ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
cristina skarabot | altri suoi testi nel blog
Sfida calcistica o economica

Dopo Grecia-Germania della settimana scorsa, che ha portato in campo l’economia tedesca contro quella appesa a un filo della piccola Grecia, ecco che in semifinale  sfideranno la squadra tedesca ben tre paesi oggetto di forti speculazioni e vessazioni da parte di questo Paese e della comunità finanziaria internazionale: il Portogallo, la Spagna e l’Italia, il cui spread con i Bund tedeschi oggi è ritornato preoccupantemente sopra quota 450. Gli Europei 2012 ci propongono quindi numerose analogie tra mondo dello sport ed economia. La sfida Germania – Grecia sembrava ricalcare le gesta  dei 300 di Leonida alle Termopili: l’esercito e l’economia ordinata e forte dei tedeschi, con bassi tassi di interesse e un debito pubblico sotto controllo, contro un piccolo paese sull’orlo del default e con una spesa pubblica folle, con diversi parametri da rispettare per rimanere nell’Euro.Sappiamo come è finita la partita di calcio, staremo a vedere come finirà quella economica. Analogamente si ripropone questa volta l’ennesima sfida Italia – Germania, una battaglia infinita dove le vicende calcistiche ricalcano la tensione economica fra questi due stati e che vede l’Italia come nazione in maggiore difficoltà dal punto di vista economico. I parametri dettati dalla Merkel sono pressoché impossibili da rispettare in assenza di una politica fiscale comunitaria e in assenza di un trasferimento dei poteri legislativi da Berlino o di progetti di condivisione del debito dei Paesi dell’ Eurozona. Ma da questo punto di vista Frau Merkel sembra non sentirci. A livello di Coaching emerge in modo palese quanto lontani siamo dal “fare squadra” a livello europeo. C’è sempre il più forte, l’individualista, quello “più bravo” che non si vuole sacrificare per la squadra, per il team. C’è sempre chi vuole comandare in senso autoritario e basandosi sulla legge del più forte invece che su quella del leader. Per troppo tempo abbiamo vissuto (parlo di noi Europei in erba)  facendoci guerra e cercando di prevaricare gli uni sugli altri. Oggi che le armi  non si usano più (almeno in Europa) dovremmo fare emergere uno spirito di team in grado di valorizzare le  caratteristiche di ciascun Paese  valorizzate per favorire una crescita comune e una maggiore competitività internazionale. Il vero leader lavora a vantaggio del team, dove vantaggi e sacrifici sono condivisi. Ma chi oggi può rappresentare il Leader dell’Europa? Nessuno oggi è abbastanza forte da prendere le redini, nemmeno la Germania. Cosa ci aspettiamo dalla sfida calcistica di giovedì 28 in campo? Di sicuro troveremo  le rivalità di sempre, ma questa volta accresciute dalla crisi profonda che la moneta unica sta attraversando. Cogliamo questo spunto di vero Coaching “politico” e “sportivo” per abbandonare definitivamente i fantasmi del passato e per abbracciare tutti insieme uno spirito nuovo di cui si parla da 60 anni ma che non può e non deve rimanere appeso soltanto a una moneta senza padrone, ma deve dar vita ad uno Stato vero in grado di prosperare.  Se ciò sembra ancora prematuro, beh, cominciamo a lavorare in questa direzione. Il ritorno ai singoli stati e alle singole monete sarebbe la vittoria dei nostri avversari e una sconfitta senza eguali per tutti noi futuri cittadini d’Europa. Naturalmente che vinca il migliore in campo e da italiano non posso che concludere con: Forza Italia!


VIA: TheNextStep



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

cristina skarabot - pubblicato il 27/06/2012 - permalink
calcio economia crisi Germania Italia coaching Milano business team leadership Merkel collaborazione euro


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Viola Venturelli | altri suoi testi nel blog
La società romana di Relazioni Pubbliche premiata con uno dei più autorevoli riconoscimenti internazionali nel mondo delle RP. Ad essere vincenti l'approccio senior level e il profilo multidisciplinare del team dell'agenzia.

INC, la società romana di comunicazione guidata da Pasquale De Palma, ha ricevuto il prestigioso premio “The Holmes Report – Italian Consultancy of the Year 2012”, considerato uno dei riconoscimenti più ambiti nel panorama internazionale delle Relazioni Pubbliche.

“Siamo davvero orgogliosi di questo premio, dichiara Pasquale De Palma, Presidente e CEO di INC. Ci piacciono soprattutto le motivazioni alla base di questo riconoscimento, e cioè la riconosciuta competenza e seniority multidisciplinare dello staff e soprattutto la capacità provata di raggiungere risultati orientati al business dei nostri clienti. Una concretezza che da sempre è parte del nostro dna di agenzia. Sappiamo bene che alla base di questo successo ci sono due fattori: la fiducia che i nostri clienti ripongono in noi, e la qualità del nostro team di professionisti, la competenza, la passione e l’impegno con cui lavorano ogni giorno su ogni progetto. E soprattutto a loro va il nostro ringraziamento.”

Nell’attribuire il riconoscimento, The Holmes Report scrive: “L'azienda si caratterizza rispetto ai suoi competitors per l'elevata seniority dello staff, per il committment e la passione di un gruppo di lavoro basato sulla multidisciplinarietà e focalizzato al raggiungimento di obiettivi di business. L'anno scorso ha vinto il Global SABRE Award come migliore campagna mondiale di PR nella categoria Corporate Responsibility per “Le Chiacchiere stanno a zero. O Bevi o guidi”, realizzata per AssoBirra. Altri importanti riconoscimenti le sono stati attribuiti per la campagna di GCAP – Coalizione Italiana contro la Povertà lanciata in occasione del G8 dell'Aquila e per l'Osservatorio Europcar sugli stili di vacanza degli italiani."

Il riconoscimento di The Holmes Report arriva in un momento importante per l’agenzia romana. In un mercato reso sempre più difficile dalla congiuntura che vive l’ economia italiana, INC ha visto confermata la fiducia da parte dei clienti “storici” (AssoBirra, AIA, Negroni, HTC, Europcar, Aism, Agire, solo per citarne alcuni) e ha continuato ad acquisire clienti in nuovi mercati. Nei primi mesi del 2012 INC ha vinto due prestigiose consultazioni internazionali per la gestione delle attività di RP di Emirates e di UNHCR, l’agenzia dell’ONU per i rifugiati.

Il premio verrà consegnato nella cerimonia di premiazione degli EMEA SABRE Awards (Superior Achievement in Branding and Reputation) che si svolgerà stasera, 31 maggio 2012, a Bruxelles.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Viola Venturelli - pubblicato il 31/05/2012 - permalink
comunicazione pr the holmes report premi award internazionale


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Davide Acerbi | altri suoi testi nel blog
10 ore di webclass gratuite sul nuovo sito di InSide Training

Un pieno di risorse per creativi, designer e programmatori. Per chi si registra sul nuovo sito di InSide training www.inside-training.it ci sono oltre 10 ore di webclass gratuite visibili online. Dalla grafica al video, dal web design al digital publishing, dalle applicazioni per iPhone e iPad alla progettazione e rendering 3D, un utile riferimento per chi vuole aggiornare le proprie competenze o lanciarsi in settori emergenti della creatività digitale. Su InSide Srl si trovano anche corsi, novità e una ricca sezione con corsi che vanno da html5 e Javascript fino alla programmazione nativa Apple. Un'occasione da non perdere! Davide Acerbi


VIA: Blog InSide



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Davide Acerbi - pubblicato il 06/04/2012 - permalink
risorse tutorial grafica design html5 programmazione photoshop illustrator digital publishing app


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Paola Canepa | altri suoi testi nel blog
Dal 9 al 25 Dicembre torna l’appuntamento con la solidarietà

Dal 9 al 25 Dicembre torna l’appuntamento con la solidarietà firmato Almo Nature: è la Love-Food, l’operazione solidale che raccoglie pasti per aiutare tutti i gatti e i cani poveri in Italia, Svizzera, Germania, Francia, Belgio e Olanda. La Love-Food si rinnova e in questa terza edizione si propone con una meccanica ancora più semplice ed efficace: per ogni iscritto al sito, Almo Nature donerà un pasto che andrà ad aumentare il fondo virtuale cui le associazioni potranno attingere. Grazie a tutti coloro che si iscrivono al sito, Almo Nature avrà la possibilità di intervenire con un aiuto concreto in tutte le situazioni di emergenza che si verificano sul territorio. Con il patrocinio di OIPA Italia, Lega Nazionale per la Difesa del Cane e Gaia Italia Onlus, si rafforza la collaborazione che dura ormai da tempo e che consente una presenza capillare sul territorio, così da raggiungere anche le associazioni più piccole e spesso più bisognose. Nel 2011 la Love-Food ha raccolto più di 1 milione di pasti e per il 2012 l’obiettivo è ancora più ambizioso, ecco perché Almo Nature – da sempre schierata in prima linea per aiutare gli animali – slega l’operazione dalle vendite: 1 Registrazione = 1 Pasto per un animale povero.  


Almo Nature, la marca che ama gli animali continua il suo percorso Dal Loro Punto di Vista anche con la Love-Food per distribuire ogni anno almeno 1 milione di pasti solidali. Pier Giovanni Capellino Almo Nature - Fondata nel 2000 grazie all’esperienza e all’intuito di Pier Giovanni Capellino, Almo Nature è stata la prima azienda al mondo a introdurre nel mercato l’alimento naturale per cani e gatti. Oggi, Almo Nature significa Qualità, grazie all'utilizzo di ingredienti di prima scelta e idonei al consumo umano ma non destinati allo stesso per motivi commerciali, il controllo meticoloso svolto ad ogni stadio del processo produttivo, l'attenzione dedicata a soddisfare i bisogni dell'animale ad un livello sempre più elevato; Trasparenza, con l’introduzione del Concept: quattro Label e quattro colori per spiegare e rendere trasparente la qualità di ciò che si acquista consentendo, in maniera semplice e intuitiva, di classificare i prodotti Almo Nature in base alla qualità degli ingredienti e alla tipologia di ricetta; Solidarietà, scegliere Almo Nature per il proprio animale non significa solo avere la garanzia di nutrirlo con un alimento di qualità, ma spingersi oltre. Almo Nature è la marca che ama gli animali, è pet food + almore: una dottrina nutrizionale fatta di trasparenza e innovazione, unita alla solidarietà verso gli animali e alla comunicazione attraverso l’arte. Un impegno vero dal loro punto di vista. www.almonature.eu

 


VIA: Almo Nature SpA



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Paola Canepa - pubblicato il 19/12/2011 - permalink
almo nature solidarietà love-food donare pasto cane gatto


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Andrea Mazzeo | altri suoi testi nel blog
Io l'ho visto, il servizio contro l'abbandono dei cani, da quest'estate diventa anche un'applicazione per Iphone, Ipad e Ipod Touch.

Durante il periodo estivo come ogni anno non tende a diminuire i fenomeno dell'abbandono dei cani, le segnalazioni infatti sono sempre costanti e per cercare di arginare il problema Pronto Fido con Radio 105, Radio Monte Carlo, Radio Virgin, Radio Bau e l'A.I.D.A.A. sostiene l’operazione “Io l’ho visto!” per il loro recupero in autostrada.
Già lo scorso anno era possibile mandare un sms al 334-105.10.30, specificando la località, l’ora d’avvistamento e la direzione di marcia del cane per far si che il Team anti-abbandono dell’A.I.D.A.A. si potesse attivare per recuperarlo.
 
Da quest'anno invece c'è una grossa ed importante novità, la segnalazione potrà esser effettuata anche grazie ad un'applicazione per iphone, app gratuita che sta riscuotendo grande successo tra gli iphone-users, lo si evince sopratutto dalle recensioni sull'App Store della Mac. Progetto realizzato dalla Maiora Labs, si scarica sul proprio iphone e in pochi click si può segnalare il cane avvistato, indicando dopo aver scattato una foto il senso di marcia in cui è avvenuto l'avvistamento, poi il Gps farà il resto ed il Team anti-abbandono avrà la localizzazione precisa tramite Google Maps.
 
Aprendo la app sul vostro device vi troverete davanti un'interfaccia diretta ed intuitiva dove spiccano le aree per la segnalazione e la mappa. Postare la segnalazione è facile, una volta uploadata la foto del cane avvistato dovrete cliccare sulla zampa in basso e la segnalazione partirà istantaneamente. E' sconvolgente vedere sulla mappa quante siano le segnalazioni solo nel Nord Italia nel primo lunedì di Agosto! Infatti il weekend appena passato è stato di fuoco per i team anti abbandono di Pronto Fido, vi sono state oltre 450 segnalazioni di queste 212 riguardavano cani vaganti in autostrada, 132 gli interventi effettuati dei quali 104 portati a termine positivamente, interventi che hanno permesso di recuperare 105 cani che sono stati messi in sicurezza, gli ultimi interventi terminati nella tarda serata di ieri si sono concentrati prevalentemente nel Lazio, Campania, Calabria e Sicilia. FONTE - www.prontofido.it
 
Unico neo di questa intelligentissima Applicazione è la durata, infatti sarà attiva solo fino ai primi di settembre. Un vero peccato perché applicazioni come queste, al servizio della società dovrebbero essere sostenute da tutti e svolgere la loro funzione in maniera continuativa. Speriamo che qualcuno ai piani alti se ne accorga.


VIA: Bancomail - Blog



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Andrea Mazzeo - pubblicato il 02/08/2011 - permalink
Io l'ho visto Pronto Fido Iphone Ipad Ipod Touch abbandono cani gps apps segnalazione anti-abbandono


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Guido Panini | altri suoi testi nel blog
La cravatta delle finali di Europa e Champions League realizzata e personalizzata per l’Uefa da un’azienda italiana.

Chi ha detto che l’Italia non ha partecipato alle finali europee di quest’anno?

Il verdetto calcistico è stato severo con le nostre squadre ma la qualità del made in Italy ancora una volta ha conquistato il pubblico internazionale. Sono infatti due anni che un’azienda di Como, PaniniDue, realizza cravatte personalizzate appositamente per la Uefa. Dopo aver studiato una cravatta promozionale per l’Europa League (vd. foto) per la stagione 2010-2011, PaniniDue ne ha creata una nuova versione per la prossima stagione insieme ad una novità dedicata alla Champions League. Le 2 cravatte, jacquard tinte in filo 100% seta, sono rigorosamente rifinite a mano, con un taglio moda e un disegno studiato dall’ufficio stile della PaniniDue. Entrambe le cravatte sono personalizzate con i loghi di Europa e Champions League (sul disegno e sulla fodera) abbinati ai motivi e ai colori tipici delle due competizioni: un vortice su sfondo giallo-bordeaux per la prima e il famoso pallone a stelle nere su fondo grigio-azzurro per la seconda.

Per noi italiani è sicuramente motivo d’orgoglio vedere riconosciuta la qualità dei nostri prodotti a livello internazionale ma, da tifosi, il desiderio più grande è vedere trionfare in Europa una delle nostre squadre: tutto rimandato alla prossima stagione di coppe sperando di poter brindare … in giacca e cravatta!

PaniniDue, fondata a Como nel 1984 come divisione della Gerardo Panini Spa,  è una delle aziende leader in Italia nello sviluppo, produzione e commercializzazione di accessori moda come foulard, scialli e cravatte. L’estrema flessibilità nella realizzazione del prodotto, sia dal punto di vista creativo che tecnologico, la qualità ed il contenuto di stile degli accessori moda hanno permesso alla società comasca di offrire un eccezionale servizio per la realizzazione di foulard e cravatte promozionali. PaniniDue annovera tra i suoi clienti società italiane e multinazionali che hanno scelto la qualità del made in Italy per veicolare la propria immagine.


VIA: Il Made in Italy per le finali di Champions e Europa Leage



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Guido Panini - pubblicato il 17/06/2011 - permalink
Cravatta Promozionale Cravatte Promozionali Cravatta Personalizzata Cravatte Personalizzate Promozionale Cravatta Promozionali Cravatte


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Silvia Boldrini | altri suoi testi nel blog
metamorfosi fantastiche

Da un'idea dell'artista Ferruccio Lipari (alias Quaz) scaturisce  www.Quaz-art.it , il nuovo portale dedicato all'arte sperimentale.

Quaz-Art è dedicato alla ricerca artistica d’avanguardia, pazientemente votato alla sollecitazione e alla sensibilizzazione del più vasto pubblico possibile nei confronti dell’arte digitale e più in generale dell’arte sperimentale.

Quando si parla di creatività non ci si può solo riferire alla passione della carica innovativa ma anche e soprattutto alla ricerca e allo studio del suo significato intrinseco - il cosiddetto sperimentalismo.

Le Categorie attualmente previste su Quaz-Art spaziano dalla computer grafica al fumetto, passando obbligatoriamente da illustrazione e fotografia sperimentale.

Nella mappa delle “metamorfosi fantastiche” attualmente sono presenti su Quaz-Art le opere di:

Matteo Arfanotti, Federico Bebber, Silvia Boldrini aka SilviaB, Anna Caruso, Alessandro Della Pietra, Maurizio Di Feo, Bruno Di Maio, Irene Dose, Chiara Fersini, Paola Fumagalli, Andrea Gatti, Alessandra Guglielmetti, Ferruccio Lipari alias Quaz, Francesco Mai, Danilo Martinis, Monica Migliorini, Paul Redfern, Dorian Rex, Roberta Sacchi, Francesco Sambo, Giacomo Saviozzi, Fabio Selvatici, Henry Triplette, Roberta Ubaldi, Luca Valenti


>>  www.Quaz-art.it


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Silvia Boldrini - pubblicato il 04/03/2011 - permalink
comunicazione artistica digital art painting grafica fotografia


Discussioni 0
Aggiungi un commento
alice cattaneo | altri suoi testi nel blog
Giovedì 27 gennaio 2011 - ore 20.00 presso il Comune di Brugherio (MB) sarà presentato il progetto Fiera Virtuale 3D.

La fiera, prima nel suo genere, consentirà alle aziende di promuoversi, raccogliere dati e dialogare direttamente con i propri ospiti, presentare prodotti ed organizzare eventi e conferenze. Tutto questo in real time in una realtà virtuale multiutente, ricreata nel web in 3D.

Partecipazione gratuita previa compilazione del modulo d'iscrizione.


VIA:



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

alice cattaneo - pubblicato il 20/01/2011 - permalink
fiera virtuale evento virtuale 3D real time


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Manuele Moro | altri suoi testi nel blog
L’indagine promossa dal Public Relations Global Network analizza le notizie più rilevanti a livello mediatico

Milano, 13 gennaio 2011 – Lo sversamento di petrolio nel Golfo del Messico tra aprile e agosto e il salvataggio dei 33 minatori cileni in ottobre sono stati gli eventi mediatici di maggiore impatto in tutto il 2010. A rivelarlo è un’indagine condotta tra i propri membri dal Public Relations Global Network (PRGN), organizzazione internazionale di primarie agenzie di relazioni pubbliche indipendenti, rappresentata in Italia da Sound Public Relations. Tutti gli intervistati hanno individuato nella drammaticità dei due eventi il fattore decisivo di tanto clamore dal punto di vista mediatico, ma per quanto riguarda la gestione della crisi a livello comunicativo i due casi si collocano agli antipodi: “Il disastro petrolifero della BP ha monopolizzato l’attenzione del grande pubblico in tutto il mondo perché molteplici erano le sfaccettature della notizia: catastrofe ambientale, impatto negativo per l’economia della zona di New Orleans, crisi diplomatica tra i paesi coinvolti, responsabilità sociale”, osserva John Echeveste, partner di VPE Public Relations, Los Angeles. “Anche per l’enorme eco dal punto di vista mediatico, il disastro ambientale nel Golfo del Messico costituisce un perfetto esempio di cattiva gestione di una crisi internazionale”. Secondo gli esperti di comunicazione coinvolti nell’indagine è stato invece il bisogno di un evento positivo a determinare la grande partecipazione con cui la comunità mondiale si è appassionata al dramma dei 33 minatori cileni, rimasti intrappolati per oltre due mesi a 700 metri di profondità. Il lieto fine, inoltre, ha ulteriormente amplificato l’interesse nella storia: tutto il mondo ha accolto come una liberazione le immagini che ritraevano i minatori emergere dal sottosuolo, finalmente salvi. “È stato in un certo senso un dramma ‘vecchio stile’, monitorato però in tempo reale e 24 ore al giorno, secondo le regole dei media moderni”, commenta Frank Cullen, Chief Executive di Cullen Communications, Dublino. È della stessa opinione Uwe Schmidt di Industrie-Contact, agenzia di comunicazione con sede ad Amburgo: “Il coinvolgimento emotivo dell’intera comunità mediatica è stato enorme. L’immagine del Cile come paese ne è uscita enormemente rafforzata a livello internazionale”. Il disastro petrolifero nel Golfo del Messico e il salvataggio dei minatori cileni hanno fornito un’ulteriore dimostrazione di come una copertura mediatica approfondita ed estesa possa elevare una notizia locale al rango di evento mediatico internazionale. Nel primo caso, i responsabili della BP si sono sottratti alle domande dei giornalisti e hanno concesso un limitato accesso alle informazioni, mentre nel secondo il coinvolgimento e l’aiuto della comunità internazionale non è stato solo ben accolto, ma addirittura caldeggiato. L’immagine della BP e del Cile sarà per anni influenzata in modo decisivo dal diverso modo in cui i due soggetti coinvolti hanno gestito la crisi. Tra le altre news nella top ten dei maggiori eventi mediatici del 2010 figurano anche il terremoto di Haiti, il perdurare della crisi economica mondiale e l’eruzione del vulcano Eyjafjallajkull in Islanda, che ha bloccato il traffico aereo europeo per diversi giorni.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Manuele Moro - pubblicato il 17/01/2011 - permalink
PRGN Public Relations Global Network eventi mediatici 2010


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Cristina | altri suoi testi nel blog

La stagione 2010 della MotoGP è finita. E' stata una stagione trionfale per il Fiat Yamaha Team (11 vittorie in 18 gare) che ha celebrato a Valencia la Tripla Corona iridata assieme ai tifosi che durante l’anno hanno dimostrato affetto, passione e attaccamento nei confronti della squadra. Dopo aver invitato i fan a taggarsi, tramite un'applicazione speciale, nel box virtuale su Facebook al fianco dei propri beniamini Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, il Fiat Yamaha Team ha svelato nel paddock di Valencia un banner largo più di due metri con le immagini di 1000 fan provenienti dai quattro continenti attraversati nel 2010 dal circus della MotoGP. Lo striscione, sul quale campeggia la scritta "Thank you for racing (and winning) with us!", simboleggia l’ingresso di tutti i tifosi del Fiat Yamaha Team all’interno del box, il luogo principe dove i piloti, gli ingegneri e i meccanici hanno reso possibile il sogno di tanti appassionati.


VIA: Fiat On The Web



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Cristina - pubblicato il 11/11/2010 - permalink
fiat fiatyamahateam jorge lorenzo valentino rossi banner


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche