ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
Michele Schisa | altri suoi testi nel blog
Non più un'emergenza, ma una piaga sociale

Avrei voluto non parlarne…avrei voluto vedere qualche passo in avanti e così pensare: beh…piano piano tutto si risolverà. La verità è che mi sento solo più preso in giro di prima. È stato istituito un Commissariato per l’emergenza rifiuti in Campania ed è così ridicolo che abbia ancora questa denominazione. Ma “l’emergenza” non è qualcosa di momentaneo? Probabilmente, a questo punto, no; probabilmente dobbiamo renderci conto che si tratta di una piaga con cui dobbiamo convivere. Ma è davvero così?

Abito in un comune della provincia salernitana, lontano dai grossi agglomerati urbani; qui da me (per fortuna) non ci sono strade fatte di sacchi della spazzatura e cassonetti in fiamme, ma sono un cittadino campano e un cittadino italiano. Quello che sta accadendo è deleterio per l'incantevole immagine della Campania e di tutta l'Italia: un corrispondente in Italia della BBC, pochi giorni fa, si chiedeva incredulo come mai potesse succedere tutto questo. Intanto le "belle" immagini fanno il giro del mondo e a "mafia", "camorra", "tarantella" e "mandolino" si aggiunge un'altra parola ad indicare la nostra "italianità": "monnezza".

Accolgo, quindi, l'appello lanciato dall'amico Antonio Lieto sul suo blog l'altro giorno. Parliamone, cerchiamo di fare un po' di pressione o quantomeno cerchiamo di capire che cos'è che vogliamo noi. Ne parlo in questa sede perchè, oltre al grosso volume di affari, il problema è anche un problema di comunicazione. La responsabilità politica, ancora del tutto da accertare, sta probabilmente anche in un errore di comunicazione verso una corretta raccolta dei rifiuti, un errore che porta al riprodursi di logiche NIMBY, spesso del tutto legittime, ma altre volte utili solo per accaparrarsi fasce elettorali. Forse questi sono tutti errori voluti, che cercano di proteggere gli affari illeciti che girano intorno a questo business, chissà... Proprio oggi il Governatore Bassolino ha spedito una lettera a Repubblica per definire le varie responsabilità e per ribadire fermamente di non volersi dimettere.

A questo punto penso che ai cittadini interessino poco questi processi. Quello che si vuole è una decisione di lungo periodo che coinvolga tutti quanti si sentono coinvolti da questa situazione. E se questa rimane una situazione di emergenza non si fa altro che alimentare gli interessi degli speculatori.

Speriamo di farcela, altrimenti possiamo proprio dire che "siamo nella monnezza"...


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Michele Schisa - pubblicato il 07/01/2008 - permalink
rifiuti Campania


Discussioni 1
Aggiungi un commento
Michele Schisa | altri suoi testi nel blog
Capolavori della produzione italiana

 

IDE@SPETTACOLO

con il patrocinio del Comune di Mercato S. Severino

e in collaborazione con

AREA DIDATTICA DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI SALERNO,

FILMIDEA (incontri universitari di cinema), The Mediaset Collection, Cinema Forever e Medusa

PRESENTA

CINEMA SENZA TEMPO II EDIZIONE, rassegna di film restaurati.

TEATRO CINEMA COMUNALE di Mercato San Severino ore 19.45.

Inizio proiezioni 20 novembre.

Per informazioni e prenotazioni:

www.ideaspettacolo.com


VIA: Ide@Spettacolo



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Michele Schisa - pubblicato il 03/11/2007 - permalink
cinema salerno


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Michele Schisa | altri suoi testi nel blog
Open source e distribuzione GNU/Linux

Si terrà il 26 ottobre presso la Facoltà di Scienze MMFFNN dell’Università di Salerno e il 27 ottobre presso il teatro Bis di Salerno il Linux Day 2007.


Un incontro in cui si tratteranno le tematiche relative al software libero e in particolare le opportunità offerte dal sistema operativo Linux.

Nel corso delle due giornate saranno distribuiti CD con distribuzioni GNU/Linux, musica libera, enciclopedia libera, programmi liberi e vari gadget.

Per maggiori informazioni sul programma:

www.hcsslug.org
www.hopfrog.it


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Michele Schisa - pubblicato il 24/10/2007 - permalink
linux open source


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Michele Schisa | altri suoi testi nel blog
Wireless, banda larga e Digital-Divide

L’aula delle Lauree di Ingegneria dell’Università di Salerno, ha ospitato ieri un interessante workshop sul tema “Politica e comunicazione”.

Le due relazioni del Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni e dell’On. Mario Landolfi, Presidente della Commissione di Vigilanza RAI ed ex Ministro delle Comunicazioni, hanno affrontato i temi della diffusione della banda larga, del wireless e del Digital-Divide; senza tralasciare, in fase di dibattito, la criticata Legge sull’editoria che verrà discussa in questi giorni.

Gli argomenti che hanno aperto la relazione dell’On. Landolfi hanno riguardato il divario digitale esistente tra Nord e Sud Italia (solo in Campania una persona su quattro non ha la banda larga) e, in particolare, lo stato di arretratezza delle telecomunicazioni che affligge molte aree della provincia di Salerno. L’importanza delle connessioni broad band viene dal fatto, sottolinea Landolfi, che “le nuove tecnologie rappresentano fattori abilitanti; pertanto non averle debilita un territorio, non garantendo pari opportunità”. Una delle possibilità di superare questa situazione è rappresentata dalle tecnologie wireless, il WiFi e il più recente WiMAX: in realtà allo stato attuale, come spiega il Presidente Landolfi, laddove il settore pubblico offre soltanto linee guida, è molto difficile convincere i privati ad insediarsi in mercati dove la domanda scarseggia, anche a causa della bassa alfabetizzazione informatica.
Fanno seguito a questo argomento le questioni riguardanti il rapporto attuale tra politica e televisione, e viene rimarcato il narcisismo di alcuni personaggi politici che, gettando luce sulla persona e non sulle azioni, nascondono alla società civile l’effettivo “fare” politico.

Il Ministro Gentiloni bypassa, in modo del tutto condivisibile, la questione politica e TV: “Nel rapporto tra politica e comunicazione non si parla solo di televisione, ma oggi più che mai di Internet e se ne parlerà sempre di più nel futuro. La connessione a banda larga va ritenuta un diritto ad un servizio universale al pari del telefono, della luce elettrica e dei canali TV”. Purtroppo, però, i dati non sono molto confortanti: il digital divide riguarda il 9% degli italiani, anche se per le linee ADSL abbiamo una copertura del 51%. Ma i dati più allarmanti riguardano la copertura territoriale: anche se sull’intera popolazione italiana quasi il 90% ha la banda larga, in talune regioni del Sud si sfiorano picchi del 50% per chi non ce l’ha (il 47-48% dei comuni campani è in Digital-Divide).

Il dibattito seguito agli interventi dei due relatori ha riguardato argomenti noti: dalla necessità di un servizio pubblico televisivo di qualità, alla mancata risoluzione del conflitto di interessi. Problemi, in un certo senso, mai risolti. Opinioni confortanti, invece, per quanto riguarda la decisione che preoccupa l’Internet e i blogger: la nuova legge sull’editoria. L’On. Landolfi considera il ddl Levi-Prodi qualcosa di velleitario: “Non possiamo pensare di regolamentare Internet al pari della Cina, che ha un basso tasso di democrazia interna”, dice. Il Ministro Gentiloni esprime pareri non dissimili: “Un qualsiasi blog, con una partecipazione elevata, non consente forme di controllo tipiche della carta stampata. La definizione riguardante l’iscrizione al Registro degli operatori di Comunicazione lascia diversi gradi di incertezza normativa”. Secondo il Ministro la situazione dovrebbe restare invariata: obbligo di registrazione soltanto per le testate periodiche on-line; per i blog è impensabile avere un controllo sugli scritti al pari di un direttore di un prodotto editoriale, vista la possibilità di centinaia di commenti al giorno. In questa settimana il Sottosegretario Levi è atteso per un’audizione alla Commissione Cultura della Camera, al fine di sbloccare questa irritante situazione.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Michele Schisa - pubblicato il 23/10/2007 - permalink
wireless banda larga digital divide


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
Michele Schisa sonoLaureato con lode in Comunicazione d'Impresa e Pubblica all'Università degli Studi di Salerno con una tesi sull'acquisto d'impulso negli ambienti dell'e-commerce; laurea triennale in Scienze della Comunicazione nella stessa università, con una tesi riguardante l'impatto sui processi comunicativi relativo all'uso dell'e-mail.
Ultimi post pubblicati:
Rifiuti in Campania
pubblicato il 07/01/2008
Cinema senza tempo
pubblicato il 03/11/2007
LINUX DAY 2007
pubblicato il 24/10/2007
Politica e comunicazione
pubblicato il 23/10/2007


Blogroll
_______

I nostri tag
comunit advertising online e white sushibar news california mix di marketing Sport jorge lorenzo 10domande Luca Conti ambientale mobile paola pezzo omar cafini fiore spazio dr filippo agenzie di comunicazione heineken crazy marketing network gatto quello rappresentare lo spazio e il tempo Chicago rurale agenzia di pubblicit ilsole24ore scheda professore universitario america latina capitale digitale amv walker - zurigo. urbanistica marketing innovativo Kindle Amazon enzo biagi experiential Tempo danilo rea Europa blogsfera italiana mostra nazionale sulla comunicazione rifiutata o censurata nodi obiettivi di vendita
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche