ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
annalisa pisano | altri suoi testi nel blog
La Business School C Management inserisce il laboratorio “Grafica pubblicitaria”, a supporto dell’offerta formativa del Master in Comunicazione e Marketing.

Secondo Platone, l’idea è dentro di noi anche se non abbiamo incontrato nella nostra vita qualcosa che ce la rappresenti. Qualcun altro sostiene che non avevamo di certo l’Idea dell’ipod prima che Apple lo inventasse. Molti altri poi aggiungono che senza conoscere le caratteristiche tecniche dell’ipod non sarebbero mai nate tutte le successive applicazioni o le strategie pubblicitarie ad esso abbinate. Noi di CManagement pensiamo di risolvere la grande disputa offrendo ai nostri allievi del Master in Comunicazione e Marketing la possibilità di aggiungere all’offerta formativa standard un laboratorio tecnico che insegni ad usare gli strumenti di base di Adobe Illustratore e Photoshop. L’obiettivo non è diventare un grafico, web designer o foto ritoccatore, ma un traduttore simultaneo tra la lingua dell’azienda-cliente e l’ostrogoto del grafico, del web designer o del foto ritoccatore! Qual è la differenza tra un logo in jpg o in vettoriale? Dove posso trovare le immagini o i font più creativi per presentare delle bozze al mio capo o al mio cliente finale? E, dunque, quali idee posso permettermi di realizzare e quali, non avendo strumenti, devo lasciare nell’iperuranio platonico del mio subconscio?! Per rispondere a tutte queste domande, ISCRIVITI al Master in Comunicazione e Marketing - C Management www.cmanagement.it


VIA: C Management



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

annalisa pisano - pubblicato il 05/10/2011 - permalink
master roma master comunicazione e marketing grafica pubblicitaria corso grafica pubblicitaria c management C Management master comunicazione master marketing business school roma


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Roberta Pennarola | altri suoi testi nel blog
10 annunci stampa- parodia per denunciare importanti temi sociali

Una famiglia felice a colazione, disturbata da un senzatetto alla finestra.

Un paio di scarpe un po’ logore, compagne inseparabili di chi non arriva a fine mese.

Un anziano nel cassonetto, protagonista di un’improbabile e cinica campagna di rottamazione… 

Pubblicità regresso è una campagna di comunicazione sociale promossa da Aesse, il mensile delle Acli, in collaborazione con i copywriter dell’agenzia Scrittura.org e lo staff grafico di Aesse comunicazione. Ogni mese, nel corso del 2008, tra gli articoli del giornale  ha fatto capolino un annuncio – la parodia di una pubblicità o di un marchio famosi – realizzato per riflettere su temi sociali importanti, sfruttando i meccanismi e le regole della pubblicità, con ironia e un po’ di cinismo.

Pubblicità regresso è ora anche una raccolta dei dieci annunci stampa della campagna, completata da una serie di schede didattico-informative sui temi sociali affrontati e sugli elementi di base della comunicazione pubblicitaria.

Scarica le schede in PDF

Per informazioni:

Roberta Pennarola
roberta@scrittura.org
www.scrittura.org

 


VIA: Scrittura.org



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Roberta Pennarola - pubblicato il 23/06/2009 - permalink
comunicazione advertisting pubblicità comunicazione sociale copywriting


Discussioni 0
Aggiungi un commento
daniele vinci | altri suoi testi nel blog
censurata

Ho trovato su il blog censurato una sit-com con sfondo leggermete sui toni porno che sembra essere stata censurata...

 

 

Avete visto??? niente di cosi tanto scandaloso alla fine... Credo siano molto più scandalose, se non altro pericolose, le immagini stampate a grandi dimensioni nei cartelloni stradali... tipo questa famosa...

 

 


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

daniele vinci - pubblicato il 05/10/2008 - permalink
pubblicità censurata


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Alex Badalic | altri suoi testi nel blog
La community sulla comunicazione di Oglivy Italia

Guerino Delfino, presidente di Ogilvy Italia, amante come me di Voltaire e della fantascienza, mi ha fatto prevenite un libretto rosso che, dopo tanti anni, conserva ancora un certo spirito spirito rivoluzionario.

 

Quotations of David Ogilvy

Citazioni di David Oglivy

Il libretto è disponibile gratuitamente sul sito di Oglivy Italia previa registrazione alla sezione RedBooks, il loro forum di discussione sulla comunicazione.

Interessante questa iniziativa 2.0 da parte di una agenzia di pubblicità, la prima che ho scoperto. Sicuramente da tenere d'occhio.


VIA: AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Alex Badalic - pubblicato il 18/07/2008 - permalink
redbooks guerino delfino ogilvy italia comunicazione 2.0 agenzia di pubblicità


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Luca Oliverio | altri suoi testi nel blog
nuova pubblicità de Pubblicità Progresso

Agnzia: Longari & Loman di Assocomunicazione,
con la direzione creativa di Andrea Concato,
mentre il film è stato girato da Mercurio Cinematografica
con la regia di Emanuele Cova.

 

 

 

 

 

 


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Luca Oliverio - pubblicato il 10/07/2008 - permalink
pubblicità progresso sicurezza sul lavoro


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Luca Oliverio | altri suoi testi nel blog
Beamvertising.

E' tra le cose che ammiro di più da tempo: le nuove tecnologie applicate a vecchi concetti.

Questo tipo di pubblicità mi piacciono, anche se questa è ancora poco interattiva... ma almeno rompe gli schemi, attira e magari è anche gradevole. Un format ripetibile, con successo anche in altre location, in altre situzioni, e sopratutto in altri contesti.

In fiere, manifestazioni e probabilmente anche in altri luoghi chiusi, questo tipo di comunicazione pubblicitaria potrebbe sortire ottimi effetti.

Basta solo la fantasia e la creatività, guidate da un'ottima strategia.

 


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Luca Oliverio - pubblicato il 15/04/2008 - permalink
Beamvertising la pubblicità in movimento


Discussioni 1
Aggiungi un commento
Alex Badalic | altri suoi testi nel blog
A breve si apriranno le iscrizioni per la terza edizione della mostra sulla comunicazione rifiutata. AAA Copywriter Varese - News & Riflessioni

CREATIVES ARE BAD

Il bando per l'edizione 2008 è appena stato pubblicato, ma già si pensa di estendere i settori considerati anche al web e ai nuovi media. Ora tocca ai creativi farsi avanti per esorcizzare i tabù e scaricare le frustrazioni di lavori che i clienti non hanno voluto utilizzare, oppure che la censura ha fatto ritirare, trovandoli troppo "audaci" per essere mostrati al pubblico.

Perché di questo si tratta, della terza edizione di un'esposizione di pubblicità e di lavori di progettazione grafica rifiutati dai clienti o censurati una volta pubblicati. Lavori, in sintesi, che l'utente finale non ha mai potuto vedere o sentire. Lavori rimasti chiusi nei cassetti dei creativi, incapaci di interpretare le reali aspettative del cliente, troppo sognatori, troppo fantasiosi, troppo... "cattivi".

CREATIVES ARE BAD

CREATIVES ARE BAD, dunque, è un'occasione unica per conoscere e far conoscere pubblicità o lavori di progettazione grafica altrimenti sconosciuti ma anche per discutere delle problematiche legate al mondo della comunicazione. Perché determinati lavori vengono rifiutati? Scarso livello qualitativo, agenzie sorde alle esigenze del cliente, committenza con scarsa cultura della comunicazione, o clienti troppo intrusivi nel lavoro dell'agenzia? CREATIVES ARE BAD è dialogo. Conversazione tra agenzie, committenza e utente finale.

La partecipazione alla mostra è aperta a tutti gli studi di progettazione della comunicazione visiva ed alle agenzie di comunicazione d’Italia, che potranno proporre esclusivamente opere mai apparse in pubblico perché presentate ai clienti e rifiutate dagli stessi, o opere realizzate, proposte in pubblico, censurate, quindi ritirate.

Per quanto riguarda i concorsi, saranno accettati solo elaborati che hanno partecipato a gare il cui esito ha ingenerato polemiche per vizi di forma o la cui gestione è stata poco chiara.

I candidati, accanto alla spiegazione del proprio lavoro, dovranno illustrare le complicazioni emerse nell'iter del concorso.

Come si partecipa? Ogni studio o agenzia dovrà compilare la richiesta di partecipazione che troverà sul sito CREATIVES ARE BAD entro e non oltre le ore 12:00 di venerdì 06 giugno 2008 e inviare la richiesta compilata in ogni sua parte allegando un file .JPG o .PDF dell’opera da esporre con una breve descrizione della stessa ad info [at] creativesarebad [punto] com.

I partecipanti potranno presentare al massimo sei lavori, due per ciascuna delle categorie della mostra ed i media usati: progettazione grafica per la comunicazione visiva (concorsi, progettazione di identità visiva, infodesign, manifesti, ecc.), advertising (stampa e/o esterna), spot TV ma, anche se la cosa non è ancora ufficiale, gli organizzatori stanno pensando di modificare il bando per ammettere anche i siti Internet e i nuovi media.

CREATIVES ARE BAD

Le opere saranno sottoposte all’insindacabile giudizio di una giuria di esperti, membri dei direttivi delle maggiori associazioni di comunicazione e di pubblicità. La giuria selezionerà le 120 opere che riterrà più rappresentative e che saranno esposte nell'edizione 2008 di CREATIVES ARE BAD e chee potranno essere utilizzate a discrezione degli organizzatori, su tutto il materiale promozionale realizzato per pubblicizzare la manifestazione e sulla pubblicazione che verrà edita a fine mostra.

Se i lavori saranno selezionati, l’autore, l'agenzia o lo studio grafico dovranno sottoscrivere una liberatoria, in mancanza della quale la partecipazione a CREATIVES ARE BAD 2008 non sarà possibile.

Le opere inviate non saranno restituite.

La selezione delle opere presentate sarà comunicata ai diretti interessati tramite e-mail, e la lista completa sarà pubblicata sul sito CREATIVES ARE BAD entro il 16 giugno 2008.

Una volta ammesse, le opere dovranno essere inviate in formato digitale utile per la stampa, .TIFF a 300 dpi per le immagini, formato .DOC (max. 1.500 battute) per i testi esplicativi dell’opera.

Le opere complete dovranno essere inviate entro e non oltre le ore 12:00 di lunedì 30 giugno 2008.

Le opere potranno essere consegnate in due modi:

 

• Via FTP sulla directory predisposta
• Con l'invio di un CD/DVD a:

MTN Company s.r.l.
c.so Mazzini, 22,
84013 CAVA DE' TIRRENI SA

Con le opere e i testi, gli studi o agenzie dovranno inviare anche il proprio marchio in formato .JPG a 300 dpi ed in formato vettoriale (.PDF sprotetto) e una descrizione dello studio o agenzia in formato .DOC che non superi le 1.500 battute spazi inclusi, più 1 o 2 foto rappresentative dello stesso.

Per informazioni ci si può rivolgere alla Segreteria organizzativa presso MTN Company, tel. 089 3122124, info [at] creativesarebad [punto] com, info [at] mtncompany [punto] it.

La segreteria risponde dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00.

CREATIVES ARE BAD

CREATIVES ARE BAD è organizzata da MTN Company con la collaborazione di Comunitàzione.it/.

Ecco il bando di CREATIVES ARE BAD 2008!


VIA: AAA Copywriter Varese - News & Riflessioni



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Alex Badalic - pubblicato il 13/04/2008 - permalink
creatives are bad 2008 creatives are bad mtn company segreteria organizzativa comunitàzione.it creativi agenzie di comunicazione comunicazione visiva comunicazione esposizione di pubblicità mondo della comunicazione. progettazione grafica pubbl


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Luca Oliverio | altri suoi testi nel blog
un prodotto italiano che ci farà sorridere, oltre che affezionare alla non liscia e non gassata.

Euro RSCG di Milano invece lancio il nuovo commercial da 30" per Ferrarelle, con il tentativo esplicito di stabilre un rapporto immediato di prossimità e fiducia tra la marca e i suoi consumatori.

I protagonisti del film "child" sono un bimbo all'interno del grembo materno e la mamma. Ti disseti e il bimbo inizia a ballare sulle notte di You make me feel.

La Creatività tutta italiana è di Giovanni Porro, Luca Cinquepalmi, Dario Villa, Isabella Musacchia e Vincenzo Garzillo, con la regia di Peter Darley Miller, noto regista di Los Angeles. I movimenti del bimbo sono stati trattati in 3d dalla danza di una professionista, con la post produzione curata da The Mill, in sei settimane.

Released: April 2008
Brand name: FERRARELLE MINERAL WATER
Agency: Euro RSCG Milano
Country: Italy
Category: Non-alcoholic drinks


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Luca Oliverio - pubblicato il 04/04/2008 - permalink
ferrarelle euro rscg milano pubblicità


Discussioni 0
Aggiungi un commento
daniele vinci | altri suoi testi nel blog
quando l'automatico è una necessità

Simpatica pubblicità mazda...

 

 


VIA: http://www.meemi.com/g3cko/meme/10690



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

daniele vinci - pubblicato il 27/03/2008 - permalink
pubblicità


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Alex Badalic | altri suoi testi nel blog
Gli auguri non convenzionali di Touché

ALMENO A PASQUA FATE I BUONI

Perché AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni apprezza tanto Luca D'Alesio?

Queste tre tavole con gli auguri non convenzionali di Touché lo spiegano da sole.

ALMENO A PASQUA FATE I BUONI

Dunque, ragazzi...

ALMENO A PASQUA FATE I BUONI

ALMENO A PASQUA FATE I BUONI


VIA: AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Alex Badalic - pubblicato il 23/03/2008 - permalink
copywriter pubblicità varese aaa copywriter aaa copywriter pubblicità varese news & riflessioni auguri non convenzionali auguri luca d'alesio news & riflessioni touché pasqua


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche