ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
Depositphotos | altri suoi testi nel blog
Arriva il primo riconoscimento internazionale come

L’applicazione CLASHOT, disponibile per iOS e Android, sviluppata dall’agenzia di microstock DEPOSITPHOTOS, è stata premiata durante il Microstock Expo 2013 di Berlino con il premio “BEST MOBILE APP AWARD”. Il 16 e 17 Novembre I teams di DEPOSITPHOTOS e CLASHOT hanno partecipato al Microstock Expo a Berlino. Il Microstock Expo è un evento che riunisce tutti i maggiori players del mercato della fotografia di stock, dando loro l’opportunità di presentare i loro ultimi successi e di confrontarsi in merito alle tendenze del mercato della fotografia di stock a livello internazionale. L’evento MEXPO AWARD è la cerimonia conclusiva che celebra le eccellenze del mercato microstock. I vincitori vengono scelti con un processo a votazione che si tiene prima dell’inizio dell’evento. Dopo aver gareggiato con le applicazioni sviluppate da Shutterstock, 123RF e Scoopshot, CLASHOT di DEPOSITPHOTOS è stata riconosciuta dai professionisti del settore come la Migliore Applicazione per la Fotografia Mobile. Il settore del microstock, in generale, si sta muovendo verso la fruibilità su dispositivo mobile: diversi dei principali players del mercato hanno recentemente lanciato la loro applicazione mobile. Ma, secondo le opinioni degli specialisti del mercato, CLASHOT di DEPOSITPHOTOS è la Migliore Applicazione Mobile attualmente presente sul mercato. Il progetto CLASHOT di DEPOSITPHOTOS, con la sua applicazione disponibile per iOS e Android, rappresenta un concetto totalmente nuovo del microstock - una “mobile photobank” in tasca! DEPOSITPHOTOS ha lanciato la sua innovative applicazione all’inizio del 2013, come risposta alla rapida crescita nelle tecnologie mobile ed il crescente interesse del settore e degli utenti verso la fotografia mobile. CLASHOT è la banca immagini di nuova generazione, che da ai fruitori di fotografia di stock un accesso immediate ad un flusso ininterrotto di immagini originali e creative, provenienti da tutto il mondo ed è fonte aggiuntiva di ispirazione e reddito per tutti i fotografi. “Il Premio MEXPO AWARD come BEST MOBILE APP è il riconoscimento che tutti i fornitori di microstock sono tremendamente orgogliosi di ricevere. Vogliamo esprimere la nostra gratitudine ai colleghi del settore per aver riconosciuto l’elevato potenziale della nostra Mobile Application CLASHOT e per averci conferito il premio. Ma, ancora di più, vogliamo ringraziare il Team che lavora al progetto di CLASHOT per la creatività, il grande spirito di squadra e la loro ispirazione. Abbiamo una squadra meravigliosa che lavora duramente e che guida il cambiamento del settore in meglio, e sono certa che molto presto avremo ancora di più da offrire” commenta Elena Flanagan-Eister, CEO di Depositphotos.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Depositphotos - pubblicato il 07/02/2014 - permalink
fotografia clashot depositphotos mobile photography smartphoneography iphoneography editoria immagini


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Francesca Castenetto | altri suoi testi nel blog
Tre giorni allo IED di Roma per parlare di visual magazine, il potere dell'immagine come strumento di comunicazione.

Se è vero che le immagini comunicano più delle parole, a Roma dal 9 all'11 ottobre l'editoria creativa internazionale avrà la possibilità di manifestare il proprio credo.
IED Roma e FEFE propongono BELVEDERE, un appuntamento dedicato alla nuova generazione dei periodici, i visual magazine. Si tratta di prodotti editoriali al top del linguaggio visivo della contemporaneità che spaziano dalla grafica alla fotografia, dalla urban art alla pubblicità.
Un settore questo che in Italia non ha ancora trovato terreno fertile, quindi per la prima volta nel mondo un festival seleziona, raccoglie e mostra gli esiti migliori di una ricerca che è andata oltre i confini nazionali.

Si vedranno all’opera le redazioni di tre magazine famosi nel mondo, Eyemazing, Lemon, Rojo e si potranno sfogliare un centinaio dei migliori titoli di editoria creativa, con un focus dedicato ai più originali e artistici.
Non mancheranno i momenti di approfondimento con due convegni di settore, dove si cercherà di capire come questi nuovi progetti editoriali stiano cambiando lo scenario della comunicazione e dell’arte. Ospite d’onore Domenico De Masi.

Venerdì e Sabato nella garden area dello IED di via Alcamo, l’artista Gianluca Marziani curerà una performance di Urban Art: ospiti Thomas Bires, Desiderio, Fupete, Massimo Giacon e Valeria Petrone.
L’ultimo giorno, festa finale con la proiezione dell’Osservatorio 2008 di VIEDRAM, il meglio dell’attuale produzione e sperimentazione nel campo della motion graphic.

L'appuntamento è inserito anche nel circuito di Roma.ArtWeekend.
Un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati della Comunicazione e delle Arti Visive.


VIA: Leggi la news sul sito IED



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Francesca Castenetto - pubblicato il 09/10/2008 - permalink
comunicazione festival visual art visual magazine editoria creativa IED FEFE Belvedere


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Cristina cardone | altri suoi testi nel blog
il nostro 12 ottobre, commemorazione colombiana o crisi della democrazia?

Quello che mi colpisce ogni giorno di piu' e' l'orientamento del governo verso politiche restrittive che in ogni tempo hanno caratterizzato la destra.

Ma nel Dna della sinistra non c'era il principio inviolabile della liberta' di espressione e di stampa? Non hanno forse combattuto il fascismo a causa di queste ed altre limitazioni della liberta'?

Questo clima di oscurantismo si distacca dai principi democratici e da tutti i paesi  dove internet e' libera diffusione.

Siamo in pieno paradosso: da una parte democratizzazione - ancorche' indisciplinata - implicita nella globalizzazione, che ha favorito la condivisione fra popoli fra loro diversissimi. Dall'altra, nuove e rigide norme restrittive ci pongono antagonisti della piena liberta' di espressione, rasentando l'anticostituzionalismo.  E in questo, temo, costituiremo la vera novita' rispetto a tutti gli altri paesi occidentali.

Ma l'ideale progressista che fine ha fatto?

 I provvedimenti delle ultime settimane (perche' questo non e' l'unico)  lasciano intravedere politiche confuse e timorose, che generano negli italiani sconcerto e preoccupazione. L'impronta censoria che aleggia, al di la' dell'effettivo esito  del disegno di cui si parla e' di cattivo auspicio.

Vero e' che hanno promesso di "aggiustare" e rivedere il "riordino" dell'editoria, e noi tutti lo auspichiamo, ma restera' purtroppo, una macchia sulle intenzioni che non si sono rivelate democratiche.

 

 

 


VIA: Dritto e storto



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Cristina cardone - pubblicato il 26/10/2007 - permalink
internet editoria


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche