ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
Andrea Mazzeo | altri suoi testi nel blog

I criteri per il search engine marketing partono spesso dagli stessi presupposti: locazione geografica, parametri demografici, eventuali interessi estraibili dalla piattaforma di destinazione.

E’ proprio il luogo in cui avviene la pubblicazione degli annunci a rappresentare il valore aggiunto. Pensiamo a Facebook, in particolare. Gli oltre seicento milioni utenti  iscritti al social network generano un continuo flusso di contenuto utile non solo all’analisi del mercato, ma anche alla targetizzazione diretta.

Facebook Ads utilizza inoltre un algoritmo in tempo reale che incrocia le conversazioni che avvengono sul social network con il parco di annunci disponibili tra quelli pubblicati dagli inserzionisti. Gli aggiornamenti di stato, comunemente chiamati status, in particolare costituiscono la materia prima di una nuova espressione, sempre più mirata, della pubblicità online.

Sebbene poco trattato ancora in ambito SEM, Facebook si inserisce pertanto a pieno regime in questo ambito di comunicazione consentendo di entrare in contatto con un pubblico variegato.

Come funziona?

Facebook Ads
Nelle sperimentazioni che abbiamo condotto abbiamo isolato alcuni pensieri nei nostri status di Facebook. Ecco che, subito dopo la pubblicazione, sono comparsi nella colonna laterale alcuni link interessanti. Si tratta di link sponsorizzati, decisamente pertinenti e, in alcuni casi, di pagine (le vecchie fan, per capirci). Le associazioni non solo sono di pertinenza esatta, ma anche di compensazione (ad. es il vino legato al cannolo). Inoltre gli annunci correlati vanno a coprire la più ampia gamma di collegamenti mentali possibili: esemplificativa è l’immagine relativa allo status che tratta mal di testa e birra.

L’algoritmo di Facebook rileva dunque le keyword contenute negli status collegandole in tempo reale alle pagine e alle inserzioni a pagamento più pertinenti. Un sistema di inserzioni correlate che rende simile il social network di Zuckerberg ai tradizionali motori di ricerca.

Il Search Engine Marketing ha successo perché va incontro alla richiesta dell’utente che, nella query digitata sul motore di ricerca, esprime la propria richiesta. L’automatismo di Facebook però fa un passo in più, esplicita la richiesta. Espressa sotto forma di un pensiero personale lo status condiviso in un social network esprime un desiderio sebbene non precisamente strutturato e talvolta non cosciente. Pone immediatamente chi scrive, ma anche chi legge, all’interno di un contesto mentale adatto a recepire stimoli commerciali e non collegati all’universo che contiene quel dato concetto. Un concetto che da semplice dialogo quotidiano diventa keyword rilevante per gli operatori del marketing.

Indagare le parole chiave
Dai nostri esperimenti risulta che è la componente conversazionale a generare i migliori risultati. Più uno status è commentato e frequentato – e dunque visibile da più persone dalla bacheca principale di Facebook -  più la selezione di annunci correlati si fa pertinente.

Naturalmente i suggerimenti di pagine e link sponsorizzati si basano anche sulle caratteristiche di utilizzo del mezzo: compilazione del profilo e dati ad esso legato (oltre a quelli demografici, anche gli interessi), storico delle attività e dei link pubblicati, estrazione sociale degli amici più attivi.

La pertinenza delle segnalazione è data, oltre che da questi fattori, anche dalla disponibilità degli annunci e delle pagine. E’ chiaro che il fisiologico incremento degli inserzionisti produrrà una maggior qualità nella capacità di incrociare necessità presunte con brand e tematiche sempre più inerenti.


VIA: Bancomail Blog



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Andrea Mazzeo - pubblicato il 04/07/2011 - permalink
bancomail email marketing web marketing seo sem facebook search ads advert online


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Daniele Mannina | altri suoi testi nel blog
Le migliori esperienze professionali legate alla multicanalità, segnalate dai partecipanti, diventeranno materia di studio

MIP Politecnico di Milano e Polidesign lanciano il Corso Executive in Multichannel Open Communication, un percorso formativo che affronta in modo integrato il tema della comunicazione multicanale e dei nuovi media digitali come Web 2.0, mobile, digital out of home e realtà aumentata.


Il corso, rivolto agli operatori di marketing e di comunicazione di aziende e agenzie, si svolgerà in moduli di 2-3 giorni consecutivi (giovedì, venerdì, sabato) una volta al mese ed è costituito da lezioni in aula e da un Project Work, ovvero un vero e proprio progetto sul campo volto a favorire l’applicazione di modelli e strumenti presentati nell’ambito del percorso.


Il Programma formativo si avvale del supporto scientifico di un Advisory Board composto da manager ed esperti sulle tematiche di marketing e comunicazione.


Ed è proprio relativo all’Advisory Board uno degli aspetti più interessanti di questo progetto. MIP e Polidesign hanno lanciato infatti anche un contest che rappresenta una novità assoluta, facendo del Corso Executive in Multichannel Open Communication il primo corso co-creato in Italia.


Per aprire l’advisory board ai professionisti di marketing e comunicazione, è previsto infatti un processo di selezione attraverso cui verranno raccolte le migliori case history riguardanti la multicanalità e la comunicazione integrata di marca.


Gli autori delle proposte scelte avranno l’opportunità di entrare in un advisory board affermato e di contribuire alla creazione del corso, diventando protagonisti.


Si tratta di un’opportunità assolutamente da non perdere: avrete l’occasione di diventare protagonisti del primo programma formativo co-creato sui temi della comunicazione multicanale e dei new media. C’è tempo fino al 16 luglio per inviare la vostra Case History a: multichannel@mip.polimi.it.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Daniele Mannina - pubblicato il 18/06/2010 - permalink
comunicazione marketing MIP Politecnico Milano Polidesign Corso Executive in Multichannel Open Communication corso case history contest Advisory Board


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Luca Oliverio | altri suoi testi nel blog
E' il nuovo format di advergame di Fiat 500

Mi piace scoprirlo insieme a voi.

per ora vi racconto il primo tassello che mi è stato inviato da Matteo Artizzu (Hagakure)

Ho i link ai profili, per chi volesse seguire il mistero:

http://twitter.com/chandler_mark
http://www.c-u-soon.co.uk/

E il sito del mistero: www.cmystery.fiat500.com

Scopriamo meglio insieme il resto?


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Luca Oliverio - pubblicato il 18/09/2009 - permalink
hagakure fiat 500 advergame


Discussioni 0
Aggiungi un commento
alessandro varone | altri suoi testi nel blog
Un viral advergame d’artista e una campagna di passaparola in 7 paesi per il cuscino di allattamento di Artsana

Amalfi Coast, I Luglio 2009 – Nuova campagna di Ninja LAB per lanciare in rete il cuscino per l'allattamento Boppy. “Mom's Revenge” www.momsrevenge.com/boppy, il primo gioco on line dedicato alle mamme 2.0 è divenuto in due mesi un vero e proprio tormentone del web con oltre 1.500.000 internauti coinvolti.

 

Ideato da Ninja Lab in collaborazione con l'Osservatorio Chicco - ente di ricerca legato all'omonimo marchio di proprietà dell'azienda Artsana che si occupa di questioni scientifiche legate alla salute e alla crescita del bambino a partire dai suoi primissimi momenti di vita - “Mom's Revenge” è un advergame creato per la campagna di comunicazione che accompagna il lancio in Europa di Boppy, cuscino per l'allattamento nato dall'idea semplice e geniale di una giovane mamma americana.

 

“Mom's Revenge” ha come obiettivo quello di presentare il nuovo prodotto facendo divertire le mamme della rete.

 

L’attività di diffusione online in tutta Europa è invece gestita da Viral Beat, centro media relazionale specializzato nell’attivare e misurare il passaparola. L’attività di diffusione ha compreso attività di relazione e testing del prodotto con influencer nella rete, attraverso blog e social media, in 7 paesi e 6 lingue. Il tutto monitorando costantemente le conversazioni generate e la percezione del prodotto online grazie al sistema di monitoraggio semantico.

 

Mom’s Revenge

 

Le mamme di nuova generazione, rimaste sole ad affrontare gli impegni legati alla maternità e alla cura della famiglia, hanno fatto della Rete il luogo in cui condividere le proprie esperienze,  raccontare le proprie gioie e difficoltà e chiedere aiuto alle altre mamme certe che queste sapranno offrire loro il giusto supporto.

 

Si potrebbe addirittura parlare di un piccolo universo abitato da mamme alle prese con i loro piccoli hobbit (cit. Nonsolomamma.com) e da qualche papà che, in Italia, prende vita in centinaia di blog e forum creati da mamme per le mamme. Non è un caso che il “Mommy Blogging” ovvero la creazione di blog legati all'esperienza della maternità da parte delle mamme, sia divenuto in breve tempo oggetto di studi e ricerche confermandosi come un vero e proprio fenomeno sociale e non solo del web.

 

 “Mom's Revenge” è dedicato a queste Net-mamme per farle sorridere delle situazioni imbarazzanti che l'arrivo in casa di un bebè può creare. La neomamma può imparare in poco tempo a destreggiarsi tra i mille consigli che le amiche sono pronte ad elargire al momento della nascita scoprendo, allo stesso tempo, utili informazioni sull'allattamento e la crescita del bambino, risultato dell'esperienza e della ricerca dell'Osservatorio Chicco. Ma non è tutto: la vendetta delle mamme colpisce anche la suocera invadente e il marito distratto e sempre troppo poco disponibile!

 

Le illustrazioni del gioco sono state realizzate da Paolo Bordino, detto Pao Pao, street artist di livello internazionale, famoso per i suoi pinguini metropolitani.

 

Strategic planning: Alex Giordano. Concept e copy: Mirko Pallera, Direzione creativa: Luca Magnoni. Account management: Giancarlo Catucci.

 

Ninja LAB

E’ il laboratorio strategico-creativo specializzato in campagne non convenzionali nato da NinjaMarketing.it. Guerrilla, viral, tribal, social, brand entertainment, word of mouth, buzz, mobile, seeding, non sono per i Ninja semplici slogan del nuovo marketing, ma concetti assimilati in anni di studio in uno stile proprio e distintivo, spesso da loro stessi codificato in modelli e metodologie che applicano quotidianamente per marchi del calibro di Diesel, Barilla, Heineken e Tim.

 

Viral Beat

E’ il centro media relazionale specializzato nell’innescare e misurare il passaparola. Collabora con agenzie creative e aziende per massimizzare la viralità dei progetti di comunicazione. Tra questi EURO RSCG, Haibun, Tribal DDB, OMD, Mulino Bianco, Vodafone, Triumph, Fiat, Tiscali.


VIA: Ninjamarketing



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

alessandro varone - pubblicato il 01/07/2009 - permalink
advergame boppy cuscino per allattamento mom's revenge ninja lab osservatorio chicco Viral Beat


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Roberta Pennarola | altri suoi testi nel blog
10 annunci stampa- parodia per denunciare importanti temi sociali

Una famiglia felice a colazione, disturbata da un senzatetto alla finestra.

Un paio di scarpe un po’ logore, compagne inseparabili di chi non arriva a fine mese.

Un anziano nel cassonetto, protagonista di un’improbabile e cinica campagna di rottamazione… 

Pubblicità regresso è una campagna di comunicazione sociale promossa da Aesse, il mensile delle Acli, in collaborazione con i copywriter dell’agenzia Scrittura.org e lo staff grafico di Aesse comunicazione. Ogni mese, nel corso del 2008, tra gli articoli del giornale  ha fatto capolino un annuncio – la parodia di una pubblicità o di un marchio famosi – realizzato per riflettere su temi sociali importanti, sfruttando i meccanismi e le regole della pubblicità, con ironia e un po’ di cinismo.

Pubblicità regresso è ora anche una raccolta dei dieci annunci stampa della campagna, completata da una serie di schede didattico-informative sui temi sociali affrontati e sugli elementi di base della comunicazione pubblicitaria.

Scarica le schede in PDF

Per informazioni:

Roberta Pennarola
roberta@scrittura.org
www.scrittura.org

 


VIA: Scrittura.org



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Roberta Pennarola - pubblicato il 23/06/2009 - permalink
comunicazione advertisting pubblicità comunicazione sociale copywriting


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Stefano Dani | altri suoi testi nel blog
Per due giorni il mondo della Comunicazione si dà appuntamento a Bologna

Organizzato da CNA con il patrocinio della Camera di Commercio, il 19 e il 20 ottobre presso l'Area della Ricerca del CNR di via Gobetti a Bologna, la manifestazione prevede tre macro aree dedicate al mondo della Comunicazione: Tecnologie, Marketing/Advertising e Fumetto.
Obiettivi: nutrire al meglio l'immaginazione perfezionando le tecniche degli addetti ai lavori e rendere maggiormente consapevoli gli imprenditori della valenza di una buona Comunicazione per la crescita e l'affermazione del proprio business.

Il mondo della Comunicazione si dà appuntamento a Bologna, per la terza edizione di 4comm. Per il secondo anno consecutivo l’Area della Ricerca CNR, in via Gobetti 101 a Bologna, ospiterà domenica 19 e lunedì 20 ottobre la manifestazione ideata e organizzata da CNA Bologna – Unione Comunicazione e Terziario Avanzato - come grande importante momento di informazione/formazione e confronto su quelli che sono i trend, le problematiche e le innovazioni di un settore che rappresenta uno degli elementi fondamentali per la competitività e lo sviluppo di ogni business aziendale e che sempre più deve essere considerato come un rilevante fattore di crescita.
La kermesse bolognese lo scorso anno ha ottenuto oltre 500 adesioni tra i professionisti, attirando l’attenzione di alcuni dei maggiori network nazionali.
Giornalisti ed esperti di “testate” quali Italia Publisher, Comunicando, Spot and Web e MonitoR o di community 2.0 quali Clipscorner.net aiuteranno i partecipanti ad approfondire i temi trattati nelle tavole rotonde e nei convegni tra tecnologie e mercato.
L’edizione 2008 è stata organizzata in tre distinte macro aree: Tecnologia [4CommTECH], Marketing/Advertising [4CommADV] e Fumetto [4Comics].

[4CommTech]
Nello spazio 4comm "Tech", i seminari, i corsi, i dibattiti e le dimostrazioni verteranno, come nelle precedenti edizioni, su quelle che sono le nuove strade segnate dalle più recenti innovazioni nel mondo dell’hardware, del software e delle periferiche professionali applicate al mondo della comunicazione. Un vero e proprio “master applicativo” dedicato a creativi e specialisti della Comunicazione, pensato espressamente nell’ottica dell’aggiornamento professionale di elevato profilo: fotografi, videomaker, grafici, sviluppatori web, produttori di contenuti multimediali, service di prestampa e centri stampa avranno l’imbarazzo della scelta di fronte ad una vasta offerta di workshop e seminari completamente gratuiti.
Shooting, editing, compositing, ani­mation graphics, digital color matching, calibration, finishing, authoring, storaging, standards e delivery sono soltanto alcuni dei temi che verranno trattati con il contributo di partner prestigiosi e di market leader tra i quali Adobe Systems, Eizo, Intel, Matrox, Silvestri, 3G Electronics, Pegasoft ed Adcom con Panasonic, Sony, JVC, e Canon.
In questa edizione particolare risalto ed attenzione verrà dato anche al mondo della Fotografia che si fregerà dell’intervento di due noti fotografi: l'irlandese Neil Warner e l'italiano Davide Cerati. In quest’ambito, con il loro contributo, attraverso le immagini ed interagendo in fase di dibattito coi partecipanti, si cercherà di fare il punto sugli orientamenti seguiti alla rivoluzione digitale che ha attraversato il settore negli ultimi anni. Ci sarà poi la possibilità di incontrare Giuseppe Scozzi con il quale si dibatterà di mercato e prospettive della fotografia italiana ed europea.
Oltre alla Fotografia, nutrita e di sicuro interesse sarà la serie di approfondimenti tecnici per tutti gli operatori della creatività.
Parallelamente le zone Expo soddisferanno concretamente l’esigenza d’informazione degli operatori di settore: qui le aziende Partner metteranno in mostra le ultime e più innovative tecnologie, consentendo letteralmente agli utenti di toccare con mano i prodotti nel rispetto dello spirito di 4comm, un evento diverso dalle classiche “fiere” fatte per lo più di luci, show e prodotti dietro a teche di vetro. Tutto, ancora una volta, è stato pensato per offrire ai partecipanti una vera e propria esperienza altamente formativa: sotto l’ala di esperti, guru o testimonial d’eccezione i partecipanti verranno guidati alla scoperta delle più avanzate soluzioni per ogni fase del processo produttivo e distributivo del comparto Comunicazione.
[4Comics]
Come tradizione, l’edizione 2008 ospiterà anche lo spazio 4comics, dedicato al fumetto. Quest’anno gli appuntamenti organizzati al suo interno avranno come tema portante l’impiego del linguaggio del fumetto nella comunicazione, poiché i grandi gruppi si affidano sempre più spesso a questa forma d’arte o ai cartoon per emergere nei rispettivi mercati di riferimento.
Un importante intervento previsto dal cartellone sarà quello di Vincenzo Sarno di Kappa Edizioni, dedicato al fumetto giapponese che, arrivato in Italia da vari decenni, conta su un numero sempre crescente di appassionati. Al rapporto fra fumetto e comunicazione sarà dedicato anche l’intervento del semiologo Daniele Barbieri. La “forza” del comics viene, tra l’altro, riconosciuta sempre più spesso dal mondo delle istituzioni. Una importante testimonianza di questo trend sarà quella dell’Assessorato alla Politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna, i cui responsabili della comunicazione stanno proponendo una campagna di prevenzione che sfrutta uno dei capolavori del fumetto nazionale: “la linea” di Osvaldo Cavandoli. Hamelin mostrerà come operazioni di co-marketing possano essere realizzate nell’ambito dell’ormai consolidato festival bolognese del fumetto BilBolBul. Jacopo Camagni racconterà il suo sbarco in America per occuparsi delle avventure di uno dei “comics” più amati: Spiderman alias l’Uomo Ragno.
[4CommADV]
Infine, chi opera mixando marketing e comunicazione potrà conoscere da vicino l’esperienza di alcune piccole e medie imprese bolognesi che, disponendo di risorse limitate, sono riuscite ad ottenere risultati eccellenti, sia a livello italiano che internazionale. A raccontare queste case history di successo saranno, solo per fare alcuni nomi, i titolari di Dismeco o It Frames (quest’ultima ha conquistato la fiducia di un colosso come Dolce e Gabbana per l’allestimento di alcuni importanti store in Asia). Una importante testimonianza sarà anche quella offerta dall’esperienza nel campo del design maturata dall’Accademia di Belle Arti. E tanti altri case history rappresentativi di come l'ingegno, la creatività ed un corretto utilizzo degli strumenti di comunicazione si trasformino in "carburante" per il business.

Per informazioni sul programma, le relative agende e l'iscrizione gratuita: http://www.4comm.it

Per contattare la segreteria organizzativa e lo Staff: info@4comm.it - tel: 051.299515 fax: 051.299295
 


VIA: Comitato organizzatore



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Stefano Dani - pubblicato il 26/09/2008 - permalink
evento comunicazione tecnologie advertising fumetto Adobe creatività CS4 video foto grafica visual design


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Dragut Andreea | altri suoi testi nel blog
The team from Marcel Paris is the second to take part in the judging process of the 10th AdPrint Festival edition.

The two co-Creative Directors coming from Marcel Paris, have distinguished themselves in time as a successful pair in the industry.

 

Dimitri Guerassimov was born in Moscow, Russia. He studied graphic design in Paris after having finished law and philosophy and started his career as an Art Director at BBDO Paris where he has been working on brands like Wrigley, Pepsi, Mercedes, France Telecom. Teaming up with Eric Jannon in 2006, he leaved BBDO the next year for the french hotshop Marcel Paris, where they both still work as a team for brands like Diesel and Coca-Cola.

During their career in advertising, the two Creative Directors have won a great number of national and international awards including: Cannes Lions, Grand-Prix Epica, Eurobest, FAB Awards Grand Prix, French Art Directors Club and other awards.

 

Guerassimov’s colleague, Eric Jannon, born in France and raised in US, started his studies in advertising after having watched a Diesel commercial on TV. This enticed him to enroll in a career in this field soon enough. He started as a copywriter at BBDO Paris where he met his actual teammate, Dimitri, joined McCann Erickson two years later and came back to BBDO in 2005. Paring up with Dimitri Guerassimov, he moved in January 2007 to Marcel Paris as co-Creative Director. The two make up an awarded creative team ever since. Eric was also member of the 2008 Clio Awards Jury.

 

The 10th edition of the festival will take place on 12th-15th of February 2009, in Brasov, Romania. The call for entries period will start on the 1st of September 2008 and will end on the 19th of December 2008.


VIA:



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Dragut Andreea - pubblicato il 31/07/2008 - permalink
AdPrint advertising awards print Marcel Paris


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Anna Torcoletti | altri suoi testi nel blog
Madrid Zoo

La campagna offre alle declinazionazioni, le potete trovare sul sito, cliccando QUI

Che ne pensate?


VIA: advertka



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Anna Torcoletti - pubblicato il 01/06/2008 - permalink
animal human been to teach adv zoo madrid


Discussioni 1
Aggiungi un commento
Anna Torcoletti | altri suoi testi nel blog
Interagire con il messaggio

 

Si tratta di una campagna ideata da Rethik Communications per pubblicizzare dei cellulari walkie talkie.
La cosa che più m'interassa e mi attrae in questo genere di adv sono i modi in cui il messaggio trova la sua ragione d'essere nel momento in cui avviene l'interazione tra lo stesso ed un potenziale consumatore.
Quest'ultimo diventerà attore del processo di comunicazione stabilendo e vivendo in prima persona un'esperienza in qualche modo significativa e che sarà portato a  ricordare e raccontare veicolando in questo senso la campagna pubblicitaria all'esterno.

Solo Mobile: Walkie Talkie


VIA: adkritik



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Anna Torcoletti - pubblicato il 30/05/2008 - permalink
walkie talkie adv interaction rethink communications


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Alex Badalic | altri suoi testi nel blog
Un video (quasi) virale molto ben fatto per promuovere un advergame.

Lazy guy gets a lot of Money


VIA: AAA Copywriter Pubblicità Varese - News & Riflessioni



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Alex Badalic - pubblicato il 19/05/2008 - permalink
play with reactivity reactivity link video virale video virale advergame


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche