi messaggi su diverse piattaforme sociali per avere una multicanalità tale da raggiungere diversi tipi di destinatari anche in modo indiretto, ed essere “ri-lanciato” dagli stessi utenti che hanno trovato utili i tuoi contenuti.


VIA: Hangler Marketing



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Massimiliano Hangler - pubblicato il 09/04/2012 - permalink
lead generation web marketing


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Andrea Mazzeo | altri suoi testi nel blog

I criteri per il search engine marketing partono spesso dagli stessi presupposti: locazione geografica, parametri demografici, eventuali interessi estraibili dalla piattaforma di destinazione.

E’ proprio il luogo in cui avviene la pubblicazione degli annunci a rappresentare il valore aggiunto. Pensiamo a Facebook, in particolare. Gli oltre seicento milioni utenti  iscritti al social network generano un continuo flusso di contenuto utile non solo all’analisi del mercato, ma anche alla targetizzazione diretta.

Facebook Ads utilizza inoltre un algoritmo in tempo reale che incrocia le conversazioni che avvengono sul social network con il parco di annunci disponibili tra quelli pubblicati dagli inserzionisti. Gli aggiornamenti di stato, comunemente chiamati status, in particolare costituiscono la materia prima di una nuova espressione, sempre più mirata, della pubblicità online.

Sebbene poco trattato ancora in ambito SEM, Facebook si inserisce pertanto a pieno regime in questo ambito di comunicazione consentendo di entrare in contatto con un pubblico variegato.

Come funziona?

Facebook Ads
Nelle sperimentazioni che abbiamo condotto abbiamo isolato alcuni pensieri nei nostri status di Facebook. Ecco che, subito dopo la pubblicazione, sono comparsi nella colonna laterale alcuni link interessanti. Si tratta di link sponsorizzati, decisamente pertinenti e, in alcuni casi, di pagine (le vecchie fan, per capirci). Le associazioni non solo sono di pertinenza esatta, ma anche di compensazione (ad. es il vino legato al cannolo). Inoltre gli annunci correlati vanno a coprire la più ampia gamma di collegamenti mentali possibili: esemplificativa è l’immagine relativa allo status che tratta mal di testa e birra.

L’algoritmo di Facebook rileva dunque le keyword contenute negli status collegandole in tempo reale alle pagine e alle inserzioni a pagamento più pertinenti. Un sistema di inserzioni correlate che rende simile il social network di Zuckerberg ai tradizionali motori di ricerca.

Il Search Engine Marketing ha successo perché va incontro alla richiesta dell’utente che, nella query digitata sul motore di ricerca, esprime la propria richiesta. L’automatismo di Facebook però fa un passo in più, esplicita la richiesta. Espressa sotto forma di un pensiero personale lo status condiviso in un social network esprime un desiderio sebbene non precisamente strutturato e talvolta non cosciente. Pone immediatamente chi scrive, ma anche chi legge, all’interno di un contesto mentale adatto a recepire stimoli commerciali e non collegati all’universo che contiene quel dato concetto. Un concetto che da semplice dialogo quotidiano diventa keyword rilevante per gli operatori del marketing.

Indagare le parole chiave
Dai nostri esperimenti risulta che è la componente conversazionale a generare i migliori risultati. Più uno status è commentato e frequentato – e dunque visibile da più persone dalla bacheca principale di Facebook -  più la selezione di annunci correlati si fa pertinente.

Naturalmente i suggerimenti di pagine e link sponsorizzati si basano anche sulle caratteristiche di utilizzo del mezzo: compilazione del profilo e dati ad esso legato (oltre a quelli demografici, anche gli interessi), storico delle attività e dei link pubblicati, estrazione sociale degli amici più attivi.

La pertinenza delle segnalazione è data, oltre che da questi fattori, anche dalla disponibilità degli annunci e delle pagine. E’ chiaro che il fisiologico incremento degli inserzionisti produrrà una maggior qualità nella capacità di incrociare necessità presunte con brand e tematiche sempre più inerenti.


VIA: Bancomail Blog



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Andrea Mazzeo - pubblicato il 04/07/2011 - permalink
bancomail email marketing web marketing seo sem facebook search ads advert online


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Diego Guido | altri suoi testi nel blog

Per un'agenzia pubblicitaria, promuoversi al pubblico, più che un interesse, diventa una vera e propria ragione d'essere. Ecco perché l'agenzia mantovana copiaincolla ha spinto il suo nuovo sito tanto oltre.

 

L'idea è stata questa: trasformare il proprio spazio web in un vero circo. I visitatori vengono accolti dai gesti e dalle parole di una graziosa bigliettaia in costume e di un baffuto presentatore in frac. E poi trovate sipari, cannone e ogni tipo di attrazioni. Il risultato finale è notevole.

La navigazione è di grande effetto fin dal primo click in pre-home. Il livello tecnico complessivo è decisamente alto e tutti i video sono stati girati con tecniche cinematografiche. In ogni momento si percepisce perfettamente l'idea che copiaincolla vuole trasmettere “Vedete questo circo in cui vi trovate? Beh, è la prova che possiamo rendere tanto spettacolare anche il vostro lavoro. È la prova che sappiamo come fare per colpire il pubblico e lasciare il segno”.

 

Nient'altro, per non raccontare troppo. Ora provate solamente a fare un salto in platea.

 

www.copiaincolla.com


VIA: Ufficio Stampa copiaincolla pubblicità



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Diego Guido - pubblicato il 15/10/2010 - permalink
comunicazione web creatività grafica


Discussioni 0
Aggiungi un commento
diego sodero | altri suoi testi nel blog
Dal sito web metrotorino.it e dalla pagina Fecebook GTT è possibile scaricare sul desktop del proprio computer l’applicazione che permette di avere sempre a portata di mouse la web radio del Gruppo Torinese Trasporti.

Mosquito Comunicazione collabora da quasi 1 anno con Zip Progetti, Agenzia Torinese di stampo editoriale che cura dal 2008, su incarico del cliente storico Gruppo Torinese Trasporti, il progetto tecnico, musicale ed editoriale della web radio della Metropolitana di Torino.

Una collaborazione nata nell’ottica di fare networking, una tendenza che ha preso piede negli ultimi anni fra le piccole strutture di comunicazione e non solo: integrare le competenze e unire le forze per offrire ai rispettivi clienti un portafoglio di servizi completo e moltiplicare le opportunità di business.  
Il primo frutto di questa collaborazione è il widget animato della Web Radio metrotorino che dall’inizio del 2009 trasmette musica, news e informazioni all’interno delle stazioni della metropolitana di Torino e che fino ad oggi era possibile ascoltare dal proprio computer solo accedendo alla home page del sito metrotorino.it e gtt.to.it.
 
Il progetto widget nasce intorno alla fine del 2009, si concretizza nei primi mesi del 2010 ed è parzialmente ancora in corso.
 
Mosquito Comunicazione ha curato realizzazione tecnica e il progetto grafico, dice Diego Sodero titolare di Mosquito:
abbiamo lavorato partendo da una ricerca molto approfondita su case histories di web radio a livello nazionale e internazionale valutando le tecnologie utilizzate e le funzionalità dei widget,  da qui la decisione di implementare il widget con Adobe Air;
parallelamente è partito il progetto grafico che si è concretizzato in due proposte che mettevano al centro dell’animazione con modalità differenti i treni della metropolitana, la proposta scelta è un adattamento dell’immagine guida del Gruppo Torinese Trasporti. In pratica un profilo stilizzato della città di Torino sotto cui passa il treno della metropolitana. Il progetto grafico lo ritroviamo sia sul lettore della web radio che sull’applicazione scaricabile. Oggi accedendo alla home page del sito www.metrotorino.it mentre ascoltiamo la radio vengono visualizzati titolo e copertina del brano, da qui possiamo installare la web radio anche sul proprio desktop per avere sempre a portata di mouse musica, news giornaliere, segnale orario, informazioni meteo, notizie dal mondo GTT. E’ inoltre possibile richiedere la programmazione dei propri brani preferiti.
Un adattamento è già presente sulla pagina facebok del Gruppo Torinese Trasporti, molto presto anche sulla home page del sito gtt.to.it.
 
Il fenomeno web radio e instore radio ha avuto un notevole successo negli ultimi anni in vari settori, l’utilizzo di questo canale di comunicazione è stato sposato da marchi come GTT, Castoro Gioielli, Iveco, Mazda, Bacardi, Elena Mirò, Sanbitter.
Ma non si tratta solo di dotarsi di un supporto tecnico che permetta di programmare sul web contenuti musicali: ogni web radio nasce con obiettivi precisi , con un target di riferimento, ogni progetto editoriale e musicale ne tiene conto. Quindi un mezzo di comunicazione mirato utilizzabile per animare il punto vendita, per coinvolgere i propri clienti interattivamente e per fideizzarli. In quest’ottica anche il widget ha un ruolo importante, può essere infatti utilizzato per dare e ricevere informazioni dai clienti.
 
Se vuoi maggiori informazioni e approfondimenti sui vantaggi delle web radio e sul widget contatta Diego Sodero al 3460047827 o via email diego.sodeo@mosquitocom.it.
 
Vuoi conoscere meglio Mosquito Comunicazione ? Visita il sito/blog www.comunicazionepervendere.blogspot.com


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

diego sodero - pubblicato il 13/07/2010 - permalink
web radio internet radio widget applicazioni Adobe Air widget web radio Mosquito Comunicazione comunicazione per vendere


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Simona Solinas | altri suoi testi nel blog
In aula con l'agenzia PromoDigital

PromoDigital sbarca all’Event Lab con il corso Social Media Marketing.
Per chi di voi ancora non avesse sentito parlare di Web 2.0, UGC, WOMMA, è il corso ideale. S’impara con un metodo collaudato, ovvero il learning by doing: insegna come progettare un Piano di comunicazione non convenzionale on line, realizzando campagne di viral e buzz marketing orientate a stimolare conversazioni in merito a prodotti e brand dei client (brand activation)
Grazie alla recente fusione di PromoDigital con Wikio (il principale aggregatore di blog europeo), un’attenzione particolare verrà dedicata alle tecniche di engagement di blogger e opinion leader della rete, ispirandosi ai principi di un marketing etico e trasparente.


PIANO DEL CORSO


Modulo I – L’evoluzione del web 2.0

Analisi di scenario: dalla pubblicità tradizionale alla comunicazione peer to peer
La nascita di nuove esigenze da parte dei brand: l’agenzia e il suo organigramma
Il marketing 2.0: l’approccio conversazionale
Il buzz e il viral marketing
Crowdsourcing advertising
Case history

Modulo II – La campagna promozionale attraverso i Social Media
La creatività nei social media
Il social media marketing: strategie a lungo termine
Comunicare con Facebook e Twitter
Brand Community
Gestire il proprio personal branding

Modulo III – Il W-O-M-M-A
L’importanza del word-of-mouth
Modelli di misurazione: come misurare l’efficacia di una campagna
Case History

Projet Work

AMMISSIONE
Il corso si rivolge a laureandi/laureati e professionisti che abbiano necessità di specializzarsi in un settore di lavoro in forte crescita come quello degli eventi. Per l’iscrizione è necessario inviare il proprio cv all’attenzione di Elisa Masiero – elisamasiero@eventlab.eu –ed eventualmente fissare un colloquio informativo/conoscitivo. Il corso è a numero chiuso (massimo 20 partecipanti).

Il corso si terrà a Roma dal 3 al 5 giugno 2010.

Docenti:

Andrea Colaianni

Stay tuned!


VIA: PromoDigital



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Simona Solinas - pubblicato il 06/05/2010 - permalink
web 2.0 social marketing buzz marketing eventi marketing on line strategie corsi web corsi di formazione corsi marketing


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Gianni Gulletta | altri suoi testi nel blog
Dove e come la rete parla della GDO? Quale impatto possono avere i commenti dei consumatori su blog e forum sulle "brand reputation" della GDO?

Per rispondere a queste domande eXtrapola, leader in Italia nel monitoraggio e nell'analisi della informazione online, ha elaborato un report che illustra come sono comunicati e percepiti dagli utenti i brand, i prodotti ed i servizi che riguardano le principali catene di supermercati italiani. L'indagine è stata realizzata su una ampia base di informazioni online raccolte nell'arco degli ultimi due mesi. Dall'analisi risulta che sono i classici media web "istituzionali" come ad esempio quotidiani online che danno spazio più ampio ai temi più caldi relativi alla grande distribuzione. Le fonti cosiddette UGC (User Generated Content) come blog, forum e newsgroup danno al settore minor copertura. Infatti, dai dati raccolti si può riscontrare che circa 82 notizie su 100 provengono dalle fonti web più classiche. Il lavoro di eXtrapola evidenzia come le catene della grande distribuzione più visibili online sulle fonti web più classiche vedono primeggiare Coop Italia, a seguire Carrefour e Conad, mentre sulle fonti “User Generated Content” la più citata risulta essere Carrefour seguita da Esselunga e Conad. Fra le fonti UGC più attive sul settore il lavoro di eXtrapola fa emergere la rilevanza dei forum che hanno come target i responsabili di acquisto: alFemminile conquista la seconda piazza fra i "nuovi media" per copertura del settore. Guida la classifica il social network dell’informazione Diggita con il 9% circa dei contenuti raccolti. Per scaricare lo studio completo: http://www.extrapola.com/corporate/Newsletter/extrapola/folder.2010-05-06.2229975798/analisi-gdo-aprile10.zip


VIA: eXtrapola



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Gianni Gulletta - pubblicato il 06/05/2010 - permalink
gdo web reputation analisi web marketing


Discussioni 0
Aggiungi un commento
marco marozzi | altri suoi testi nel blog
il tuo prossimo provider

Ehiweb è il tuo prossimo provider di tutto ciò che passa attraverso internet: ADSL, telefonia VoIP, domini, spazio web, server, fax, sms. Una PMI italiana, fatta da professionisti appassionati del loro progetto.


VIA: Ehiweb



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

marco marozzi - pubblicato il 04/05/2010 - permalink
provider adsl sms fax spazio web voip


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Simona Solinas | altri suoi testi nel blog

con: PromoDigital - Wikio group

dove: Roma

quando: dal 3 al 5 giugno 2010

 

 

Social network, Social media e community on line, rappresentano oggi le piattaforme più innovative e interessanti per la comunicazione su internet, nell’era del Web 2.0.
Alimentate dai contenuti spontaneamente generati e condivisi dagli utenti della rete (User Generated Content), tali piattaforme si sono imposte rapidamente come luoghi ideali dove scambiare informazioni e interessi, imponendosi di fatto anche sul mondo del marketing e nella comunicazione.

Le conversazioni on line (buzz) relative a un prodotto – scambiate  tra utenti, fan, consumatori, prosumer, opinion leader, blogger, ecc. – oggi possono influire notevolmente sull’immagine di un brand oltre che diventare determinanti sulle decisioni di acquisto.

Per le aziende il libero passaparola (word of mouth) sul web può apparire come un rischio o un labirinto intricato che non si sa come percorrere.

Al contrario i Social media possono essere vissuti come un’opportunità:
•    per dialogare direttamente con i propri consumatori;
•    comprenderne le opinioni e rispondere in tempo reale;
•    monitorare e migliorare la propria reputazione on line (internet PR);
•    aumentare la propria visibilità sfruttando la viralità della rete.

Il buzz e il viral marketing, dunque, possono essere pianificati come veri e propri nuovi media, attraverso il coinvolgimento e l’interazione con gli utenti e i blogger in rete.

Il corso con PromoDigital insegna come progettare un Piano di comunicazione non convenzionale on line, realizzando campagne di viral e buzz marketing orientate a stimolare conversazioni in merito a prodotti e brand dei clienti (brand activation).

Grazie alla recente fusione di PromoDigital con Wikio (il principale aggregatore di blog europeo) un’attenzione particolare verrà dedicata alle tecniche di coinvolgimento (engagement) di blogger e opinion leader della rete, ispirandosi ai principi di un marketing etico e trasparente così come definiti dal WOMMA (Word of Mouth Marketing Association).


L’AGENZIA

PromoDigital è la prima agenzia category killer per tutto ciò che concerne il buzz marketing nei Social media. Un player fortemente specializzato con un posizionamento unico nel mercato italiano. Il punto di incontro tra brand, strumenti della rete (forum, blog e social network) e utenti che nel web sono soliti confrontarsi, informarsi, interagire.
Una piattaforma per gestire in maniera integrata le campagne di passaparola on line, un data base con più di 4.000 buzz ambassador, oltre 100 campagne di buzz lanciate dal 2008 a oggi, fanno di Promodigital la buzz company con più esperienza in Italia.
Lo staff è composto da specialisti del buzz marketing etico, le campagne rispettano al 100% il codice WOMMA (Word of Mouth Marketing Association). Promodigital fa parte di Wikio, il gruppo europeo leader nei social media.

 

 

IL PROJECT WORK

Il metodo didattico offre un format assolutamente innovativo: un modello "operativo", basato sul learning by doing, attraverso il quale i partecipanti potranno incontrare i migliori professionisti del settore e, grazie alla combinazione di lezioni frontali ed esercitazioni, realizzare un project work di altissimo livello.

 

 

INSEGNAMENTI
Il piano del corso in sintesi



Modulo I – L’evoluzione del web 2.0

Analisi di scenario: dalla pubblicità tradizionale alla comunicazione peer to peer

La nascita di nuove esigenze da parte dei brand: l’agenzia e il suo organigramma

Il marketing 2.0: l’approccio conversazionale

Il buzz e il viral marketing

Crowdsourcing advertising

Case history



Modulo II – La campagna promozionale attraverso i Social Media

La creatività nei social media

Il social media marketing: strategie a lungo termine

Comunicare con Facebook e Twitter

Brand Community

Gestire il proprio personal branding



Modulo III – Il W-O-M-M-A

L’importanza del word-of-mouth

Modelli di misurazione: come misurare l’efficacia di una campagna

Case History


Presentazioni Finali

 

AMMISSIONE
Il corso si rivolge a laureandi/laureati e professionisti che abbianonecessità di specializzarsi in un settore di lavoro in forte crescitacome quello degli eventi. Per l'iscrizione è necessario inviare ilproprio cv all'attenzione di Elisa Masiero – elisamasiero@eventlab.eu –ed eventualmente fissare un colloquio informativo/conoscitivo. Il corso è a numero chiuso (massimo 20 partecipanti).

 


VIA: Eventlab



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Simona Solinas - pubblicato il 14/04/2010 - permalink
web 2.0 social marketing buzz marketing eventi marketing on line strategie corsi web corsi di formazione corsi marketing


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Luca Oliverio | altri suoi testi nel blog
Spezzoni del 13-14 giugno per il marketing e la comunicazione vista dai blog

 

20 Tesi sul GOVERNMENT 2.0 in stile Cluetrain Manifesto (Roberto Cobianchi) | CASALEGGIO ASSOCIATI - Strategie di Rete

Grande è la soddisfazione dei "consulenti", soprattutto di tutti quelli che da semplici consulenti di web marketing sembrano diventati Guru di Government 2.0, in grado di trasformare normali impiegati governativi in persone desiderose di conversare con i cittadini. Non so negli Stati Uniti, ma se succedesse qui in Italia avremmo tutti un po' di timore - in fondo "abbiamo già i nostri problemi..." - misto a nervosismo, memori delle tristi vicende legate al famoso portale www.italia.it.
 

MyMarketing.Net - Marketing & Organizzazione - Cosa aspetti a decidere? Quali sono le ragioni per non scegliere 

Il contesto sociale ed economico in cui stiamo vivendo, fortemente influenzato dalla crisi economica mondiale, sicuramente agisce sui processi decisionali frenando la capacità di adottare prese di posizione poiché l’incertezza condiziona, dovuta alla non chiarezza dello scenario. In questo caso è sicuramente utile aumentare il grado di conoscenza, l’acquisizione delle informazioni, la consultazione di tutti gli strumenti e i mezzi di comunicazione accessibili, il confronto con altri soggetti che operano sullo stesso mercato.
 

I pericoli dell'advertising non contestualizzato | My web marketing

E' fondamentale in qualsiasi campagna pubblicitaria curare non soltanto il materiale che sarà distribuito sui media ma curarne anche la contestualizzazione sui vari media dove apparirà. Questa semplice regola non è nuova e vale per la carta stampata (dove solitamente i direttori di testata effettuano un controllo finale per evitare che sfugga ad esempio la pubblicità di una pellicceria accanto a una campagna o a un redazionale ambientalista) quanto per la televisione, il web, la radio, le affissioni, ecc. A volte però qualcuno pare dimenticarsene e combina disastri di comunicazione che, oltre a rendere inefficace la campagna stessa, trasmette addirittura un messaggio opposto a quello desiderato, con tutte le conseguenze del caso.
 

La bottega dei sogni | Fondazione Elia Spallanzani

La differenza è che nell'Accademia gli autori degli spezzoni fanno di tutto per non lasciarsi trovare, mentre i nostri pubblicitari reali stanno spammando tutti i social network con i loro link. Li abbiamo visti perchè sono anche su anobii, dove millantano di possedere una copia di Crocevia, l'elusivo capolavoro Spallanzaniano. Cosa ci sarà dietro xstatic, la pubblicità di un auto, di un film? e davvero come dice Gibson è ormai destino che tutta la creatività si trasferisca dal prodotto alla promozione?
 

La scrittura e il web. Italo Calvino insegna. « oh my marketing!

terrestre e quello in barca: e poiché la linea più breve tra due punti a Smeraldina non è una retta ma uno zigzag che si ramifica in tortuose varianti, le vie che s’aprono a ogni passante non sono soltanto due ma molte, e ancora aumentano per chi alterna traghetti in barca e trasbordi all’asciutto.
 

5 punti da rispettare per un dirigente che vuole usare Twitter | My social network 

Ovviamente ogni sbaglio può essere dannoso per il marchio della azienda e capita spesso di assistere a dirigenti che usano veramente male Twitter. Un esempio è quando ci si rivolge a un cliente parlando della profittabilità della propria azienda, dei propri investimenti, di quanto siano bravi, accattivanti, imbattibili, leader di mercato, ecc. Queste sono tutte cose di cui al cliente non importa assolutamente niente: al cliente importa conoscere ciò che è importante per sé stesso. Quando si entra in relazione con un cliente, si entra a far parte della sua esperienza e bisogna focalizzarsi su di esso. Ecco cinque punti saldi che un dirigente di azienda dovrebbe tenere sempre in mente quando sceglie di relazionarsi usando Twitter, massimizzando il ROI aziendale ed evitando danni al brand:
 

DeDe & Gateway 2.0: costruire la convergenza con i social media | I have an iDEa!

Il primo caso presentato si chiama DeDe (Device+Decoder): in pratica abbiamo portato un sistema di chatting su TV tramite set-top-box. Lo use case nasce dall’analisi del mercato Web 2.0, per cui, come si potrà facilmente noterà su social network come Facebook o FriendFeed, si generano conversazioni e focus group su specifiche trasmissioni televisione. L’Instant Messaging è il fulcro del servizio, intorno al quale vengono innestati una serie utilizzi per migliorare la user experience dell’utente e portare sulla TV i mondi Web e Mobile in maniera convergente e seamless. Quello presentato è una sorta di proof-of-concept: a livello progettuale le connessioni e i device utilizzati sono molto più intuitivi.
 

Technorati: Blogosfera in via di estinzione? Secondo me è selezione naturale! - Digital Worlds, il blog di Microsmeta

grandi social network come Facebook e i microblog come Twitter non sono la causa di questo apparente sfacelo, anzi nel mio caso hanno portato ad un incremento delle visite del 250%. In ogni caso, se vediamo le classifiche di Liquida, Blogbabel, Wikio e BlogItalia, sono anni che i blog censiti e frequentati in Italia non superano i 20.000, quindi è chiaro che gli altri "milioni di blogger estinti" non erano la vera "parte abitata della rete", ma persone che s'erano fatti il bloggetto per appoggiarvici le proprie fotografie, chiacchierare con gli amici dei loro affari personali e gridare "ci sono anch'io...!"
 

Come Aumentare la Visibilità sul Web: Tecniche di Viral Marketing | Alex Business Marketing 

Come ovviare a questo problema? Chiudendo tutto per dedicarsi ad altro? Non è nel mio carattere. Amo le sfide e, soprattutto, amo vincerle. Fu così che iniziai a studiare le tecniche migliori per portare visitatori verso la mia Attività Online. Non è stato facile ed, ancora oggi, continuo a studiare tutto il materiale che tratta l’argomento “traffico web” e di conseguenza anche il Viral Marketing. Ammetto che non è semplice capire tutto alla perfezione poiché la maggior parte di ciò che studio è americano. Ma provo, faccio test su test e cerco così di migliorare le strategie studiate in maniera da poterle usare anche con le risorse italiane.
 

Casting virale per Transformers 2 - La vendetta del Caduto | Marketing Non Convenzionale - Ninja Marketing

La Paramount ha realizzato alcuni video virali per Transformers: La Vendetta del Caduto. Si tratta di video dei provini per alcuni ruoli del film. Quello che vi proponiamo riguarda Mario, una macchineta del caffé con spiccato accento italo-americano! Qui i video degli altri provini.
 

Oltre 50 Loghi di Successo che Utilizzano Gradienti @ YouON

A metà degli anni ‘80 la Apple fece uscire il suo logo arcobaleno spostando difatto l’asse della creatività. Dopo oltre 20 anni possiamo dire che i designer qualcosa hanno imparato e qualcosa hanno anche inventato. Migliorando tecnologie ed idee i risultati oggi sono diversificati e qualitativamente accattivanti. Per riprenderci dal colpo subito in settimana dall’orribile Magic Italy riporto una lista di oltre 50 loghi sapientemente collezionati dal fantastico blog SmashingApps.
 

Marketing e social media: è ancora tempo di “giocare”? - Grafici Creativi 

Nella difficoltà di prevedere gli esiti di una campagna e di giustificare investimenti futuri, in assenza di strategie a lungo termine e dovendo spesso procedere per tentativi (quasi sempre nella postura di chi vuole o deve “provare” e “fare esperimenti”) chi si occupa di marketing non ha vita facile sul fronte dei “social media”. Eppure questo viene percepito come un fronte decisivo per il presente e per il futuro, come sembra attestare la persistente crescita degli investimenti anche in tempo di crisi.
 

Mobile advertising per devolvere il 5 per Mille al San Raffaele | Notizie | Telefonino.net

L’ospedale San Raffaele è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di diritto privato fra i più all’avanguardia nella ricerca biomedica e altre attività mediche di interesse nazionale e internazionale. Per sostenere la ricerca scientifica, ogni anno l’istituto San Raffaele di Milano lancia una nuova campagna pubblicitaria a favore del “5 per mille”.
 

[mini]marketing: Nemmeno i social media guru conversano davvero - quantità vs qualità nei social media [il blog del marketing minimale] 

Anche l'influenza esercitata si trasforma di conseguenza: chi mi consiglia un prodotto o un servizio (o se' stesso, come un politico) non e' piu' un "amico" o "contatto" o una relazione ma un "testimonial", un qualcuno famoso che sponsorizza qualcosa, ma che non rischia nulla nell'eventuale mia insoddisfazione relativa, al contrario di un mio vero amico o contatto in un piccolo gruppo interconnesso. Se a livello totale la sua influenza è alta, si divide pero' in 50.000 piccoli rivoli, spesso insignificanti se rapportati all'universo di ogni singolo follower.
 

Marketing Usabile: Jump Into a Frontiers Brain (le frontiere della (ri)scoperta)

Non solo la valorizzazione degli archivi, cosa che sta facendo molto bene, non solo la (ri)proposizione di retrospettive, cicli di film a tema, ma anche la creazione di nuovi generi televisivi, nuovi format, rileggendo e ricomponendo "frammenti narrativi" dal cinema, dall'arte visiva, dalla televisione e da Internet esplorando, esercitandosi nell'arte del mashup, la madre di tutte le palestre di creatività per il linguaggi che verranno
 

Nutri Balance. Bastardo di un cane. - SpotX

Molto divertente questa campagna stampa di Prolam Y&R di Santiago e, se me lo concedete, anche parecchio "bastarda". Mi riferisco ai protagonisti della comunicazione Nutri Balance, creature canine dall'indole "infida" che ne combinano di tutti i colori ai propri padroni.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Luca Oliverio - pubblicato il 15/06/2009 - permalink
Blob(Web)log bloblog aggiornamenti professionali


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Luca Oliverio | altri suoi testi nel blog
Spezzoni dell'11 giugno per il marketing e la comunicazione vista dai blog

Lo Zibaldone di Nicola: Facebook e le follie del dott. Chachacha

Per riderci su e non pigliarci molto sul serio ho creato insieme a mio fratello una pagina fan con cui creare e guidare gruppi ed eventi assurdi, ovviamente abbiamo scelto come guida spirituale: il dott. Chachacha, l'unico essere normale in questa terra di squilibrati, come ama definirsi. In pochi giorni abbiamo raggiunto 40 fan e 7 ospiti al primo evento: "The End", la festa celebrativa della fine del mondo! Che aspettate? Venite a trovarci! Chachacha!
 

Ambiente, comunicazione e sostenibilità

Anche la Fondazione Pubblicità Progresso sarà presente con un particolare allestimento: gli ingrandimenti di alcune campagne storiche realizzate sul tema dell´ambiente quando era ancora una associazione, e una proiezione in continuo delle più creative campagne internazionali degli ultimi tempi sull´eco-sostenibilità, la protezione della natura e le energie rinnovabili.
 

Marketing Usabile: You Came Out

In order to animate the singing bit, lip movement was created by animating a painted mouth on the singer Dede. This involved breaking the lyrics into phonetics and giving each sound a specific mouth shape.
 

Beyond advertising - mymarketing.it: il tuo punto di vista sul marketing - Benvenuti nel blog!

Nuovi media, nuovi mezzi, nuovi messaggi. È questa in sostanza la spinta che porta chi si occupa di pubblicità a prendere atto di internet come nuovo spazio/mezzo di comunicazione. La tendenza, già iniziata anni fa, è destinata a crescere, come confermano i dati (il 63% dei chief marketing officer a livello globale si aspetta una crescita della comunicazione pubblicitaria online, mentre il 65%di loro è certo che le forme tradizionali di pubblicità sono destinate a decrescere).
 

storytelling marketing - la fabbrica delle storie | webmarketing | e-xtrategy 

lo storytelling è in grado di ampliare e rafforzare questo processo di costruzione della marca: copy strategy, storyboard e claim altro non sono che gli ingredienti della narrazione di un brand. le storie dei prodotti potrebbero essere nate insieme ad essi, oppure costruite ad hoc, o ancora prese in prestito dalla letteratura e dalla memoria collettiva. poco importa, ciò che conta è che essa sia coerente con la strategia e la filosofia aziendale: ogni impresa ha delle origini da raccontare, dei fondatori di cui vantare le gesta, una cultura e un’identità che ne hanno determinato lo sviluppo.
 

La pubblicita' e' servita, con la partecipazione di Philip Kotler - IAB

A seguire l'intervento "Prima spremitura dell'advertising: come cogliere i frutti dei media partecipativi?" a cura di Giuliano Noci, Ordinario di Marketing Politecnico di Milano. a chiudere la mattinata la tavola rotonda "Il mondo della pubblicità nel frullatore: esiste una ricetta vincente?" con Mario Abis, Direttore Generale, Makno & Consulting; Massimiliano Magrini, Country Manager Italia, Google e Gianluca Spina, Dean, MIP Politecnico di Milano.
 

Advertising da favola per Volvo | Marketing Non Convenzionale

Simpatico annuncio di Volvo: il nuovo modello a XC90 ha solo 7 posti, Biancaneve rimane a piedi!
 

Marketing Virale: Zeitgeist, le teorie del complotto diventano web movie | Marketing Non Convenzionale - Ninja Marketing 

E chi ha deciso l’assassinio di John Lennon? E il terremoto in Abruzzo è stato un complotto ordito dai Testimoni di Geova? Cosa non sappiamo della strage di Ustica e del Moby Prince? La Uefa ha deciso la finale Barcellona-Manchester a scapito del Chelsea? E cosa dire infine dei numerosi complotti orditi da Franceschini, dalla moglie comunista, da Obama, da Murdoch e dalle toghe rosse orditi ai danni di Berlusconi?
 

Editor online... in fondo è semplice

"You simply need to ask a question. How cool is that? And, as a result, you establish yourself as a person. A real person. I hope that the people who connect with me on social networks see me as more than a name on a masthead. I engage with them. I show some personality, to the extent that I have one"
 

Consigli americani per gli editori

# Fair Share. Negotiate a higher price for content produced by the news industry that is aggregated and redistributed by others. # Digital Deliverance. "Invest in technologies, platforms and systems that provide content-based e-commerce, data-sharing and other revenue generating solutions." # Consumer Centric. Refocus on consumers and users. Shift revenue strategies from those focused on advertisers.
 

Viralmente: Il sito spot

La distruzione dell'interfaccia grafica di un sito web continua ad affascinare la comunicazione dei brand. Questa volta è toccato a Quicksilver che ha affidato l'opera demolitrice a cinque tra i più famosi skateboarder statunitensi, tra cui il celebre Tony Hawk.
 

Marketing Usabile: Ripensare il "Coinvolgimento di Marca"

Il passaggio dall'attenzione al coinvolgimento non è per nulla banale e dipende dal modo in cui una marca decide di porsi. Molto bella questa presentazione di Charlene Li, che ci offre davvero tanti stimoli su come (ri)pensare il "customer engagement" attraverso le tecnologie abilitanti del Web Sociale.
 

sopravvissuta a 5 AD in 6 anni: Marketing 2.0 a Firenze 

Anche se qui non compare il mio nome, nella giornata di domani parlerò anche io. Alla casa della creatività in centro a Firenze si parlerà di web marketing, di e-commerce, di motori di ricerca e tante altre cosine interessanti. Ingresso gratuito.
 

DR_WHO » Blog Archive » Facebook nel marketing non convenzionale

Una ipotesi di utilizzo di Facebook per una campagna non convenzionale, ideata dagli amici di Ninjamarketing. Prossimamente un utilizzo “alternativo” del più noto Social Network. Stay Tuned!
 

[mini]marketing: Lo strano caso del web 2.0 (seconda parte) [il blog del marketing minimale]

A: - Per quali investimenti calcolate il ROI? P: - Beh, per la verità, al momento, nessuno. Tanto investiamo sempre sulle stesse cose da 10 anni, eh e sappiamo cosa funziona. Ma sa, invece queste cose futuribili hanno bisogno di un calcolo preciso del ROI. A: - Ma, quindi... P: - Idea. Non potete costruirmi un algoritmo che scientificamente dimostri la validità dell'investimento 2.0, determini la quantità di risorse e le modalità tecnologiche e di interazione più adatte, con una probabilità di successo del 95 per cento, tarato con precisione statistica al 99%?
 

Copywriter on the road - Considerazioni sparse di un marketer con il cuore da copy

Due cognomi, messi uno accanto all'altro, possono creare strane ed equivoche affermazioni. Leggerezza da parte del committente o abile manovra subliminale? Probabilmente molti elettori anti-berlusconiani saranno stati ben felici di scriverlo!
 

Scacco al web - Giulia di Pisa e il viral marketing

Sarebbe interessante sapere se questa reazione antipubblicitaria porti comunque benefici a chi ha ideato la campagna pubblicitaria, ovvero e in altre parole: il viral marketing è invincibile?
 

Spot Lactacyd: una cover veneziana! - Mondo Donna

E sempre per rimanere in tema di messaggi pubblicitari che sfruttano temi sociali di rilievo per le donne a fini di lucro, come non parlare di quello della Lactacyd? Ecco un simpatico re-make delle ragazze dell'Onda di Venezia. E voi...come lo revisionereste?
 

Sysomos | Business Intelligence for Social Media

Over the past few months, Twitter has experienced explosive growth, attracting celebrity users such as Oprah, and a growing mountain of media and blog coverage. Sysomos Inc., one of the world's leading social media analytics companies, conducted an extensive study to document Twitter's growth and how people are using it. After analyzing information disclosed on 11.5 million Twitters accounts, we discovered that:
 

La Pubblicità User Generated e il cane 2.0…(ADV Reprint)

Siti come Zooppa mettono oggi a disposizione delle masse oppresse (dall’advertising top-down) concorsi per la produzione di video pubblicitari. I materiali realizzati sono votati dal pubblico, che elegge i vincitori che portano a casa un premio che può raggiungere i 3000 dollari. A questo punto il committente (come TomTom o Greenpeace) decide cosa farsene delle proposte ricevute.
 
11 JUN 09

disruption [creatività che rompe le convenzioni] :: guerrilla, ambient, street, direct e viral marketing :: new media and advertising trends

A volte basta guardare il mondo con uno sguardo diverso. Una semplice dimostrazione dell'utilizzo e dell'efficacia di Rentokil, prodotto leader nella derattizzazione: ruota la testa per conoscerlo e leggere il numero... e una volta fatto saprai cosa succederà al ratto. L'agenzia è Republik di Auckland.
 

Simply my Blog » La crisi come opportunità di comunicazione: il retail

esco ha creato all’interno del suo sito un’area dedicata alla ricerca di "alternative più economiche". Basta navigare all’interno dello store online e cliccare, dove presente, sul link See Cheaper Alternatives! per visualizzare lo stesso prodotto di un brand diverso (generalmente la private label di Tesco) ad un costo inferiore e aggiungerlo nel carrello (seguono screenshot dalla demo in flash presente sul sito).
 

disruption [creatività che rompe le convenzioni] :: guerrilla, ambient, street, direct e viral marketing :: new media and advertising trends 

Sexy Club, sito di "intrattenimento per adulti", vuole che i suoi iscritti rinnovino l'abbonamento annuale. Così decide di omaggiarli con un gadget per pc tanto inusuale quanto utile e divertente: uno specchietto retrovisore. Insomma, continua a divertirti. Lo spettacolo è davanti e del dietro... non preoccuparti! L'agenzia è la brasiliana DM9DDB.
 

Philips sdogana il giocattolo erotico? (e ribattezza la categoria) 

Interessante, in termini di comunicazione su aree "delicate", lo sforzo di trovare una denominazione del mercato che possa essere più accettabile di "giocattoli erotici" e simili. La genialata è stata definire il mercato come prodotti per il "Relationship Care"...


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Luca Oliverio - pubblicato il 12/06/2009 11:00:00 - permalink
Blob(Web)log bloblog aggiornamenti professionali


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche