Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/2001 e succ. modifiche.

Confindustria Lecce, con il patrocinio degli Ordini degli Avvocati e dei Dottori Commercialisti di Lecce, organizza il 2 febbraio, ore 15.00 presso l’Arthotel & Park di Lecce, il convegno su Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/2001 e succ. modifiche. Corretti sistemi di gestione e rating di legalità volano di sviluppo per le imprese nel Salento”.

 

Eticità e legalità nella conduzione degli affari sono sempre più al centro dell’attenzione del legislatore e degli operatori economici che valutano l’affidabilità di clienti e fornitori anche dal punto di vista della credibilità e del rating attribuito dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Secondo il dettato del Decreto legislativo 231/2001 le aziende e gli enti possono essere chiamati a rispondere in sede penale per taluni reati commessi nel proprio interesse da amministratori o dipendenti. Le sanzioni, in base alla tipologia di reato, sono particolarmente pesanti e spaziano da misure interdittive (sospensione o revoca di autorizzazioni, licenze o concessioni, ecc.) a pene pecuniarie.

 

L’adozione di un modello di organizzazione, gestione e controllo fondato sulla 231 può invece preservare l’azienda o l’ente dalla responsabilità derivante da uno dei reati sanzionati dal decreto, oltre a rappresentare un valido supporto per una maggiore efficienza organizzativa. Tale modello giova altresì all’immagine aziendale e alla sua percezione da parte dei diversi portatori di interesse interni ed esterni.

 

Ritenendo le tematiche connesse al modello di gestione 231, alla luce dell’evoluzione della normativa, particolarmente rilevanti, Confindustria Lecce e gli Ordini professionali intendono supportare imprenditori, tecnici ed esperti, attraverso spunti di approfondimento sulla normativa e l’aggiornamento sulla compliance aziendale e sulle opportunità rivenienti dall’acquisizione del rating di legalità.

 

Il programma dell’evento, prevede, dopo i saluti di Giancarlo Negro, presidente Confindustria Lecce; Roberta Altavilla, presidente Ordine degli Avvocati di Lecce; Giuseppe Venneri, presidente Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Lecce, e Fabio Corvino, presidente della Fondazione Messapia - Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Lecce, l’introduzione di Filippo Surace, presidente della Sezione Sanità Farmaceutica e  Coordinatore del Desk Credito e Finanza di Confindustria Lecce.

 

I lavori proseguono con gli interventi di Francesca Conte, avvocato in Lecce (Prevenzione in sede penale del Modello Organizzativo 231/01); Antonella De Vitis, dottore commercialista e revisore contabile in Roma (Integrazione tra il Modello Organizzativo ex D. Lgs  231/01 e i Sistemi di Gestione aziendali); Antonio Negro, procuratore aggiunto presso il Tribunale di Brindisi (La responsabilità degli enti da reato e i modelli organizzativi: la valutazione del giudice penale).