ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
Cristiana Ceruti | altri suoi testi nel blog
ECO-CO-HOUSING = ECOLOGICA-INTEGRAZIONE-ABITATIVA

Intesa come reale intreccio di equilibri indissolubili che coniugano la sostenibilità ambientale, l’integrazione tra natura e ambiente costruito, il benessere umano a livello fisico - psichico, con la “socialità domestica”: l’uomo è a casa propria nel mondo e il mondo si fa casa negli uomini.

Il Concorso di Ideecostruttive che richiama energie mentali, suggestioni dell’anima, competenze specifiche per la realizzazione di opere e progetti che promuovano l’Ecosistema nel suo equilibrio Uomo - Casa - Ambiente. L’obiettivo principale del Concorso è quello di coinvolgere artisti o aspiranti tali, e futuri o attuali professionisti in Architettura - Ingegneria e Design perché investano creatività e talento. Oggi questi nuovi protagonisti possono rompere un comportamento distruttivo e irrompere nella realtà per ricreare l’equilibrio naturale dell’Ecosistema.

House Company, con “ECOHOUSING ART - PROGETTI PER ABITARE GLI SPAZI”
1a EDIZIONE CONCORSO NAZIONALE “PREMIO IMMOBILIARE 2010”, si è prefissata l’obiettivo di far “mettere in gioco” e rendere accessibile agli utenti il processo creativo dei protagonisti partecipanti al Concorso di Ideecostruttive allo scopo di far condividere e valutare in itinere il prodotto della creatività Uomo-Casa-Ambiente attraverso 3 fasi: work in progress, award in progress, art show in progress.


VIA: House Company Srl



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Cristiana Ceruti - pubblicato il 27/08/2009 - permalink
Ecohousing Ecohousing art cohousing ecosistema ambiente concorso premi bandi gara studenti professionisti artisti architetti ingegneri designer arte arti visive architettura repertorio mostre eventi design interior design giuria pop


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Elisabetta Ferri | altri suoi testi nel blog
A Expo Tecnocom, 1 - 5 febbraio 2009, in mostra tutti i cucchiaini realizzati per Caffè River

Caffè River mette in gioco la sua voglia di innovare e crescere, facendosi promotore, in collaborazione con l’Istituto Alberghiero Santa Marta di Pesaro e con il patrocinio dell’ADI Marche, del workshop Riverberazioni_Schizzi di caffè, nato per far dialogare il design con il mondo del caffè.

I designer chiamati ad elaborare nuovi concept sul caffè - Luisa Bocchietto, Roberto Giacomucci, Alessandra Baldereschi, Alessandra Pasetti, Monica Graffeo, Marina Bologni, Lucy Salamanca, ZP Studio, Joe Velluto, Enrico Azzimonti, Lorenzo Palmeri, Gum design – hanno esplorato tipologie di oggetti dedicati all’universo del bar, attraverso la realizzazione di un cucchiaino da caffè e di un oggetto personalizzato per il brand Caffè River.

Il lancio ufficiale del briefing si è svolto ad Arezzo l’8 luglio 2008 presso il Caffè River Training Centre, centro di formazione e ricerca sul caffè, che fornisce occasioni di incontro tra cultura ed industria. Al suo interno l’azienda dedica spazio alla formazione, fornendo corsi ed assistenza ai baristi che intendono aprire un’attività, agli studenti degli Istituti Alberghieri o ad esperti che desiderano rimanere sempre all’avanguardia.

I 12 designer coinvolti hanno partecipato con entusiasmo al progetto, esprimendosi con concept innovativi e ricercati, stupendo e superando le aspettative. Le idee sortite spaziano da piccoli oggetti da banconi fino a pratici elementi d’arredo utili per i baristi e i loro clienti.

Caffè River ha deciso di evidenziare in particolare due progetti per le loro affinità con lo spirito dell'azienda: Flexo, il cucchiaino disegnato da Marina Bologni e ReverSibile, la collezione di oggetti di Luisa Bocchietto.

I prototipi di tutti i cucchiaini disegnati per Caffè River verranno esposti in occasione della fiera Expo Tecnocom di Bastia Umbra, dal 1 al 5 febbraio 2009.

Riverberazioni_ Schizzi di caffè

Info: www.cafferiver.com/riverberazioni

e-mail: riverberazioni@cafferiver.com

diverrà una mostra itinerante che percorrerà gli Istituti Alberghieri di tutta la costa Adriatica.


VIA: Ufficio Stampa Caffè River



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Elisabetta Ferri - pubblicato il 23/01/2009 - permalink
bastia umbra expo tecnocom caffè design designer


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Luca Oliverio | altri suoi testi nel blog
anticipare è sempre meglio che ritardarre, tranne che col sesso.

Era atteso da anni il nuovo sistema proclamato spesso da Bill Gates, un uomo che quando parla andrebbe ascoltato attentamente.

Ricordo tempo fa quando un po' con fare minaccioso chiedeva alle aziende di comunicazione di semplificare i costi di accesso alla rete.

Lo ricordo bene.

Qualche tempo dopo sparirono gli accessi a pagamento, i provider, e nacquero le flat.

Qualche tempo dopo aveva dichiarato che i sistemi di comunicazione erano ancora troppo costosi, troppo lenti, troppi faraginosi e complicati.

Sono passati più di dodici mesi dalla sua apparizione da Fabio Fazio. Era in quell'occasione che ne parlò al grande pubblico italiano, dopo una conferenza "ristretta", si fa per dire, in concomitanza con lo SMAU 2006.

Oggi annuncia l'avvio di United: ovvero il sistema integrato, leggero e poco costoso destinato a rivoluzionare il mondo delle imprese: agevolando i contatti tra i vari operatori e soprattutto diminuendo drasticamente i costi, anche perché diminuiranno gli spostamenti e le perdite di tempo dovute ai mancati contatti tra i protagonisti.

da TGCOM
United Communcations rappresenta, agli occhi della Microsoft, la fine della videoconferenza tradizionale, quella costosa, tra due punti fissi, che sfrutta linee dedicate spesso onerose. Il nuovo programma integrato - che si muove attraverso qualsiasi tipo di collegamento veloce, dalla adsl al wi-fi, dal cavo alla rete cellulare veloce - permette di passare in un batter d'occhio, con un semplice clic del mouse, dalla email alla messaggeria instantanea, dal messaggio sulla segreteria telefonica elettronica alla classica telefonata.

Ovviamente il tutto è possibile con un semplice palmare o un telefonino oltre al poratile.

''Le comunicazioni verranno totalmente rivoluzionate'', secondo Gates.

Il Rount Table, un microfono-telecamera che può essere piazzato dappertutto e che, come un regista televisivo, cattura la immagini di chi sta parlando per poi trasmetterli in tempo reale agli interlocutori lontani.

Questa sembra l'innovazione più interessante...
Gli obiettivi di United Commmunications sono molto ambiziosi: raggiungere in tre anni 100 milioni di utenti, che dovrebbero essere in grado di ridurre i propri costi, tra viaggi ormai inutili e tempo perso in contatti difficili da fare, fino al 50 per cento.

Nuove sfide per gli interaction designer, nuove rivoluzioni in vista... perché la Microsoft fa da pilota, ma il volano lo metteranno come al solito gli sviluppatori indipendenti, gli innovatori: quella piccola fascia di popolazione che punta su fring, su skype, sui blog, quando ancora ad usarli sono una minoranza.

Attenderei quindi gli sviluppi di questa innovazione con molta attenzione e trepidazione, ma sopratutto farei di tutto, se fossi in voi, per capirla, anticiparla, studiarla e conoscerla.

Forse sembra una cavolata, ma in realtà quello che ci si sta per prospettare è la vera integrazione tra i diversi media.

E se i pianificatori (o media planner se preferite) non aspettassero che sia google a capirne le potenzialità ma lo anticipassero, iniziassero a crederci a puntarci, a lavorarci e a pianificarci?

per una volta potremmo arrivare prima degli altri ad un appuntamento.

Odio essere in ritardo.

Ma come col sesso, a volte è importante saper aspettare e cogliere l'occasione giusta.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Luca Oliverio - pubblicato il 17/10/2007 - permalink
united microsoft interaction designer innovazione futuro della comunicazione


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche