ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
Simona Solinas | altri suoi testi nel blog

con: Circuitbend.it
dove
: Roma
quando
: giugno 2010  

 

Il continuo evolversi dello scenario nella vita lavorativa e i rapidi mutamenti degli ultimi anni, hanno fatto sorgere la necessità di adottare strumenti di supporto che agevolano il cambiamento e creano processi di crescita costanti nei singoli così come nelle organizzazioni.
Il corso utilizza la tecnica creativa del Circuit Bending per introdurre il delicato argomento delle dinamiche collaborative di gruppo: dalla motivazione personale all’organizzazione delle proprie capacità creative, dal raggiungimento degli obiettivi alla gestione organizzata del tempo.

Cosa è il Circuit Bending

Il circuit bending (“piegare il circuito”) è l’arte di creare corto circuiti nei sistemi di comuni giocattoli, tastiere, radio, e strumenti elettronici, allo scopo di creare nuovi e unici strumenti musicali.

La sua storia

Reed Ghazala, a metà degli anni ‘60, è stato colui che casualmente ha scoperto la sorprendente forza creativa che un corto circuito può generare, un potere che può trasportare il potenziale di performance di elettronica audio in un universo alieno del suono e della funzione. Nel corso dei successivi 30 anni questa tecnica eccezionale, ha dato un assortimento stupefacente di dispositivi il cui peculiare sistema di voce sonoro non suggerisce solo un Instrumentarium nuovo, ma il risveglio di una forma d'arte in possesso di particolari procedure e sensibilità. Un modo inventivo di creare e catturare i suoni più remoti e nascosti di giocattoli e strumenti musicali elettronici per poter dar vita ad un nuovo modo di crearsi i proprio strumenti originali, concependo la sperimentazione elettronica in una maniere del tutto inusuale.

Obiettivi del corso

Il corso è suddiviso in due parti: la mattina è dedicata alla parte teorica, incentrata sulle dinamiche del team building, e una parte pomeridiana che, introdotta la tecnica del Circuit Bending, intende:

 

•    accrescere la motivazione e l’assunzione di responsabilità

•    lavorare sulle resistenze al cambiamento

•    fornire strumenti e metodi per lo sviluppo organizzato personale e di gruppo

•    provocare un continuo processo di apprendimento e trasformazione delle proprie conoscenze in reali capacità operative

•    sviluppare l’orientamento al problem solving, all’azione e alla focalizzazione

 

IL PROJECT WORK

Per meglio mettere in pratica le nozioni di creatività e team building il corso propone un’esercitazione sul Circuit Bending, che preveda la trasformazione di vecchi giocattoli in macchine sonore.

INSEGNAMENTI
Il piano del corso in sintesi

 

MODULO I - IL TEAMBUILDING
La motivazione personale e la creatività come espressione del sé
Strumenti organizzativi e gestione del tempo
Tecniche di problem solving
Il lavoro manuale come terapia
Cos’è il Circuit Bending?
L’”anti-teoria” di Reed Gazala

Mattina: 9.30 – 13.30

 

MODULO II - IL CIRCUIT BENDING

Nozioni di base di elettronica: le parti di un circuito
La tecnica della saldatura
La ricerca del prodotto, come trovare le parti a buon mercato
Come lavorare con materiali d’epoca

Pomeriggio dalle 14.30 alle 15.30

 

Esercitazione  

dalle 15.30 alle 19.30

 

Dotazioni tecniche
Lista materiale per partecipare:


- un buon saldatore da 40-60 Watt con la punta il piu' sottile possibile, provvisto di appoggio
- stagno 0,8 mm
- serie di cacciaviti a stella per viti di piccolo diametro.
- giocattoli, radio, strumenti musicali, effetti a pedale A PILE
- trapano con punte piccolo diametro
- un piccolo sistema di amplificazione a batterie ad uso “monitor audio personale”(facoltativo)
- materiale elettronico ( A PERSONA):

•    1-2(uno/due) switch ad 1 posizione on/off
•    1(un) pulsante on/off momentaneo
•    1(un) potenziometro 100k o 470k o 1Mohm,
•    Resistenze varie(es. 1k,10k,100k, ecc..)
•    1 (una) uscita jack (femmina) audio ¼” e/o 1/8”
•    cavi “ a coccodrillo” per collegamenti nei circuiti.

AMMISSIONE

Per l'iscrizione è necessario inviare il proprio cv all'attenzione di Elisa Masiero – elisamasiero@eventlab.eu –ed eventualmente fissare un colloquio informativo/conoscitivo.


VIA: Eventlab



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Simona Solinas - pubblicato il 14/04/2010 - permalink
team bulding eventi aziendali agenzia eventi corso eventi organizzare eventi corsi incentive musica elettronica eventi roma


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Emiliano Pintus | altri suoi testi nel blog
Come innovare, come implemetare e come motivare

Che cosa bisogna sapere per creare una strategia di innovazione? Quale è il modello di gestione dell'organizzazione aziendale piu efficace?  Come si cala in tutta l'azienda una strategia decisa dalla proprietà o direzione? Come si gestisce il personale nell'era dell'informazione globale? Questi ad altri argomenti verranno trattati nel corso dela presentazione di questo modello innovativo di fare azienda in questo momento di mercato dove la crisi è anche in gran parte dei modelli di gestione delle attività imprenditoriali.

Il nuovo approccio nel mercato in crisi con tecniche di innovazione usate in modo integrato

1-Olismo come approccio alla gestione d'impresa.

2-Marketing. Presentazione della Strategia Oceano Blu, per vincere senza competere.

3-Controlo di gestione direzionale con la Balanced Scorecard, un approccio intelligente, che collega concretamente la strategia alle operations e che contempla misure di controllo integrato del processo aziendale a tutti i livelli. Il modello BSC, dovuto a R. Kaplan e D.Norton (1992), superando l’ottica unidimensionale dell’azienda, fornisce una visione equilibrata ed integrata delle varie componenti della gestione aziendale.

4-Dream coathing, per dare motivazione al personale durante il cambio di direzione dell'organizzazione aziendale e renderlo libero di esprimere tutto il potenziale personale in modo funzionale ad un progetto.

 


VIA: Emiliano Pintus, consulente mrketing strategico media impresa



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Emiliano Pintus - pubblicato il 18/03/2009 - permalink
soluzioni aziendali in periodo di crisi


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Salvatore Pipero | altri suoi testi nel blog
Lo stress legato al lavoro.

Sicurezza sul lavoro: tema scottante, che negli ultimi tempi ha trovato molta enfasi sui media.
Moda dell’informazione urlata? Sicuramente è un argomento che tocca tutti i lavoratori sia che essi siano manager (vedi gestione del personale, responsabilità, etc) o che siano dipendenti aziendali. Uno dei fattori che incide maggiormente sulla sicurezza è lo stress, causa di danni diretti (es. fenomenologia legata ad eccessivo carico di lavoro) o danni indiretti (es. in attività manuali lo stress può condurre a disattenzioni fatali sui luoghi di lavoro).

La crescente enfasi al tema non è un fenomeno nazionale bensì argomento caldo in tutta Europa. Tant’è che l’Agenzia Europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (OSHA) ha condotto uno studio nel quale si precisa che il 20% dei lavoratori europei teme per la propria incolumità fisica per lo stress legato al lavoro. Se poi si va a scandagliare la ricerca si scopre che lo studio più recente riporta in 20 miliardi di euro il costo generato dallo stress sul lavoro in Europa, dato che - rapportato alla stima dei Pil degli Stati nel mondo - risulta essere l’1,5% del Pil dell’Italia, ma soprattutto nella classifica dei Pil lo “Stato dello stress” (con il cambio attuale euro-dollaro) si collocherebbe al 79° posto nella classifica 2007 della Banca Mondiale, appena prima del Kenya.


VIA: PMI Blog



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Salvatore Pipero - pubblicato il 07/10/2008 - permalink
Sicurezza sul lavoro manager dipendenti aziendali stress


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Salvatore Pipero | altri suoi testi nel blog
Niente costa di più di ciò che si è comperato con le preghiere.

  • Bisogna servire al tempo e farsi servire dal tempo.

 

  • Volgi la mente da questa bassa aiuola a così eccelse meditazioni! Fallo adesso, finché il tuo sangue è caldo e sei ancora pieno di vigore, questo è il momento per guardare più in alto!

 

  • Di tempo non ne abbiamo poco, ne sprechiamo tanto. L'uomo grande non permette che gli si porti via neanche un minuto del tempo che gli appartiene.

 

  • Nessuna cosa ci appartiene, soltanto il tempo è nostro. Omnia [...] aliena sunt, tempus tantum nostrum est.

 

  • È necessario imparare tanto a lungo quanto a lungo si vive.

Voglio consegnare alla storia quel che è successo in cielo il giorno prima delle idi di ottobre, inizio di un anno straordinario, di un'età felicissima. Non ci sarà posto né per il rancore, né per l'adulazione. Quello che sto per raccontare è tale e quale a come è accaduto. Nell'ipotesi che qualcuno venisse a chiedermi la fonte di tali avvenimenti, è bene mettere subito in chiaro questo: se la cosa non mi andrà a genio, non risponderò. D'altronde, chi mi potrebbe forzare? So di essere diventato padrone di me stesso, il giorno in cui se ne andò finalmente all'altro mondo quello che aveva dimostrato la verità del proverbio: «conviene nascere re o scemi». (1995)


VIA: Wiki



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Salvatore Pipero - pubblicato il 17/08/2008 - permalink
Tempo al tempo dal tempo per tempo


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Alex Badalic | altri suoi testi nel blog
Un successo per il blog collaborativo di Davide Tommasin, Matteo Cisilino e Alex Badalic

Informatica Friuli

Alex Badalic è riuscito ad ottenere per Informatica Friuli la distribuzione in Italia degli esilaranti video di The AV Club.

The AV Club

I dettagli dell'operazione si possono leggere su AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni.


VIA: AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Alex Badalic - pubblicato il 24/02/2008 - permalink
aaa copywriter pubblicità varese - news & riflessioni alex badalic distribuzione in italia informatica friuli mediazione the av club video


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Alex Badalic | altri suoi testi nel blog
E li vuole feroci e affamait!

LUPI FUORI DAL BRANCO?

Cerchiamo autori aggressivi e preparati che vogliano farsi notare. Non offriamo nessuna retribuzione, ma garantiamo una visibilità eccezionale!

Informatica Friuli, il blog collaborativo, di Davide Tommasin, Alex Badalic e Matteo Cisilino, entrando a fare parte di Crazy Marketing Network, di cui si attende a giorni l’esordio, sta riorganizzando la propria linea editoriale.

Cerchiamo autori che trattino dei nostri temi: marketing, comunicazione, marketing non convenzionale, grafica, programmazione, Webdesign, SEM/SEO, disponibili ad inviarci almeno un post settimanale che risponda ai nostri standard. Chiediamo impegno, aggressività, intelligenza e scrupolosità.

Offriamo un supporto Internet ottimamente indicizzato, Google PageRank 5, parte di un circuito di 37 blog specializzati.

Dopo il primo periodo di rodaggio, i nostri autori vedranno il loro profilo online, i link al loro sito/blog, e i feed ridistribuiti in tutta la blogsfera italiana.

Lupi della blogsfera, il branco vi attende!

Contattate direttamente Alex Badalic.

Informatica Friuli

Informazioni, tecnologia, libertà digitale… chiavi in mano


VIA: AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Alex Badalic - pubblicato il 19/02/2008 - permalink
informatica friuli crazy marketing network alex badalic davide tommasin matteo cisilino blog blog collaborativo blog specializzati blogsfera italiana comunicazione feed google grafica link marketing non convenzionale marketing pagerank pro


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Anna Torcoletti | altri suoi testi nel blog
Urbino 13 - 14 Ottobre 2007

Come segnalato in alcuni post precedenti ( 1 e 2 ) Urbino, lo scorso finesettimana, è stata invasa da agguerritissimi blogger che nella giornata di sabato hanno cercato in tutti i modi (e sottolineo "tutti") ti raccogliere indizi utili per liberare Mescaline (background story) suddivisi in 9 squadre, partecipando al Treausure Hunt.

Nella giornata di domenica si è svolto il Blog Awards, sono stati segnalati 249 blog, oltre 500 modifiche fatte dagli autori nel wiki che ha raccolto le candidature, insomma un lavoro che ha tenuto davvero impegnati gli organizzatori i quali hanno dichiarato di aver voluto sperimentare la modalità "wiki" per comprendere ed analizzare meglio le dinamiche di auto-organizzazione ed auto-controllo distribuito all'interno di un contesto competitivo.

5 le categorie in gara:

  1. Marketing ed azienda (21);
  2. Giornalismo (40);
  3. Politica ed istituzioni (31);
  4. Intrattenimento (97);
  5. Giovani Blog (Kindergarten) (60).  

Qui è possibile vedere tutti i vincitori... Tra i quali spicca "Copywriter on the road", blog del nostro amico Francesco G. Caolo, uno degli ideatori ed organizzatori di "Creatives are bad!"

E per finire è doveroso per me, ringraziare la mia fantastica squadra ( Federico, Alfredo, Tom e Feba) che pur non portando a casa nessun "stramaledetto coniglio" ha dato non poco filo da torcere ai vincitori! ;-)

Slideshow delle foto dell' evento.


VIA: Conversazioni dal basso



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Anna Torcoletti - pubblicato il 15/10/2007 - permalink
Conversazionidalbasso Urbino 13 14 Ottobre


Discussioni 0
Aggiungi un commento
redazione di comunitàzione | altri suoi testi nel blog
Conversazioni dal basso

Conversazioni dal basso è il titolo della manifestazione che si è svolta a Urbino tra sabato e domenica e alla quale ha partecipato anche la nostra Anna Torcoletti.

Il Festival dei Blog è un evento promosso dai corsi di laurea in Scienze della Comunicazione (SDC, SCP e CPO) dall’Università degli Studi “Carlo Bo” in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo di Urbino come logica prosecuzione della positiva esperienza del workshop seminariale “Conversazioni dal Basso” svoltosi il 20 Aprile 2007 presso la sede dei corsi di laurea in Comunicazione e Pubblicità di Pesaro (SCP e Cpo).

 

A partire dagli spunti emersi durante il workshop, abbiamo deciso di organizzare una due giorni, il 13 e 14 Ottobre 2007 a Urbino, dedicata al Festival dei Blog.

 

Perchè fare un festival dei Blog ad Urbino?

 

Ci sono almeno tre motivi:

1. Urbino è comunemente considerata una delle culle del rinascimento italiano e forse è giusto che in un luogo come questo si celebri anche l’inizio di quello che è stato già definito Rinascimento 2.0;

2. Urbino da gennaio è un campus wireless a cielo aperto grazie al progetto Urbino wireless campus;

3. A Urbino negli stessi giorni avrà luogo Parole in Gioco.


VIA: conversazionidalbasso.pbwiki.com



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

redazione di comunitàzione - pubblicato il 15/10/2007 - permalink
conversazioni dal basso blog


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Anna Torcoletti | altri suoi testi nel blog
Conversazioni dal basso

A volte ritornano...

"Coversazioni dal basso" workshop semminariale, sulla scia del successo riscosse lo scorso aprile, si ripropone con due nuovi progetti:

Tresure Hunt Wireless Game

Blog Adwrds 2007

L'appuntamento è ad Urbino il 13/14 Ottobre.

Altre informazioni le trovate nel comunicato stampa e nella pagina Wiki.

In palio per i vincitori il coniglio Nabaztag


VIA: Conversazioni dal basso



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Anna Torcoletti - pubblicato il 09/10/2007 - permalink
blog treasure hunt uniurb web 2.0 conversazioni dal basso


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche