ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
Silvia Boldrini | altri suoi testi nel blog

“HUMAN RIGHTS?” è l’evento artistico internazionale che parla dei diritti umani e della loro violazione. L’evento è inserito nella Settimana Europea delle Democrazie Locali voluta dal Consiglio d’Europa, nel contesto della Campana della Pace di Rovereto (Trento). L’evento, patrocinato dal Consiglio d’Europa e da Amnesty International, è tra gli eventi della Settimana Europea delle Democrazie Locali quale segnale forte per parlare di questo difficile argomento. “HUMAN RIGHTS?” aderisce alla 7^ Giornata del Contemporaneo AMACI 8 ottobre 2011. Vernissage: 17.settembre.2011 alle ore 18:00, presso la Fondazione Opera Campana dei caduti, con la performance del soprano Caterina Orioli con Habanera, aria tratta dall’opera lirica Carmen di Bizet. Pittura, scultura, fotografia, grafica, digital art, videoart, interactive art, performances e musiche di Sasà Mendoza. Visitabile dal 17 settembre al 16 ottobre 2011. Curatore: Roberto Ronca IL CONCEPT Il 10 dicembre 1948, viene proclamata la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani: per la prima volta nella storia dell’umanità, era stato prodotto un documento che riguardava tutte le persone del mondo. Ognuno di noi, per il solo fatto di essere nato, gode dei diritti sanciti nella Dichiarazione. Ognuno di noi, indipendentemente dal luogo nel quale è nato e vive, gode di questi diritti. Ognuno di noi ha diritti civili, politici, sociali, economici, culturali. Ognuno di noi è uguale agli altri. È sempre così? Opere di A. BEN, Elio ALFANO, Gennaro ANGELINO, Marco ANZANI, Donato ARCELLA, Giuseppe AUTIERO, Alfredo AVAGLIANO, Claudio BANDINI, Massimo BARBERIO, Elena BARS, Sandy BELLANTONI, Andrea Mario BERT, Nicoletta BERTACCHI, Luisa BIFULCO, Kika BOHR, Silvia BOLDRINI, Marilena BORDIN, Antonella BOTTICELLI, Stefano BUCCIERO, Irene CAESAR, Rinaldo CAPALDI, Massimo CAPPELLANI, Francesco CARBONE, Anna CARLEO, Alessandra CARLONI, Cosimo CAROLA, Carlotta CASTELLETTI, Viviana CAZZATO, Bruna CHERSONI, Luciano CIVETTINI, Giovanni COLANERI, Alfonso COMETTI, Francesco CONTARINI, Ugo CORDASCO, Mariana CORNEA, Fabio CORUZZI, Rodolfo CRISAFULLI, Andrea CUCCHI, Mercedes CUMAN, Elena DALL’OCA, Massimo DE ANGELIS, Dario DE CRISTOFARO, Antonio DE SUMMA, Alessandro DE TURRIS, Cristina DI CRISTINA, Sara DORIGO, Marzia DOTTARELLI, Paolo FACCHINETTI, Ornella ALAVIGNA, Enrico FIORE, Christian FOGAROLLI, Giacinto FRANCO, Giuliano GALEOTTI, Anna GALLO, Luisella GANDINI, Lucio GRECO, Gruppo SINESTETICO, Theo HUES, Giuliana IANNOTTI, Vincenzo IODICE, Gerardo IORIO, LIO, Josef LEITNER, Odilia LIUZZI, Sofia MAGLIONE, Alessandra MAI, Maria MALAPONTE, Maria Rosaria MARCHI, Ilaria MARCHIONE, Claudia MAZZITELLI, Francesco MESTRIA, Enza MIGLIETTA, Marcello MINNIA, Piero MOTTA, Mariangela NEVE, Patrizia NICOLINI, Franca Valeria OLIVERI, Giulio ORIOLI, Lidia PALUMBI, Diego PAVA WULFERT, Nadia PERROTTA, Francesca PETTINATO, Azzurra PICCARDI, Luca PICCINI, Oscar PIOVOSI, Gualtiero REDIVO, Alessandro RIETTI, Flavio RISI, Emilio RIZZO, Rossella ROLI, Maria Pia SACCONE, Sergio SANSEVRINO, Enrica SANSONE, Giuseppe SASSONE, Angela SCAPPATICCI, Alessandro SEVERIN, He SIEN, Antonella SORIA, Germana TAMBARA, Camilla TESTORI, Roberto TESTORI, Nina TODOROVIC, Ivan TONINATO, Mario VAROTTO, Paolo VITALE, Caterina VITELLOZZI, Nora YANEVA, Iaia ZANELLA, Erwina ZIOMKOWSKA, Alessandro ZIVERI. SITO UFFICIALE www.humanrightsart.com


VIA:



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Silvia Boldrini - pubblicato il 17/09/2011 - permalink
human rights diritti umani amnesty silviab silvia boldrini roberto ronca


Discussioni 0
Aggiungi un commento
piramide .net | altri suoi testi nel blog
I presuntuosi hanno bisogno di sentirsi al di sopra di tutti anche se spesso frequentano il settore da poco.

Nel nostro ambiente, machista come tanti altri settori, molti imprenditori e altrettanti dirigenti hanno sete di riconoscimenti – una presidenza, un posto da consigliere, una poltrona nell’associazione – e quando riescono ad ottenerli spesso cambiano perfino caratterialmente il loro rapporto con l’esterno o con l’entourage che li ha sostenuti fin lì. Persone così, lo sappiamo, son sempre esistite ma nel nostro settore son in aumento, un po’ come le recenti percentuali a due cifre date del nostro Ministro del Turismo.

Si propongono per i “comitati scientifici”, i famosi “tavoli”, per la “task force”, il “planning group”, insomma tutte quelle cose che possano portarli in evidenza sia sulla stampa sia nelle fiere di settore quando occorre stringer mani. Già, sono quelli che quando ti stringono la mano dopo tre parole, guardandoti a metà fra il Commissario Montalbano e l’Orazio di CSI Miami – quello rossiccio per intenderci -, recitano “Io sono uno pragmatico” che ricorda chi, sempre stringendoti la mano, dice: “fidati sono una persona onesta”. Ma se lo è che bisogno ha di comunicarlo?

Ho conosciuto persone così ma quelli per i quali la lavagna dei tollerati trova sempre meno spazio sono i presuntuosi. Veri e propri “turisti” del turismo, che per il solo fatto di aver acquistato una licenza A+B, in città o nel paesino dove google map non arriva, si elevano a strateghi del marketing, vaneggiano di improbabili network, si circondano di venditori e ancelle yes man, acquistano tutti i domini internet legati alle parole: albergo, turismo, vacanze e così via. Per questi provincialotti il turismo è solo “bottoncini da premere” su freesoftware o fatto in casa dai loro ancor più saccenti programmatori, che non parlano l’inglese e a malapena parlano la lingua italiana. Sbruffoni. Arroganti. Nutrono il bisogno di sentirsi al di sopra della gente comune. Dell’Agente comune. Quello che tutte le mattine tira su la saracinesca e accende il computer attivando i codici; quello che in questi periodi sta ancora ore al telefono ad ascoltar musiche dai centralini dei tour operator. Quello che però vanta un suo solido e preciso riferimento quotidiano: il Cliente.

I presuntuosi hanno bisogno di sentirsi al di sopra di tutti anche se spesso frequentano il settore da poco. Pensano che offrendo due cene si creino i presupposti di un’amicizia da pacche sulle spalle. Son convinti, da ultimi arrivati, di essere i migliori in assoluto quando non son nemmeno indicizzati per nome e cognome né lo sono le loro presunte attività turistiche. Trovano Direttori Tecnici che sono al tempo stesso i commerciali di zona di qualche tour operator o di qualche compagnia di navigazione, sperando di poter così trarne qualche vantaggio. Sfruttano stagiste che non pagano. Vantano migliaia di offerte sui loro siti, difficili da navigare anche per i più smaliziati, mentre la loro agenzia non ha nemmeno un gestionale ad hoc e trenta clienti consolidati. Per questo ricaricano le vendite del trenta per cento a parenti e amici, sperando di far cassa. Mirano ai bigliettini da visita “utili” frequentando tutte le fiere di settore. Pensano che trecento “amici” su Facebook – per di più ammiccanti sconosciute con lo stesso cognome – serva loro a vendere il pacchetto improvvisato con l’agriturismo di zona. Esibiscono all’occhiello di abiti grigi o blu, camicia azzurra e – orrore – polsini slacciati, simboli associativi troppo appariscenti. Parlano senza guardarti, che fa molto “Billionaire di provincia”, non distinguendo un booking engine da un GDS o da un allotment. No grazie, il turismo nazionale non ha bisogno di questi avventurieri. Diciamo loro di smettere. Il turismo passivo danneggia tutti noi!

La persona capace è umile. Il professionista capace sa che non può realizzare nulla da solo, ma soltanto grazie all’apporto degli altri. Il professionista umile sa che il successo nel suo mestiere dipende non solo da studi e conoscenze ma anche da circostanze e, perché no, un pizzico di fortuna. Il professionista non dà importanza ai riconoscimenti ma solo a ciò che riesce a creare nel suo quotidiano. Cliente dopo cliente. Con gentilezza. Con educazione. Con professionalità. Con cultura. Il professionista ascolta, studia e mette in atto.


VIA: ADVItalia



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

piramide .net - pubblicato il 21/01/2010 - permalink
turismo kornfeind piramide.net viaggi vacanze agenzie viaggi


Discussioni 0
Aggiungi un commento
daniele vinci | altri suoi testi nel blog
effetto sorpresa?

Solo oggi(forse un po in ritardo) mi sono accorto di uno strano "giochetto"...

 

Si tratta di Google Trivia, una pubblicità interattiva che dovrebbe suscitare l'interesse del navigatore con una domanda ammiccante tipo: Qual'è il punto più basso della terra? UN volta cliccato si vinee catapultati in un sito piuttosto che un altro.

 

Da alcune ricerche risulta che Google utilizzi questi "mezzucci" per ovviare alla classica pubblicità Ad Sense...

 

La domanda che mi pongo io è: Ma siamo sicuri che continuando con questi mezzi pubblicitari si possa incrementare maggior traffico? O è la solita teoria generalista di tutti i mezzi di comunicazione: Diamogli quello che vogliono!?

 

 


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

daniele vinci - pubblicato il 08/06/2008 - permalink
google trivia


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Alex Badalic | altri suoi testi nel blog
Ecco il viralissimo video promozionale del contest riservato ai creativi

KTTB, MizioBlog e doubleBBlog sono le strong>teste d'uovo, che hanno partorito il video promozionale della Seconda Coppa dei Marpioni, gran premio di Subbuteo per creativi pubblicitari.

Le gatte di via pliniosono le vittime sacrificali di tanta tenzone.

I milanesi di Crazy Marketing Network si sono ben guardati dal raccogliere la sfida. Possibile che nessuno dei paladini del non convenzionale trovi un po' di fegato?.


VIA: AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Alex Badalic - pubblicato il 06/03/2008 - permalink
comunicazione comunicazione non convenzionale marketing marketing non convenzionale subbuteo coppa dei marpioni crazy marketing network doublebblog kttb le gatte di via plinio mizioblog non convenzionale creativi creativi pubblicitari


Discussioni 0
Aggiungi un commento
redazione di comunitàzione | altri suoi testi nel blog
Dialoghi intorno al film “GIROTONDO, GIRO ATTORNO AL MONDO”

DALLA PARTE DEGLI INVISIBILI:  IL CINEMA NASCOSTO
Dialoghi intorno al film “GIROTONDO, GIRO ATTORNO AL MONDO”
Roma, mercoledì 19 dicembre - ore 19.00 - Centro Congressi d’Ateneo, Facoltà di Scienze della Comunicazione, Sapienza Università di Roma - Via Salaria 113, Roma
 
Il cinema nascosto, deviante, scomodo, insolito o semplicemente sconosciuto. Mash-up di generi, formati, durate. Scorrono lungo i canali dei festival e delle rassegne, poi scompaiono, in un oblio spesso non meritato.
Per circa nove anni Girotondo, giro attorno al mondo, il film cult di Davide Manuli prodotto da Gianluca Arcopinto nel 1999, è rimasto una sorta di misterioso oggetto non identificato, del tutto sconosciuto al grande pubblico. Al contrario, è stato celebrato da critici indipendenti e da alcuni registi che hanno visto in Girotondo un’autentica rivelazione, riconoscendo l’originalità e le qualità espressive di una favola dark capace di unire in un mix impossibile Abel Ferrara e Hal Hartley, Kusturica e Boyle, Pasolini e Wenders.
Oggi, grazie alla rivista indipendente Filmaker's magazine, Girotondo, giro attorno al mondo potrà essere visto da tutti in un Dvd allegato alla rivista.
Un recupero "cult" che precede quelli di altri film "invisibili", da “Nella mischia” di Gianni Zanasi a “Hermano” di Giovanni Robbiano, da “Le valigie di Tulse Luper” di Peter Greenaway a “Portami via” di Gianluca Tavarelli.
La tavola rotonda vedrà la partecipazione di Davide Manuli (regista di Girotondo, giro attorno al mondo),Gianluca Arcopinto (produttore di Girotondo, giro attorno al mondo), Antonietta De Lillo (regista) e Luigi Sardiello (direttore di Filmaker’s magazine). Modera il dibattito: Elio Girlanda, docente di teorie e tecniche degli audiovisivi.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

redazione di comunitàzione - pubblicato il 18/12/2007 - permalink
università la sapienza scienze della comunicazione via salaria


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche