ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
Salvatore Pipero | altri suoi testi nel blog
Ieri in commissione Patrimonio: fronte bipartisan per una gestione più collegiale

eri l’assessore alla Cultura di Como ha presentato i risultati del bilancio consuntivo dell’ultima mostra di Villa Olmo, dedicata ai capolavori del Museo del Belvedere di Vienna, chiusa con un buco di 483mila euro e con conseguenti polemiche con il braccio operativo del Comune, la Csu. La posizione del l’assessore è stata netta: forte dei risultati della ricerca sull’indotto economico dell’evento, le mostre a Como generano profitti e oltretutto dei buchi non occorre stupirsi giacché la giunta presieduta dal Sindaco era a conoscenza in fase di ipotesi previsionale di un primo “sbilancio” di 278mila euro. Il dibattito ha ribadito che le mostre devono continuare ogni anno per sedimentare il circolo virtuoso. Ma si deve organizzare meglio la raccolta fondi. Un punto ribadito - pur se con sfumature diverse - dal centrodestra, dal centrosinistra e persino dall’assessore al Bilancio, che ha invocato controlli più rigorosi sulle spese e forme contrattuali più “sicure” per gli accordi con gli sponsor. Il rappresentate leghista ha infine ribadito che «il valore delle mostre è indubbio, ma il modello gestionale incentrato soltanto sull’assessore va sicuramente cambiato».


VIA: Il corriere di Como



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Salvatore Pipero - pubblicato il 06/11/2008 - permalink
como villa olmo belvedere di vienna cultura bilancio


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche