ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
Fabio Fiori | altri suoi testi nel blog
l’istruttoria aperta nei confronti della Lega Calcio per la commercializzazione dei diritti televisivi delle partite di serie A e B, accontentandosi di accettare gli impegni presentati dalla Lega

La decisione dell’Antitrust sui diritti televisivi delle partite di serie A e B non soddisfa i consumatori. Lo scrive l'Adiconsum in una nota. "L’Autorità garante della concorrenza e del mercato - ha dichiarato il segretario generale Paolo Landi - ha chiuso troppo rapidamente l’istruttoria aperta nei confronti della Lega Calcio per la commercializzazione dei diritti televisivi delle partite di serie A e B, accontentandosi di accettare gli impegni presentati dalla Lega.

L'Adiconsum, che è intervenuta nel procedimento al fine di garantire una maggiore concorrenza sulla piattaforma satellitare (che offrirebbe più scelta e di conseguenza una riduzione dei prezzi), mettendo fine al monopolio di fatto praticato da Sky, non è affatto soddisfatta della decisione presa, che non aggiunge nulla in termini di ampliamento dell’offerta di trasmissioni televisive sul satellite. "La decisione dell’Antitrust - ha aggiunto il segretario nazionale Pietro Giordano - che permetterà alle pay tv di acquistare per la serie A anche le sintesi della durata massima di 10 minuti per ciascun tempo di tutti gli eventi del Campionato, trasmissibili subito dopo la fine degli incontri, non modificherà il mercato, perché riteniamo che non esistano consumatori disposti a pagare per vedere una sintesi. Per la serie B, che fatica a trovare un mercato di consumatori interessato e che di conseguenza interessa meno a Sky, la Lega Calcio, invece, offre maggiori aperture mettendo in vendita alle pay tv ben tre pacchetti autonomi, dividendo le dirette delle partite e permettendo la vendita dei soli anticipi e posticipi".

Secondo l'Adiconsum, la decisione dell’Antitrust in merito è tutta apparenza. Gli utenti televisivi del calcio dovranno continuare a pagare gli abbonamenti all’unico prezzo imposto dal monopolista o a cambiare piattaforma trasmissiva.


VIA: IM-IMPRESAMIA.COM



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Fabio Fiori - pubblicato il 26/01/2010 - permalink
calcio campionato serie b c televisione lega calcio sky antitrust concorrenza


Discussioni 0
Aggiungi un commento
redazione di comunitàzione | altri suoi testi nel blog
Spot School award e Legambiente presentano la settima edizione del premio internazionale del mediterraneo, concorso dedicato a giovani studenti

SPOT SCHOOL AWARD E LEGAMBIENTE
PRESENTANO LA SETTIMA EDIZIONE DEL
PREMIO INTERNAZIONALE DEL MEDITERRANEO,
CONCORSO DEDICATO A GIOVANI STUDENTI:
 
 “ATTIVISMO AMBIENTALE: PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO E ADESIONE AI VALORI FONDAMENTALI DELL’ASSOCIAZIONE”
 
CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
MERCOLEDÌ 24 OTTOBRE ALLE ORE 11,00
PRESSO LEGAMBIENTE ONLUS,
VIA SALARIA, 403 - ROMA
 
Un concorso internazionale dedicato a giovani studenti universitari che potranno misurare la loro creatività impegnandosi su temi di utilità sociale: tre diversi temi, ognuno dei quali ispirato all’impegno di associazioni no profit, da sviluppare sottoforma di spot pubblicitari per stampa, radio, tv e web.
La settima edizione di Spot School Award - Premio Internazionale del Mediterraneo, concorso patrocinato dal Senato della Repubblica, verrà presentata a Roma mercoledì 24 ottobre alle ore 11,00, nella sede di Legambiente Nazionale (via Salaria 403) alla presenza di Gerardo Siciliae Alberto De Rogatis di Associazione CreativisinascE, organizzatori del Premio, Rossella Muroni, responsabile iniziative associative Legambiente, Paolo Brivio, ufficio comunicazione Caritas I., Mauro Covino, docente Università LUMSA Roma, Enrico Cogno, presidente Centro Studi E. Cogno e Associati di Roma e di rappresentanti di ADCI, AIAP, della delegazione Lazio di Associazione Comunicazione Pubblica e Istituzionale e di Federpubblicità.
 
Anche Legambiente, infatti, per il quarto anno consecutivo propone ai ragazzi un tema che quest’anno avrà il titolo “Attivismo ambientale: promozione del volontariato e adesione ai valori fondamentali dell’associazione”.
“E’ richiesto ai giovani partecipanti specifica Rossella Muroni, responsabile iniziative associative di Legambiente - di realizzare campagne di pubblicità sociale che abbiano come obiettivo quello di accendere un entusiasmo personale e attivo nella difesa dell’ambiente nel suo complesso. I valori cardine che Legambiente chiede di veicolare con forza, innovazione e creatività sono proprio quelli del volontariato e della cittadinanza attiva”.
 
"Spot School Award, con l’endorsement di ADCI e SIPRA, oltre che di AIAP, Comunicazione Pubblica e Federpubblicità, - spiega Gerardo Sicilia, organizzatore del Premio - è dedicato agli studenti di scienze della comunicazione, di pubblicità e marketing; una competizione davvero stimolante che fa gareggiare su temi di notevole interesse sociale e culturale. Ogni anno assegna il Gran Prix “Sipra – Città di Salerno” al miglior studente ed il Golden School Trophy alla migliore università o scuola. Con 80 istituti partecipanti e con lavori prodotti da migliaia di studenti, rappresenta dal 2001 la vetrina più importante per valorizzare ed imporre all’attenzione di agenzie e media i più freschi talenti creativi."


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

redazione di comunitàzione - pubblicato il 23/10/2007 - permalink
spot school award università concorsi legambiente


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche