ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
redazione di comunitàzione | altri suoi testi nel blog
è del 2008 il progetto, ma interessante.

Advertising Agency: Grey Group / G2 Hamburg, Hamburg, Germany
Creative Directors: Birgit Hogrefe, Christoph Knoebel
Art Director: Claudia Sackmann
Copywriter: Sebastian Merget
Illustration: Jennifer Eckert
Published: August 2008


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

redazione di comunitàzione - pubblicato il 17/04/2009 - permalink
Elefanten shoes Playbox - Bedroom


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Alex Badalic | altri suoi testi nel blog
The Ruyi, il turismo al confine tra prodotto e servizio. Un esempio che mescola le leve del marketing tradizionale al Web e alla tecnologia.

The Ruyi

H-play: Log607

The Ruyi, creato e realizzato da Log607 (H-play in rebranding), azienda di Treviso specializzata in giochi interattivi, è il primo prodotto/ servizio di turismo avanzato che sperimenta contemporaneamente, nelle diverse fasi di vita, tre generazioni di marketing.

Prima di passare ad un’analisi approfondita degli strumenti utilizzati, è interessante sottolineare due aspetti:

1) Log607 non è una multinazionale.

Questo, evidenza come la sperimentazione e le novità non siano peculiarità di strutture necessariamente medio-grandi ma, come siano il frutto di coraggio e competenze.

2) The Ruyi non è solo un prodotto, ma neanche completamente un servizio.

Questo secondo aspetto pone l’accento sulla maggior difficoltà di stabilire target, obiettivi di vendita e la necessità di competenze trasversali di marketing ma, nello stesso momento, specifiche del settore turistico in un background interattivo.

Queste due premesse sono molto utili per capire che, anche in Italia, una piccola azienda può imporsi in un nuovo mercato con un prodotto/servizio originale sperimentando un mix di marketing inedito.

Ora, passando all’analisi vera e propria degli strumenti sfruttati per la strategia di comunicazione di The Ruyi, si possono notare come questi cambino e si intersechino con facilità dal lancio fino alla gestione della rete vendita vera e propria.

I. LE 4 P DEL MARKETING TRADIZIONALE

Place: Venezia per giocare, ma tutta Italia per acquistare il format in librerie e locali.

The Ruyi: Venezia

Product: Un quaderno di gioco da acquistare e con cui sperimentare un’esperienza ludica interattiva con il proprio telefono cellulare che permette di scoprire Venezia attraverso una valida alternativa alle classiche guide turistiche.

Promotion: Venduto offline in librerie e locali aderenti al network di vendita dedicato (le librerie possono trattenere il 30% del costo di ogni singolo quaderno mentre i locali il 20%) e online nell’apposita area e-commerce in cui sono disponibili anche una serie di oggetti legati al mondo di The Ruyi. In più, Log607 ha siglato accordi con alcuni siti nella città di destinazione per la vendita del quaderno e dei gadget (anche i rivenditori online hanno l’opportunità di trattenere il 30% del costo del venduto).

Price: 22 euro per acquistare il quaderno di gioco e la possibilità di scoprire tre itinerari differenti.

The Ruyi: Quaderno di gioco

A queste, Log607 ha aggiunto...

Time: la lunghezza degli itinerari e la durata del percorso sono decisi direttamente dal giocatore (da due a nove ore).

II. BRANDING

Grazie al prologo che vede il fittizio professore universitario veneziano Carlo Dolfin protagonista del ritrovamento del diario che dà inizio alla ricerca dello scettro imperiale, Log607 è riuscita ad imporre sul Web il brand del proprio prodotto/servizio che, in realtà, è proprio l’oggetto della vicenda.

III. AMBIENT e EXPERENTIAL MARKETING

Con La notte del Ruyi e le fasi di testing in cui sono state coinvolte centinaia di persone contemporaneamente, il prodotto/servizio viene sperimentato e diffuso proprio in patria, a Venezia, sotto gli occhi incuriositi e stupiti di turisti e abitanti.

IV. VIRAL MARKETING e BLOGGING

Per continuare a presidiare il Web dopo la fase di lancio, sono stati scelti gli strumenti più utilizzati dagli utenti:You Tube e post su blog tematici.

A prescindere dai risultati di vendita, The Ruyi è l'esperimento perfettamente riuscito di un’azienda coraggiosa che ha saputo creare su misura una strategia di comunicazione che attraversa tre generazioni di marketing differente: tradizionale, guerilla e Internet.

Paola Borrescio


VIA: AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Alex Badalic - pubblicato il 02/07/2008 - permalink
the ruyi marketing tradizionale log607 h-play azienda di treviso giochi interattivi turismo avanzato fasi di vita tre generazioni di marketing multinazionale target obiettivi di vendita marketing settore turistico mix di marketing strategia


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Alex Badalic | altri suoi testi nel blog
Un video (quasi) virale molto ben fatto per promuovere un advergame.

Lazy guy gets a lot of Money


VIA: AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Alex Badalic - pubblicato il 19/05/2008 - permalink
play with reactivity reactivity link video virale video virale advergame


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Anna Torcoletti | altri suoi testi nel blog
"Happyness Factory-il film" e ADVentertainment

Nuova strategia, nuova cratività e nuove strade di conivolgemento per i consumatori di Coca-Cola, sempre più vicini allo spirito dei più fedeli mooviegoers.

Come?

 Attraverso “Happiness Factory – il film”, arrivata anche in Italia, la versione
epica della campagna lanciata lo scorso anno: l’ultimo film firmato Coca-Cola è più di uno spot, è un’avventura lunga un viaggio in cui la ricerca della felicità diventa il traguardo di una vita, ed il protagonista, grazie al suo coraggio e dopo innumerevoli avventure riesce a riportare la gioia nella “Happiness Factory – la Fabbrica della Felicità”.

Il progetto è stato presentato da ADVentertainment in collaborazione con Starcom, insieme hanno trasformato uno spot classico in un mini cortometraggio, dove non ci si è fatti mancare nulla: Videoclip, Computer Grafica, Creatività. Comunicazione e Cinema.

Per accrescere la visibilità del videoclip si è pensato di farlo recensire, allestendo una scheda film dettagliata sulla produzione e sulla regia del corto. Un moviepack, presente in MyMoovies, a tutti gli effetti dove sarà possibile trovare l'inmacabile possibilità di votare il nostro grado di preferenza  e gradimento utilizzando il classico metodo delle stelline.

Infine nel piano di comunicazione troviamo la posizione speciale per
eccellenza all’interno dell’homepage di Multiplayer.it.


VIA: Multiplayer



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Anna Torcoletti - pubblicato il 03/03/2008 - permalink
coca-cola spot cinema cortometraggio scheda multiplayer major


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche