ctablog, il logo
Area Riservata

Recupera i tuoi dati

iscriviti
username
password leggi le news sul mondo del Mkt e della comunicazione
ricordami

 
annalisa pisano | altri suoi testi nel blog
La Business School C Management inserisce il laboratorio “Grafica pubblicitaria”, a supporto dell’offerta formativa del Master in Comunicazione e Marketing.

Secondo Platone, l’idea è dentro di noi anche se non abbiamo incontrato nella nostra vita qualcosa che ce la rappresenti. Qualcun altro sostiene che non avevamo di certo l’Idea dell’ipod prima che Apple lo inventasse. Molti altri poi aggiungono che senza conoscere le caratteristiche tecniche dell’ipod non sarebbero mai nate tutte le successive applicazioni o le strategie pubblicitarie ad esso abbinate. Noi di CManagement pensiamo di risolvere la grande disputa offrendo ai nostri allievi del Master in Comunicazione e Marketing la possibilità di aggiungere all’offerta formativa standard un laboratorio tecnico che insegni ad usare gli strumenti di base di Adobe Illustratore e Photoshop. L’obiettivo non è diventare un grafico, web designer o foto ritoccatore, ma un traduttore simultaneo tra la lingua dell’azienda-cliente e l’ostrogoto del grafico, del web designer o del foto ritoccatore! Qual è la differenza tra un logo in jpg o in vettoriale? Dove posso trovare le immagini o i font più creativi per presentare delle bozze al mio capo o al mio cliente finale? E, dunque, quali idee posso permettermi di realizzare e quali, non avendo strumenti, devo lasciare nell’iperuranio platonico del mio subconscio?! Per rispondere a tutte queste domande, ISCRIVITI al Master in Comunicazione e Marketing - C Management www.cmanagement.it


VIA: C Management



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

annalisa pisano - pubblicato il 05/10/2011 - permalink
master roma master comunicazione e marketing grafica pubblicitaria corso grafica pubblicitaria c management C Management master comunicazione master marketing business school roma


Discussioni 0
Aggiungi un commento
A L | altri suoi testi nel blog
Convegno sul Podcasting all'Università di Salerno

Oggi all'Università di Salerno ci sarà un interessante convegno sul Podcasting.

Tra i relatori Marco Traferri (autore del primo libro italiano sul podcasting) e Antonluca Paruolo che mostrerà quali sono gli strumenti per la realizzazione concreta di un podcast.

L' evento sarà trasmesso live sul sito di Marco Traferri


VIA: Antonio Lieto/Blog



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

A L - pubblicato il 31/03/2008 - permalink
eventi podcasting università


Discussioni 0
Aggiungi un commento
redazione di comunitàzione | altri suoi testi nel blog
Prove tecniche di integrazione

per poter realizzare un web effettivamente intelligente potrebbe essere necessario pensare ad una integrazione tra le due prospettive semantiche attualmente preponderanti (quella ontologica e quella banalmente folksonomica). E tale processo di integrazione potrebbe iniziare artendo dalla definizione di un nuovo lessico di riferimento. Da Nòva Lab Il Sole 24 Ore: <<"Ontolomia", dal mix di "ontologia" e "folksonomia", potrebbe essere ad esempio il termine con il quale indicare le future "ontologie sociali" nascenti da questo nuovo approccio di tipo middle-up down.>>


VIA: Nòva Lab Il Sole 24 Ore



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

redazione di comunitàzione - pubblicato il 04/02/2008 - permalink
neologismi gestione delle informazioni ontolomia


Discussioni 0
Aggiungi un commento
redazione di comunitàzione | altri suoi testi nel blog
Scade il 31 gennaio ed è rivolto agli studenti di tutto il mondo

E’ con grande entusiasmo che vi comunichiamo il lancio in Italia di “Google Online Marketing Challenge”, un progetto di marketing e comunicazione che mira a coinvolgere le principali università nel mondo.

L’obiettivo è avvicinare gli studenti al mondo della comunicazione, tramite la realizzazione di una campagna online per un’azienda che non abbia mai utilizzato in precedenza la search advertising. Per gli studenti si tratta di un’ottima opportunità per imparare a conoscere uno strumento che sta ridefinendo i canoni della comunicazione tradizionale e per mettersi alla prova partecipando ad una competizione di livello internazionale.

Google metterà a disposizione un budget di $200 per ogni gruppo di lavoro, oltre a tutti gli strumenti per realizzare e tracciare i risultati della campagna. Il gruppo che avrà realizzato il lavoro migliore si aggiudicherà, oltre a gloria e fama immortali, un viaggio in California presso il Googleplex.

Per aderire occorre che ciascun professore iscriva il proprio corso entro il 31 Gennaio 2008, a questo link.
Maggiori dettagli su tempistiche e procedure sono disponibili qui.
E che vinca il migliore!


VIA: blog di google



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

redazione di comunitàzione - pubblicato il 22/01/2008 - permalink
challenge studenti concorsi


Discussioni 0
Aggiungi un commento
daniele vinci | altri suoi testi nel blog

IN questo periodo Natalizio per lestrade si vedono persone indaffarate negli acquisti...

La folla di persone "marcate", che entrano ed escono dai negozi, mi ri-porta sempre ad un dilemma?

Ma come può essere che i pubblicitari o meglio le aziende paghino o "investano", senza nessuna sicurezza , miliardi di euro per avere un ritorno di immagine, ed invece se io dovessi comprarmi un giubbotto con la scritta enorme ben in vista devo pagare ?

Ma non è un paradosso?

Noi siamo i veri sponsor per le aziende...quindi perchè dobbiamo comprare i vestiti che hanno la marca in mostra!?

Il vero marketing siamo noi con i nostri corpi che fanno da manichini viventi!

 Ed anche cambiamdo medium il concetto non cambia...

 

 

 


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

daniele vinci - pubblicato il 24/12/2007 - permalink
marketing


Discussioni 2
Aggiungi un commento
redazione di comunitàzione | altri suoi testi nel blog
Come al solito Comunitàzione.it si impegna per gli studenti Universitari e non solo, stavolta creando il primo gruppo di Scienze della Comunicazione su Facebook.

Comunitàzione crea un Gruppo per Scienze della Comunicazione su Facebook.

Come al solito Comunitàzione.it si impegna per gli studenti Universitari e non solo, stavolta creando il primo gruppo di Scienze della Comunicazione su Facebook.

non abbiamo mai, prima di ora, aperto un gruppo sui social network, ora l'idea inizia a interessarci perché i social network prendono finalmente piede e diventano uno strumento utilizzabile.

Quindi se ti va di accedere a questo gruppo, entra in facebook, cerca scienze della comunicazione e troverai il gruppo che abbiamo creato appositamente per voi... noi lo creiamo, voi però lo dovete saper gestire ;)


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

redazione di comunitàzione - pubblicato il 19/12/2007 - permalink
Scienze della Comunicazione facebook comunitazione questo blog.


Discussioni 1
Aggiungi un commento
redazione di comunitàzione | altri suoi testi nel blog
Dialoghi intorno al film “GIROTONDO, GIRO ATTORNO AL MONDO”

DALLA PARTE DEGLI INVISIBILI:  IL CINEMA NASCOSTO
Dialoghi intorno al film “GIROTONDO, GIRO ATTORNO AL MONDO”
Roma, mercoledì 19 dicembre - ore 19.00 - Centro Congressi d’Ateneo, Facoltà di Scienze della Comunicazione, Sapienza Università di Roma - Via Salaria 113, Roma
 
Il cinema nascosto, deviante, scomodo, insolito o semplicemente sconosciuto. Mash-up di generi, formati, durate. Scorrono lungo i canali dei festival e delle rassegne, poi scompaiono, in un oblio spesso non meritato.
Per circa nove anni Girotondo, giro attorno al mondo, il film cult di Davide Manuli prodotto da Gianluca Arcopinto nel 1999, è rimasto una sorta di misterioso oggetto non identificato, del tutto sconosciuto al grande pubblico. Al contrario, è stato celebrato da critici indipendenti e da alcuni registi che hanno visto in Girotondo un’autentica rivelazione, riconoscendo l’originalità e le qualità espressive di una favola dark capace di unire in un mix impossibile Abel Ferrara e Hal Hartley, Kusturica e Boyle, Pasolini e Wenders.
Oggi, grazie alla rivista indipendente Filmaker's magazine, Girotondo, giro attorno al mondo potrà essere visto da tutti in un Dvd allegato alla rivista.
Un recupero "cult" che precede quelli di altri film "invisibili", da “Nella mischia” di Gianni Zanasi a “Hermano” di Giovanni Robbiano, da “Le valigie di Tulse Luper” di Peter Greenaway a “Portami via” di Gianluca Tavarelli.
La tavola rotonda vedrà la partecipazione di Davide Manuli (regista di Girotondo, giro attorno al mondo),Gianluca Arcopinto (produttore di Girotondo, giro attorno al mondo), Antonietta De Lillo (regista) e Luigi Sardiello (direttore di Filmaker’s magazine). Modera il dibattito: Elio Girlanda, docente di teorie e tecniche degli audiovisivi.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

redazione di comunitàzione - pubblicato il 18/12/2007 - permalink
università la sapienza scienze della comunicazione via salaria


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Luca Oliverio | altri suoi testi nel blog

TechnoSoc
tartarugatecnologica
speculummaius
giulia diario
makinmyway
Opera bouffe
Succede a catepol
UniFerpi blog
CtaBlog

son alcuni blog che hanno aderito alla ricerca sull'APOTEOSI dei Lurker.
Qualcuno si cheide perché la ricerca? altri perché Apoteosi.

Partiamo dalla seconda questione: apoteosi perché finalmente i nostri lettori diventano Protagonisti veri.
La ricerca è fenomenologica, non è di natura quantitativa o qualitativa. Si cerca di osservare e monitorare un fenomeno, analizzandolo e chiedendosi perché.

E parte da alcune tesi, da verificare, ovviamente. E la ricerca è uno dei metodi per verificarle.
Ovviamente si aspettano le risposte. Che stanno arrivando, e continueranno ad arrivare.

La tesi di fondo da verificare è che non esistano dei veri e propri lurker, ma persone in carne ed ossa (infatti lurker è usato appositamente in modo provocatorio come termine), che non interagiscono con gli autori per pigrizia, per modestia, perché in realtà non tutti leggono ma molti sfogliano; e l'internet è un mezzo per niente democratico, e ancora poco orizzontale; e che ci sia una gran voglia di rap-presentare se stessi nuotando tra diversi se disgregati e inappagati. E, sopratutto, che il commento venga usato come metodo per farsi ri-conoscere?

Questa è la mia tesi. Pronto a rivederla se fosse sbagliata. Per ora l'analizzo. Insieme al gruppo di Comunitàzione.it e a quanti altri volessero farlo.


VIA: cosamistupisce



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Luca Oliverio - pubblicato il 13/12/2007 - permalink
apoteosi lurker ricerca sociologia della contemporaneità.


Discussioni 0
Aggiungi un commento
redazione di comunitàzione | altri suoi testi nel blog
enti promotori: Spell ed i corso di laurea in comunicazione e pubblicità per le organizzazioni di Urbino

Concorso nazionale teatro d’impresa.

 

Spell e i cosi di laurea in comunicazione e pubblicità della Facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino “Carlo Bo” (Scp,Cpo e Sdc) nell’ambito delle attività della COLONIA della comunicazione promuovono il primo concorso nazionale di teatro d’impresa, in occasione del decennale del primo spettacolo di teatro d’impresa.

 

Il concorso è aperto a tutti gli studenti universitari dei corsi di laurea nelle discipline della comunicazione (lauree triennali in Scienze della comunicazione, in comunicazione pubblicitaria, ecc…). Tutti gli aggiornamenti verranno inseriti nel wiki ufficiale .

Scadenza della consegna : ore 12 del 7 Gennaio 2008.

Approfondisci sul sito di Comunitazione.


Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

redazione di comunitàzione - pubblicato il 10/12/2007 - permalink
teatrodimpresa urbino Colonia Sdc Cpo Scp Carlo Bo Spell Bologna


Discussioni 0
Aggiungi un commento
Luca Oliverio | altri suoi testi nel blog
...lo son sempre state ;)

Fuori dalla volgarità spicciola, ma dentro, con tutti i piedi e affossati, alla volgarità del dio denaro ecco un bell'articolo di Panorama web dal quale estrapolo l'incipit:

“I mercati sono conversazioni”. Così si apriva il Cluetrain Manifesto, saggio del 1999 in cui quattro guru del web spiegavano come fare business nel nuovo scenario della rete. All’epoca gli autori non potevano immaginare, però, che nel giro di pochi anni le conversazioni tra blogger sarebbero diventate anche una nuova forma di marketing, “manipolata” e “retribuita” dalle stesse aziende. E, soprattutto, che una parte di utenti avrebbe guadagnato discrete somme di denaro facendo recensioni su commissione. O marchette che dir si voglia.

aNcora il web si poggia su vecchie logiche. tRoppo vecchie per esser sanamente many to many, ma questo è un'altro problema. mAgari ne parleremmo un po' di più. iL web continua ad essere un post(o) one to many... insaziabilmente one to many... purtroppo!

e questo post ne è un esempio: uno parla: nicolabruno   Venerdì 7 Dicembre 2007 alle 10:42, e gli altri (me) replicano :(

e quando accadrà il nuovo che si attende? davvero dovremo aspettare il 2015?


VIA: Panorama Web



Share on Facebook | View post reactions | AddThis Social Bookmark Button

Luca Oliverio - pubblicato il 07/12/2007 - permalink
Panorama web markette falsità in rete.


Discussioni 0
Aggiungi un commento
L'agenda del creAttivo
I nostri autori sono:

Abbiamo parlato di:

Top five
RSS

Add to Technorati Favorites

 
 
 
Le nostre rubriche